19°

30°

Parma

Attesa per la decisione sui domiciliari a Tanzi. L'avvocato: "E' pentito"

Attesa per la decisione sui domiciliari a Tanzi. L'avvocato: "E' pentito"
Ricevi gratis le news
17

Calisto Tanzi è arrivato nell’aula del tribunale di sorveglianza di Bologna, dove si discute del ricorso per i domiciliari presentato dal collegio difensivo dell’ex patron Parmalat, detenuto dal 5 maggio 2011. Tanzi, molto magro, indossa un maglione scuro e non ha il sondino naso gastrico. Secondo quanto appreso intende fare dichiarazioni in aula.

L'ex imprenditore era partito poco prima delle 8 dall’Ospedale di Parma dove dall’11 febbraio è ricoverato nel reparto detenuti. Quello presentato dai legali Biancolella, Sgubbi e Belloni è il terzo ricorso per chiederne la scarcerazione. Recentemente, nell’appello per il crac del gruppo che guidava, è stato condannato a 17 anni e 10 mesi.
 
TANZI LASCIA IL TRIBUNALE, I GIUDICI DECIDERANNO A BREVE. l tribunale di sorveglianza di Bologna si è riservato la decisione se concedere o meno la detenzione domiciliare all’ex patron del gruppo Parmalat Calisto Tanzi. La decisione del Collegio presieduta da Francesco Maisto potrebbe arrivare in serata ma più probabilmente e attesa nel giro di due o tre giorni. Terminata l’udienza l’ex cavaliere del lavoro, camminando molto lentamente, con le manette ai polsi e scortato da due agenti della Penitenziaria, ha lasciato il tribunale di Bologna per fare ritorno all’ospedale Maggiore di Parma dove è detenuto.
 
L'AVVOCATO DIFENSORE: "DA TANZI SOTTOMISSIONE E PENTIMENTO". Nelle relazioni di medici ed educatori presentate al tribunale di sorveglianza dalla difesa di Calisto Tanzi si parla del percorso seguito dall’ex imprenditore. Si sottolinea «soprattutto - ha spiegato l'avvocato Giampiero Biancolella, che con Sgubbi e Belloni assiste l’ex patron della Parmalat - l'aspetto dell’accettazione della condanna che lo Stato gli ha inflitto e quindi un atteggiamento positivo sotto questo profilo, di sottomissione alla legge dello Stato». Nelle dichiarazioni in aula Tanzi ha fatto riferimento, ha detto l’avvocato «proprio a questo discorso» e « al pentimento nei confronti di coloro che sono stati danneggiati». La relazione che è stata letta, per Biancoletta, «è stata positiva per la concessione» dei domiciliari. «Attendiamo con serenità», ha aggiunto. Secondo quanto appreso la Procura generale ha chiesto un rinvio per la mancanza di una cartella clinica.
A chi gli domandava in che modo Tanzi abbia preso la condanna in appello per il crac del gruppo, Biancolella ha risposto: «La nostra unica preoccupazione è legata a questo, anche perché è una situazione salvavita. Il resto viene molto dopo.Per il momento - ha detto il legale, riferendosi alla decisione sull'istanza di scarcerazione - abbiamo come unico obiettivo quello di rassicurarlo, di dargli una speranza di vita con i domiciliari». Le altre questioni come il ricorso in Cassazione saranno affrontate successivamente. L’avvocato ha voluto ancora sottolineare quella che ritiene una condizione di salute molto precaria: «E' un fuscello al vento. Peserà forse quaranta chili». 
Anche le parole pronunciate davanti ai giudici, ha detto ancora il legale, sono costate fatica all’imprenditore, che si esprime balbettando: «La balbuzie è qualcosa che gli stessi medici ed educatori hanno sottolineato». Non va poi dimenticato, ha rimarcato Biancolella, che Tanzi, da febbraio detenuto all’ospedale, «ha altre patologie cerebrali e cardiache».
 

(La foto è d'archivio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    16 Maggio @ 11.00

    Siamo commossi del pentimento di Tanzi. Bravo Callisto da buon cattolico pentiti, ma da buon cittadino rimani in galera.

    Rispondi

  • fabio

    16 Maggio @ 10.51

    ..se si vuol lasciare morire peggio per lui . Va contro alla sua cristianita tanto sbandierata , deve reagire ed espiare il debito con la giustizia terrena

    Rispondi

  • rudolf

    16 Maggio @ 08.23

    Sono ultraconvinto che sia pentito. La ragione del pentimento, tuttavia, la conosce solo lui ..................................

    Rispondi

  • claudio

    16 Maggio @ 07.41

    la giustizia divina prevede il pentimento e il perdono fa parte di una fede cristiana la giustizia civile invece prevede la riduzione della pena nel caso in cui il reo confesso collabori con la giustizia. la domanda è: il signor Tanzi sino ad ora ha collaborato con la giustizia? o ha solo cercato di nascondere i quadri che sono stati ritrovati e i soldi che ancora non si sa dove siano e se ci siano??? Che sia un uomo distrutto è il minimo che poteva capitargli se ha una coscienza, Lui cattolico che faceva sempre la comunione....in chiesa Non vedo perchè la giustizia debba accanirsi comunque, una persona in quelle condizioni deve andare agli arresti domiciliari, dove sarà controllato a vista. In carcere è comunque un costo soltanto per la comunità.....

    Rispondi

  • andrea

    15 Maggio @ 20.03

    Crederemo al suo pentimento quando avrà risarcito le persone che ha derubato consapevolmente, volontariamente e irridendo la legge. Il perdono lo chiederà a Dio ma a noi deve ridare i SOLDI ! La pietà la proveremo solo dopo !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"