19°

30°

Parma

Zasa, le "visite" ai pinguini di un anestesista in Antartide

Zasa, le "visite" ai pinguini di un anestesista in Antartide
Ricevi gratis le news
0

di Roberto Longoni

I rifornimenti tardavano e il supermercato più vicino era a migliaia di chilometri di distanza, al di là dell'oceano. Così, per un po' in tavola è finito quel che passava la grotta: carne uscita dal macello cinque anni fa, tonno pescato chissà quando, verdure  più che di stagione di era  geologica. Tutto congelato, anzi ibernato in un frigorifero fornito da madre natura. La grotta, appunto, un freezer scavato nel ghiaccio dell'Antartide. «Era estate - sorride Michele Zasa - ma là sotto la temperatura era di meno 17: giusta per conservare a lungo i cibi».
Un'estate capovolta e al gelo, quella trascorsa dal giovane medico in libera professione per il servizio d'automedica del 118. Un'estate più fredda dell'inverno lasciato a Parma. Con un sole che bruciava gli occhi ma non la pelle e, per un po' di tempo, ha brillato per 24 ore al giorno. E che si moltiplicava, perché l'aria era così tersa che di soli, oltre all'«originale», se ne vedevano altri tre riflessi. «Per dormire, chiudevo la tapparella della stanza, tiravo la tendina e poi dovevo convincermi che fosse notte». Ci ride su, Zasa. Che fosse un'esperienza estrema, in quel mondo  oltre la fine del mondo, lo sapeva già  prima di vivere i due mesi e mezzo previsti dalla missione. Di estremo questo dottore 33enne, che lavora anche per la clinica mobile al seguito del Motomondiale e della Superbike,  se ne intende.
  «Un'esperienza unica - racconta - bella e positiva». Anche se le giornate spesso non passavano più. E non solo perché non c'era un  tramonto a dividerle l'una dall'altra. Una fortuna per tutti, la noia di Zasa, perché lui era lì da anestesista rianimatore, per garantire i soccorsi alla settantina di tecnici e scienziati impegnati nella base antartica italiana Mario Zucchelli,  oltre che per quelli che lavorano all'altra base (condivisa con i francesi), la Dome C, sull'enorme plateau all'interno dell'Antartide. Grandi emergenze, non ce ne sono state. «Ho visitato e curato pazienti per qualche sintomo da raffreddamento, patologie gastriche e piccoli infortuni di lavoro».
   L'emergenza più seria è stata nell'altra base, a 3.700 metri di quota che per le particolari condizioni del luogo vengono percepiti come 4.100. «Un quarantenne tecnico dell'Enea è stato colpito da un edema polmonare - racconta Zasa -. Gli abbiamo somministrato i primi farmaci sul posto e poi l'abbiamo  riportato a Baia Terranova in aereo. E' bastato che tornasse a livello del mare, perché si riprendesse». Per fortuna di quel tecnico, l'edema non è emerso nel periodo tra febbraio e novembre, quando tutto  è reso più difficile dallo sterminato inverno antartico. In quei mesi, è difficile che ci siano le condizioni perché l'aereo fatica si levi in volo. «Allora, se ti capita qualcosa, te la devi cavare da solo» spiega il medico.
Ma anche durante l'estate australe il viaggio fino a Baia Terranova, dove si trova la base Zucchelli, è già un'impresa. Una ventina d'ore di volo fino alla Nuova Zelanda, di fronte alla quale si trova l'«avamposto» scientifico italiano. «Poi, altre cinque o sei ore - prosegue Zasa - fino alla base americana di MacMurdo, dove il Boeing è atterrato sul pack spesso otto metri». Ma non era finita. Indossati le tute rosse e spesse  e gli stivali antartici,  il medico parmigiano e gli altri della sua squadra impegnata nella 27esima missione italiana in Antartide sono saliti su un altro aereo. Un apparecchio ben più piccolo, con i pattini da neve al posto delle ruote, per superare gli ultimi 400 chilometri di un viaggio infinito. «Dopo un'ora e mezza di volo, siamo atterrati sul pack del mare di Ross, sul quale s'affaccia la base italiana».
Una base composta da container uniti come mattoncini lego. Spazi essenziali per il comfort necessario, senza eccessi. «Con il giusto caldo all'interno - sottolinea Zasa -. Tanto che si poteva stare in camicia. I miei giorni tipo?  Persi i ritmi sonno-veglia, mi alzavo verso le 9, le 9 e mezza. Al mattino ero in ambulatorio, per le visite. Il resto della giornata trascorreva tra letture, film visti con il lettore dvd, partite a calciobalilla. E palestra, tanta palestra: facevo un paio d'ore d'esercizi al giorno». Le escursioni non sono state moltissime. «Ma tutte straordinarie». Come quella che l'ha portato, in elicottero, a duemila metri di quota. «A venti sotto zero, tra rocce rosse che sembrava d'essere su Marte. E con il mare lì, sotto gli occhi».
  Il mare che avanzava giorno dopo giorno, spinto dalla breve estate di laggiù. «Un po' di tempo dopo il nostro arrivo, sul pack gli aerei non atterravano più - ricorda Zasa -. Il ghiaccio era sempre più sottile, finché non ha tolto anche l'ultimo velo dall'oceano». Ci pensava il vento, ogni tanto, a riempire la baia di lastroni di ghiaccio che poi sparivano, portati via dalla marea. «A volte s'avvicinavano iceberg immensi, che poi prendevano il largo». Oppure arrivavano gli animali. I pinguini d'Adelia e  le foche, oltre agli onnipresenti skua, i «gabbiani antartici». I pinguini imperatore (quelli della «Marcia», tanto per intendersi), invece, il medico è dovuto andare a trovarli. I dodici chilometri tra la base e la loro colonia, Zasa li ha percorsi in volo. «Via terra non è così semplice spostarsi - sorride -. Un'emozione fortissima vederli da vicino, sentire il chiasso indescrivibile che fanno di continuo». Poi, a poca distanza da quella strepitante «folla di pennuti in frac», il silenzio disabitato del plateau antartico. Bianco, senza fine.    
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"