16°

28°

Parma

La parola ai parmigiani: analisi di un uragano elettorale

La parola ai parmigiani: analisi di un uragano elettorale
Ricevi gratis le news
90

Un uragano elettorale. A 14 anni dal trionfo di Ubaldi, Parma ospita un nuovo e forse ancor più clamoroso ribaltone elettorale.

Noi apriamo uno spazio completamente dedicato ai lettori: la vostra analisi sulle cause di un risultato pochi mesi fa assolutamente imprevedibile.

Dite la vostra nello spazio commenti di questo articolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giampaolo Furlotti

    24 Maggio @ 13.41

    PRIMO AUTOGOL Purtroppo ho letto stamattina della possibilità che venga indetto un referendum pro o contro inceneritore/termovalorizzatore. Faccio alcune premesse. Ho sempre votato IDV come simbolo della legalità. Un voto di rottura, insomma. A queste elezzioni ho votato per Pizzarotti perchè schifato dalla politica che promette e non fa, senza considerare la assoluta necessità di fare pulizia di gente come Bernini, che colto con le mani nella marmellata (cito lui per tutti), scopro essere tornato a fare il dirigente all'IREN. Ho una posizione neutra sull'inceneritore non essendo sufficientemente informato sulla nocività (al di là di quello che dicono gli attivisti). Tutto ciò premesso, mi pare una cosa grave che il neo sindaco richieda ora il parere dei cittadini. Infatti, così facendo si pone allo stesso livello degli altri politici che in campagna elettorale promettono tutto a tutti e poi "scoprono" non essere possibile. A mio avviso sarebbe stato molto più opportuno interessarsi prima dei costi che avremmo dovuto sopportare in caso di blocco dei lavori, chiedere uno studio/perizia ufficiale sulla nocività dell'impianto e poi far valutare ai cittadini (ma sicuramente non con un referendum). Diciamo che questo è un CARTELLINO GIALLO perchè credo e voglio credere alla sua buona fede, ma lo invito a svolgere il ruolo di sindaco come penso svolgesse il suo lavoro di project manager.

    Rispondi

  • MassimoB

    23 Maggio @ 16.59

    Ho appreso con piacere la notizia della vittoria del partito Cinquestelle a Parma. Recentemente ho espresso apprezzamento per diversi punti delle proposte del partito che viene chiamato come “I grillini” (spero che tolgano di mezzo questo orrendo neologismo che sa tanto di avanspettacolo dell’ Ambra Jovinelli). Dimezzamento del numero dei deputati, dei loro emolumenti, limite di due legislature prima che si tolgano dai cabasisi (Grazie Camilleri) e così via. Ora hanno non solo il Sindaco, ma la maggioranza assoluta dei Consiglieri. Città di 188.000 abitanti, è grande abbastanza per rappresentare un test e piccola abbastanza da essere gestibile. Con un debito di 600 milioni di euri vedremo come si comporteranno i cinquestellini (anche questo termine non è che mi faccia impazzire: ma perché non si trovano un nome decente?). Vedremo come gestiranno i rapporti con gli elettori in primis e con le altre presenze politiche in Consiglio. Vedremo come si comporteranno con industriali, commercianti, stampa. Vedremo le tasse che lasceranno, quelle che aggiungeranno e quelle che elimineranno. Non mi aspetto certo miracoli, soprattutto da chi si affaccia oggi al mondo politico e della amministrazione di una città, ma spero che facciano qualcosa di meglio rispetto alle nullità che li hanno preceduti. Raccomandazioni, spintarelle, inciuci, nepotismi e favoritismi, chiusura di tutti e due gli occhi davanti a cose che invece li vorrebbero ambedue ben spalancati. Riusciranno a resistere? Si renderanno conto che i “poteri forti” non contano nulla di fronte alla volontà espressa dalla maggioranza dei cittadini? Capiranno che l’ unico modo di resistere a lusinghe e minacce è di svergognarle in pubblico? Ho inserito fra i miei quotidiani on line la Gazzetta di Parma e la leggerò ogni giorno. Spero che non mi deludano perché non mi è rimasto altro oggi giorno. I vecchi partiti sono corrotti o inconcludenti o dilettanteschi. All’ alba dei miei quasi 70 spero che il domani mi porti ancora un po’ di rose.

