19°

29°

Parma

Il Gcr: "Iren e quegli appalti per i rifiuti a Reggio"

Ricevi gratis le news
1

COMUNICATO STAMPA
"Tradeco e Ramm sono i nomi delle ditte a cui Iren ha dato in apparto alcuni servizi rifiuti nella provincia di Reggio Emilia.

La Tradeco, secondo la Procura di Bari, ha presunti legami con la malavita organizzata, ma a Reggio si occuperà della raccolta differenziata. Forse una pena alternativa?

L'amministratore della Ramm invece è stato arrestato nel 2005 per traffico di rifiuti pericolosi, nel 2006 per estorsione e truffa. In premio ora la manutenzione della discarica di Poianica.

La Tradeco è una società a responsabilità limitata di Altamura, in provincia di Bari, impegnata da oltre vent’anni nella raccolta, nel trasporto e nello smaltimento dei rifiuti. Oltre a controllare una discarica nella loro città d’origine, ha in mano la nettezza urbana in diversi altri comuni pugliesi e a Imperia.

Il mese scorso la Tradeco si è aggiudicata un appalto triennale da quasi 265 mila euro, per la gestione della raccolta differenziata in venti comuni della provincia di Reggio Emilia, tra i quali Albinea, Gattatico, Correggio, Canossa, Campegine e Viano.

L'impresa si occuperà del servizio di recupero dei contenitori di vetro, di alluminio e di latta, raccogliendoli in campane stradali e cassoni, distribuiti in zone strategiche della città, oltre che occuparsi della raccolta presso negozi, centri commerciali e industriali.

Poco prima dell’appalto vinto l’azienda pugliese è rimasta coinvolta in un’indagine avviata dalla procura di Bari e dalla Direzione distrettuale antimafia: presunti rapporti legherebbero la Tradeco, guidata da Carlo Dante Columella con la malavita organizzata, dicono gli inquirenti.

La scottante denuncia è arrivata dal Movimento 5 stelle reggiano, che ora punta il dito contro Iren e definisce quello di Reggio Emilia “un appalto che scotta”.

Poi c'è la manutenzione della discarica di Poiatica, in provincia di Reggio Emilia.

Si tratta di un appalto della durata di 3 anni, oltre un milione e mezzo di euro di valore, vinto dalla società veneta Ramm, con un portentoso un ribasso d’asta del 35 %.

La Ramm sarà incaricata di controllare e gestire tutti i servizi e le forniture necessarie per l’interramento sanitario dei rifiuti, e le opere di manutenzione della discarica, una delle attività più complesse e delicate dell'intero ciclo dei rifiuti.

Il Movimento 5 Stelle getta pesanti ombre sull’azienda. L’amministratore, Sandro Rossato, è finito più volte in carcere. “La Ramm è totalmente di proprietà della Rossato Fortunato srl, ossia controllata da Rossato e famiglia – scrivono i grillini– E sei anni fa, nel 2006, Sandro Rossato ha ricevuto un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, firmata dal gip di Reggio Calabria. Con accuse pesantissime: estorsione, corruzione, turbativa d’asta e truffa ai danni di enti pubblici appaltanti e di imprese private”.

Il consigliere Matteo Olivieri ricorda poi che, nel 2005, Sandro Rossato era già finito dietro le sbarre con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti. Secondo la magistratura avrebbe utilizzato le vecchie traversine di legno, dimesse dalle Ferrovie, come tritura da vendere ai mobilifici per essere riutilizzare nella fabbricazione di pannelli truciolari.

“Ora vogliamo sapere – insiste Olivieri – come sono stati fatti i controlli nell’assegnazione dell’appalto da parte di Iren”.

A Reggio Emilia, nei prossimi giorni, una interrogazione comunale chiederà la lista dei documenti che le ditte hanno presentato per partecipare alla gara, con l’obiettivo di capire meglio i criteri utilizzati per l’affidamento dei lavori.

Il settore rifiuti è uno dei maggiori centri di interesse economico in Italia e le malavita si prodiga per potere entrare nel giro. Anche a Parma, nel cantiere del costruendo inceneritore.

La Prefettura di Parma, lo scorso febbraio, ha emesso un’informativa antimafia sulla ditta edile I.Co. Costruzioni Generali srl di Torrile. Ma è intervenuto il Tar, che ha sospeso il provvedimento di interdizione dell’azienda dai lavori nel cantiere di Ugozzolo.

La Prefettura di Parma, infatti, aveva acceso i fari sul rischio di tentativo di infiltrazione mafiosa, lasciando ad Iren la decisione sul da farsi, visto che non c'erano elementi sufficienti per agire con provvedimenti interdittivi.

L’azienda, in questo caso, aveva deciso di revocare l'appalto a I. Co Costruzioni e di affidarlo contestualmente al Consorzio Corma, una decisione che il Tar di Parma ha bocciato.

La ditta subirebbe infatti un grave e irreparabile danno se rimanesse esclusa dall'avvio dei lavori, in attesa di un giudizio di merito che ancora non c'è.

Quindi, come al solito con fantasia tutta italiana, avanti tutta con il rischio mafia, in attesa delle carte.

Nello Stivale è sempre troppo tardi o troppo presto, non si indovina mai.

Quando vennero depositate 12 mila firme di parmigiani contro il progetto dell'inceneritore era troppo presto (2006) ed anche la denuncia dei rischi sanitari non trovò accoglienza perché il danno non era ancora causato.

Quando fu messo in piedi il referendum il Palazzo rispose che era tardi: dovevate farlo prima.

E noi dovremmo porre fiducia nelle istituzioni!"

Associazione Gestione Corretta dei Rifiuti


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    01 Maggio @ 18.09

    Beh ma qualcuno ha ancora dubbi sul percorso dei rifiuti emiliani, compresi e soprattutto quelli del parmense?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

3commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

1commento

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

1commento

FONTANELLATO

Brucia la corte dei Boldrocchi: addio al recupero?

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

6commenti

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

cagliari

In attesa del medico impegnato in una consulenza: "Tutta colpa di un negro"

INDIA

Panico in volo: passeggeri, sangue da naso e orecchie

SPORT

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

Serie C

Sospese fino a data da destinarsi le gare dell'Entella

SOCIETA'

sospetto

Test di medicina, picco su Google: "Qualcuno ha barato"

STATI UNITI

Aragoste sedate con la marijuana prima di finire in pentola

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse