17°

29°

Parma

Elezioni in 1' - Proposte e polemiche

Elezioni in 1' - Proposte e polemiche
Ricevi gratis le news
3

Gli interventi dei candidati sindaco
Vincenzo Bernazzoli, candidato sindaco del centrosinistra: «Le donne possono offrire a Parma un contributo fondamentale in termini di competenza, creatività e passione. Dobbiamo avere la consapevolezza che bisogna valorizzare tutte le nostre risorse per uscire dalla crisi nel più breve tempo possibile». L’occupazione femminile ha risentito parecchio della crisi economica. «Bisogna attivare anche in Comune percorsi di inserimento lavorativo e di formazione professionale, ma anche  sostegni e incentivi per l’innovazione e l’internazionalizzazione delle Pmi». Fondamentale infine è «favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro».

Wally Bonvicini (Buongiorno Italia! Siamo Voi!) ipotizza querele nei confronti degli ex vertici di Banca Monte. «Sulla vicenda Banca Monte occorre porre in evidenza che gli ultimi amministratori/presidenti non hanno avuto a cuore la città di Parma ed i cittadini. Riteniamo che chi ha considerato Banca Monte come "cosa propria" debba pagare. Se il direttore generale o il presidente hanno commesso illeciti civili/penali devono essere querelati. Abbiamo già provveduto a richiedere copia degli estratti conto intrattenuti con il Comune di Parma onde poterli periziare. Se verranno riscontrati vizi anche la nostra associazione, Federitalia, depositerà querela».

Roberta Roberti (Parma Bene Comune) interviene sul tema degli anziani: «Crediamo che l’ottica da cui partire sia quella della domiciliarietà, restare per quanto possibile nella propria casa, mantenere le proprie abitudini negli spazi familiari è il primo diritto di ogni anziano. Per l’assistenza agli anziani, è necessario dare valore e priorità ai servizi che favoriscono e tutelano le relazioni personali, familiari e di vicinato e che quindi si realizzano in prossimità dell’abitazione, al fine di preservare il più possibile abitudini, relazioni, affetti e sicurezze. Il Comune deve rivestire un ruolo centrale e riprendere le sue funzioni di indirizzo».

Liliana Spaggiari e il Partito comunista dei lavoratori «alla luce delle ultime notizie di ulteriori cancellazioni di voli dallo scalo cittadino ribadiscono la necessità di affrontare definitivamente la questione dell’aeroporto. I servizi che vengono erogati da questa società, che registra una perdita di circa 4,7 milioni di euro all’anno, non devono più essere pagati con i soldi dei cittadini. Le quote comunali che consistono nell’8% devono essere dismesse. Proponiamo che l’amministrazione locale si ritiri da questo pozzo senza fondo. Come Amministrazione comunale salvaguarderemmo in tutti i modi possibili i posti di lavoro contro ogni speculazione».  

Gli interventi dei candidati al Consiglio comunale
Andrea Casale (Italia dei Valori): «La politica della sicurezza della scorsa amministrazione ha chiaramente fallito. Posti della convivialità parmigiana come piazza della Pace continuano ad essere teatro di spaccio di droga e di risse che vedono protagonisti cittadini sia italiani che stranieri. La politica della sicurezza deve essere rivista sotto alcuni punti; occorre rendere centrale la figura dei vigili di quartiere e delle pattuglie in motocicletta. E' utile aumentare quantitativamente (oltre che qualitativamente) il numero di membri delle forze dell'ordine e rivedere il metodo di turnazione».

Laura Cavandoli (Lega Nord) interviene sulla violenza contro le donne: «Ormai quotidianamente la cronaca riporta episodi di violenza a carico di donne e soggetti deboli: questo deve fare riflettere i cittadini e deve impegnare la prossima Amministrazione comunale nella prevenzione di comportamenti molesti o violenti istituendo un programma di informazione e predisponendo strutture dedicate all’ascolto con assistenti sociali e legali. L’attenzione alla famiglia e alle donne si realizza solo predisponendo specifici servizi e razionalizzando le risorse, creando posti di lavoro nel sociale anche con il sostegno delle associazioni di volontariato».

Ettore Galasso (Parma Unita) lancia un appello agli elettori più giovani: «Mentre noi di Parma Unita parliamo di lavoro, di sicurezza e ambiente, altri cercano strumentalmente di raccogliere il voto distratto di giovani "movidizzati", garantendo loro che non parleranno di politica, perché questa è cosa da delegare a chi continuerà a decidere al loro posto. Da parte mia invito gli elettori più giovani, in questi ultimi giorni di campagna elettorale, a partecipare ancor di più, ad approfondire, a parlare dei loro problemi, delle loro speranze e dei loro timori». Galasso stigmatizza un sms che ha ricevuto: lo invitava a "L'aperitivo in tour" di un'altra lista.