    Rispondi

  • Angelo T.

    23 Maggio @ 12.18

    Fino alle precedenti elezioni era lo scontento degli elettori di centrosinistra per l'opposizione condotta dal PD ad abbassare il numero dei votanti ed ad arricchire le quote dei 2partiti della protesta", come l'Italia dei Valori e, in Emilia,anche 5 Stelle e Lega. In queste ultime elezioni, che rispetto ad altre precedenti non avevano una diretta influenza sulla stabilità del Governo, agli scontenti di sinistra si sono aggiunti i molti delusi del centrodestra, una parte dei quali ha disertato le urne e una parte si è rivolta all'ultima novità senza alcuna responsabilità col passato, il Movimento di Grillo. Considero la vittoria di Pizzarotti a Parma un fatto positivo per ulteriormente accelerare la spinta nazionale al cambiamento promesso da 6 mesi e non ancora realizzato dai partiti, ma sono meno ottimista su quanto potranno dire e fare i "grillini" alle prossime elezioni politiche, su temi come la politica estera, quella energetica ed economica (dire No alla Tav o all'inceneritore è opinabile ma comunque ben diverso che dire No all'Euro!), anche se continueranno ad intercettare lo scontento che i vecchi partiti non avranno saputo ridurre con le attese riforme e il cambio delle facce dei candidati.

    Rispondi

  • gigi

    23 Maggio @ 11.30

    I parmigiani hanno voltato pagina. hanno voltato pagina dai politici che adesso, sconfitti, additano a strani eventi astrali le colpe di questo flop, che giudicano questo voto come una forma di protesta, che in qualche modo guardano il risultato da un piedistallo e con una certa spocchia. E' proprio questo il punto, la poca onestà intellettuale, il dover dare sempre la colpa a qualcosa di diverso dal proprio operato; i "se" e i "ma" di cui adesso bernazzoli si riempie la bocca, lasciando stare il centro destra (sarebbe come sparare sulla croce rossa), sono esattamente il motivo per cui la gente ha cambiato direzione. Ci si è stancati del "io comando, tu suddito votami che arriverà soddisfazione anche per te..."; non è questione di destra o sinistra, è questione di concretezza e buon senso. Sono 20 anni almeno che la gente continua a dire di non poterne più del sistema politico, dei vassalli, dei favori da restituire di chi è al governo, dei voti di scambio ecc.... sono 20 anni che la gente dice di essere arrabbiata ma alla fine, un po' per paura un po' per abitudine alla fine votava sempre gli stessi, convinta che magari era la volta buona. Parma stavolta è passata dalle parole ai fatti, ha deciso di lasciare a casa coloro che credevano quasi per diritto divino di poter e dover governare sulla città. Peccato che in tutto questo tempo non abbiano capito che la città (e più in generale l'Italia) ha bisogno di risposte, non di promesse da campagna elettorale. Pizzarotti farà rinascere la città? lo spero. Di sicuro ha fatto rinascere la coscienza dei parmigiani (che non è poco) e si è fatto interprete di un messaggio, ovvero che il governo è dei cittadini e non di un'aristocrazia politica che fino a qualche giorno fa si arrogava il diritto di fare il buono e cattivo tempo. Good Luck Sindaco!

    Rispondi

  • giuliano g.

    23 Maggio @ 11.09

    che sorpresa - quasi una rivoluzione - la situazione nazionale ha influenzato quella locale - i politici sono sotto tiro -l'inceneritore ha fatto il resto con l'aiuto degli elettori di destra che non volevano bernazzoli - ma sicuramente c'è qualcosa di più, qualcosa di nuovo - la volontà di provare un nuovo modo di fare amministrare la città - vorrei proprio che parma fosse un laboratorio per un nuovo modo di rapportarsi con i cittadini - quasi un ritorno all' antichità, alle radici autentiche della democrazia , quella ateniese di 2500 anni fa - ma a livello nazionale sarà un'altra cosa.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Giulia: «Volate oltre l'odio»

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

il videocommento

Grossi: "La "fame" di vittoria funziona. La squadra ha dato cuore e polmoni" Video

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"