Massimo Iotti (Pd): «Dall’analisi dei documenti relativi ai piani triennali investimenti e dei piani industriali delle società partecipate, emerge un quadro preoccupante dello stato disastroso delle opere pubbliche in corso. Dal Teatro dei Dialetti all’ex scalo merci, dal nuovo Palasport al centro socio-sanitario Lubiana e alla Stu Pasubio, molte altre nei quartieri dimenticati: sono oltre cento le opere lasciate senza soluzione. Ci sono circa 400 mil. € di impegni avviati, di cui almeno 290 mil. € con impossibilità di pagamento per crisi di liquidità. Si spendeva oltre i limiti possibili solo per fini di propaganda politica, a danno della città e dei parmigiani».

Fabrizio Pallini (Parma Unita) dice: «Parma non può prescindere dalla sicurezza». «Spaccio violento, microcriminalità, abusivismo commerciale. Sono piaghe che da tempo minano la vivibilità della nostra città, come da tempo I Nostri Borghi denunciano, invocando soluzioni concrete per far cessare questa inaccettabile palese - e non soltanto percepita - situazione di insicurezza. Lo spunto propositivo della nostra associazione sarà perseguito da Parma Unita, la lista dell’uomo nuovo Roberto Ghiretti, il quale ha preso con noi il solenne impegno, se sarà eletto, di mondare piazzale della Pace dalla sgradita presenza di spacciatori». 

Simone Rossi (Parma che cambia) parla del candidato Vincenzo Bernazzoli: «L’esito di queste elezioni mi sembra segnato.
Bernazzoli vincerà quindi queste elezioni. Ma se gli avversari sono dei disperati, nel campo di Bernazzoli non sono tutte rose e fiori. Se sarò eletto consigliere comunale, in una futura maggioranza di Bernazzoli, sarò sempre leale con l’alleanza ma non rinuncerò a battermi per le proposte mie e della mia lista a partire dal tema dello spegnimento dell’inceneritore, del trasporto pubblico gratuito in centro, della riduzione delle rette dell’asilo nido. Sarò come il bego nella minestra di Bernazzoli». 
 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enrico Arillo

    03 Maggio @ 16.39

    Le passate amministrazioni comunali capeggiate da Ubaldi prima e dal duo Vignali-Buzzi poi, hanno lasciato le casse comunali, grazie ad un sistema di scatole cinesi chiamate Partecipate, vuote. Parma si ritrova oggi con un disavanzo certificato dal Commissario Straordinario Ciclosi che ammonta a oltre 460 milioni di euro tra debiti delle società partecipate e debito residuo bancario del Comune, esclusi i debiti verso i fornitori e gli interessi bancari. Una situazione drammatica che, nonostante le arrampicate sugli specchi dei soliti noti, porrà sicuramente in difficoltà chi sarà chiamato a guidare l’amministrazione comunale nei prossimi 5 anni; un patrimonio svanito che equivale a 19 Ponti a Nord, a 3 nuove stazioni ferroviarie, a 40km di strade a scorrimento veloce (per gli amanti delle opere faraoniche dell’era del centrodestra), a 21910 stipendi annui da 1600€/mese (tredicesima compresa), a 200 scuole pubbliche, a 460 anni di insegnamento pubblico comunale, a 230 parchi comunali attrezzati, da 230 a 460 autobus elettrici di nuova generazione, a 65 anni di introiti della TEP dai biglietti, a 304 anni di introiti derivanti dall’indotto dell’Università di Parma, a quasi 6 anni di entrate tra Imu e Irpef comunali o a molto altro ancora relativo ai servizi per la persona e per i cittadini. Cifre da capogiro che però rendono bene l’idea di quanti danni per la città abbia prodotto la politica dell’apparenza, della megalomania di Ubaldi, Vignali e Buzzi, di quanti servizi sono stati tolti, di quanto invece si poteva fare nel campo del welfare e dell’aiuto alle fasce deboli. Lo scandalo SPIP, la esternalizzazione dei servizi (con i profitti al privato e i debiti al Comune), la STT, la STU Stazione e la STU Pasubio, il Ponte a Nord sono solo alcuni dei tanti esempi dello sperpero di denaro pubblico targato “civismo” e centrodestra. Queste, unite ai cantieri fermi della città, sono le vere eredità di 14 anni del centrodestra parmigiano! In questa situazione è dunque necessario che la nuova amministrazione prenda decisioni drastiche verso chi è stato responsabile di tale scempio. Diviene assolutamente indispensabile che vengano portate avanti seriamente e con forza azioni di responsabilità per danni, previste dagli artt. 2392-2395 c.c., che costituiscono il rimedio più efficace contro gli abusi di chi è stato chiamato ad amministrare la cosa pubblica e le partecipate; oltre ad essere una tutela verso i cittadini (soci delle società a tutti gli effetti), lo è anche per i creditori sociali e per i terzi. Enrico Carlo Arillo Candidato indipendente nelle liste del PdCI al Consiglio Comunale di Parma

    Rispondi

  • Geronimo

    03 Maggio @ 12.30

    Matteo, tu hai notizie di cosa sia / cosa dovrebbe diventare il cantiere fermo da anni di un apparente capannone su strada Langhirano dopo l'abitato di Corcagnano verso Pilastro sulla destra? è particolare perchè ha in alto lo stemma del CONI

    Rispondi

  • Gruppo Pd

    03 Maggio @ 01.16

    Matteo Caselli, Candidato Consigliere Comunale del Pd, ha ieri concluso la sua serie di incontri nelle frazioni del Q.re Vigatto. " La serie di incontri che ho svolto in queste settimane di campagna elettorale per le frazioni del Quartiere Vigatto - afferma Caselli- è stato davvero utile. Nello scorso mandato amministrativo avevo già più volte organizzato dibattiti ed incontri sulle principali criticità della zona, ma ora è necessario fare un passo in avanti: è doveroso passare dalla critica alla proposta e delineare quali sono le vere priorità di cui la nuova Amministrazione Comunale si dovrà occupare per la zona. In questi anni la lista delle opere pubbliche perennemente "in arrivo" ma poi solo annunciate ma mai concretizzate è lunga :il campo sportivo a Corcagnano, gli interventi su quello di Vigatto, gli interventi sulle Scuole di Carignano e Vigatto, l'area giochi per bambini a Vigatto, il rifacimento di Piazza Indipendenza a Corcagnano, sono solo alcuni esempi. Dopo anni di "vacche grasse" e di grandi proclami, è ora di fare i conti con la realtà. Nei prossimi anni le risorse pubbliche a disposizione saranno enormemente minori di quelle sperperate dalle passate amministrazioni di centrodestra e quindi sarà ancor più necessario essere chiari e trasparenti nella definizione delle opere prioritarie. In tutti gli incontri ho condiviso con i partecipanti che la priorità debba essere data agli interventi in materia scolastica; in questo settore la situazione lasciata in "eredità" delle Giunte Ubaldi-Vignali è molto seria: in primis, andrà risolta la vicenda relativa la Scuola di Vigatto. Riteniamo doveroso riconsiderare il progetto della precedente amministrazione comunale e ritornare all'ipotesi di un intervento di ristrutturazione e allargamento della struttura oggi in funzione. A seguire, è ormai improcastrinabile un intervento di manutenzione della "nuova" Scuola di Corcagnano, inaugurata in fretta e furia a pochi giorni dalle passate elezioni amministrative dall'allora Sindaco Ubaldi, e dopo poco più di 4 anni già bisognosa di profondi interventi di risistemazione. I lavoro sono stati compiuti con tale "perizia" che oggi la Scuola, tanto per fare alcuni esempi, si allaga ogni volta che piove e le scale si sbriciolano come se fossero state costruite 100 anni fa: questi sono i risultati delle inaugurazioni e dei lavori pubblici a fini "elettorali". Infine, sono ormai necessari i lavori di ampliamento della Scuola di Carignano, più volte richiesti dalla popolazione, anche attraverso il cosiddetto bilancio partecipativo, e più volte annunciati dall'allora Assessore Bernini(ovviamente, come il solito, nemmeno partiti). La realizzazione di queste opere fondamentali nei 5 anni di un mandato amministrativo, già difficile in condizioni "normali" , sarà ancor più complicata nel contesto della situazione che è stata lasciata in dote alla città dal duo Ubaldi-Vignali : l'impegno che mi prendo è che siano battute tutte le strade possibili perchè nell'arco del prossimo mandato amministrativo sia almeno avviati questi interventi. Se così sarà fatto, ci si potrà occupare anche delle altre questioni irrisolte, in primis della nuova struttura sportiva per il Quartiere: un'opera che in passato ho più volte richiesto, ma che. vista l'estrema difficoltà dei bilanci comunali, può e deve aspettare nei confronti di interventi fondamentali come quelli in materia educativa. E' finita l'epoca del "promettere tutto a tutti"; la crisi impone sobrietà, trasparenza e scelte, anche coraggiose."

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Leo Ortolani racconta la trans Cinzia in un "graphic novel"

fumetti

Leo Ortolani racconta la trans Cinzia in un "graphic novel"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

57 annunci di lavoro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

AUDITORIUM PAGANINI

"Il meglio di noi": 12 TvParma presenta le novità, dal palinsesto ai nuovi studi

2commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

5commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

storia

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

Tizzano

La Regione risponde su Capriglio: "Nessun ritardo, lavori per 1,2 milioni"

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

3commenti

SERIE A

Parma, che tour de force

FIERA

Il Salone del Camper di Parma si è chiuso con 130mila visitatori

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

1commento

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

ITALIA/MONDO

WASHINGTON

Usa: sparatoria in Wisconsin, bilancio è di quattro feriti

AVELLINO

15enne a scuola con la marijuana: arrestato in classe

1commento

SPORT

Serie A

Samp e Fiorentina, un pareggio (1-1) nel recupero

ZEBRE RUGBY

Mike Bradley: "La fiducia sta crescendo nella squadra, con Cardiff Blues è stata fantastica" Video

SOCIETA'

nuoto

Federica Pellegrini: "Credo ancora all'amore ma con meno paranoie"

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design