17°

29°

Parma

Terremoto: nuova tragedia Sedici morti nel Modenese. Dodici dispersi, 350 feriti, 8mila nuovi sfollati Ore 12,56, un altro brivido: 5.3

Terremoto: nuova tragedia Sedici morti nel Modenese. Dodici dispersi, 350 feriti, 8mila nuovi sfollati Ore 12,56, un altro brivido: 5.3
Ricevi gratis le news
136

Forte scossa di terremoto alle 9. Le prime notizie parlano di magnitudo 5.7, poi corretta in 5.8 con epicentro ancora fra le province di Modena  e Ferrara (più vicina a Modena, rispetto a quella del 20 maggio).

VITTIME - Il bilancio ufficiale è salito a 16 morti. Ci sono anche più di 350 feriti. I nuovi sfollati sono circa 8mila, che si aggiungono ai 7.500 provocati dalla scossa del 20 maggio.

Tre morti sono a San Felice, nel crollo della azienda Meta, 2 a Mirandola, 1 a Concordia (una persona colpita da un cornicione), 1 a Finale. Morto anche il parroco di Rovereto di Novi, anche se non è chiaro se sia rimasto vittima di un crollo o di un malore. Una donna ha perso la vita a Cavezzo, sepolta dalle macerie del Mobilificio Malavasi. Ci sarebbero anche dei feriti.
Poco prima di mezzogiorno è stato estratto vivo dalle macerie uno dei due operai dispersi della ditta Bbg di Mirandola, dove ci sono state due vittime. Inoltre i corpi senza vita di altri due operai che risultavano dispersi alla Haemotronic di Medolla sono stati individuati dai soccorritori. Sale a tre, così, il bilancio dellle vittime del crollo dell’azienda. Le ricerche proseguono perchè deve essere individuato ancora l’ultimo dei dispersi. In tutto il tragico bilancio delle vittime - dice l'agenzia Ansa in serata - sale a 16.

12,55: LA SCOSSA IN DIRETTA AL TG - Nuova scossa piuttosto forte poco prima dell'una: la scossa è durata una trentina di secondi ed stata "raccontata" in diretta da Manuela Boselli, che stava leggendo le notizie del Tg Parma. La magnitudo di questa scossa è superiore a 5.
Secondo gli esperti della sala sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) la scossa «fa parte della sequenza in atto». La scossa, il cui epicentro è stato localizzato a Mirandola (Modena), è stata abbastanza superficiale, avvenuta ad una profondità compresa fra 5 e 10 chilometri.

Subito molte segnalazioni dai lettori, anche da altre province: inviateci le vostre testimonianze utilizzando lo spazio commenti di questo articolo

MOLTA PAURA A PARMA E PROVINCIA - Molta paura anche a Parma, gente in strada. Molte anche le chiamate ai vigili del fuoco: per ora nessuna segnalazione di ferito o gravi danni nel Parmense. In via del Taglio il Tavolo di crisi si è riunito questa mattina; una nuova riunione è prevista nel pomeriggio.

IL COMUNE: "VERIFICHE NELLE SCUOLE". Il sindaco Federico Pizzarotti ha dato disposizioni per le verifiche degli edifici pubblici, con particolare riguardo alle scuole. «I controlli, da parte dei tecnici comunali, sono ancora in corso - dice un comunicato del Comune inviato a mezzogiorno -. Non si segnalano danni strutturali a seguito dei sopralluoghi alle scuole fino ad ora effettuati. L'attività di controllo proseguirà lungo tutta la giornata. Nel frattempo il primo cittadino ha preso parte al tavolo di crisi che si è svolto in mattinata nella sede della Protezione Civile in via del Taglio. Erano presenti le autorità cittadine: il Prefetto Luigi Viana, il Questore Salvatore Longo, il Presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, Adriano Furlan responsabile della centrale operativa del 118 di Parma, il Comandante Provinciale Arma dei Carabinieri di Parma Colonnello Carlo Cerrina, il dirigente della Polstrada di Parma Eugenio Amorosa, Alessandro Cimino Comandante del corpo di Polizia Municipale del Comune di Parma, il comandante dei Vigili del Fuoco Paolo Maurizi, il Comandante della Polizia Provinciale Giacomo Fiume, tecnici comunali e funzionari della Prefettura. Aggiornamenti saranno disponibili nel pomeriggio».

RIUNTO IL COORDINAMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE, CONTROLLI IN CORSO. (comunicato stampa della Provincia) E’ la preoccupazione per quello che è accaduto ancora nelle zone del modenese a incombere sul tavolo tecnico che si è tenuto questa mattina nella sede del coordinamento di Protezione civile di via del Taglio. Lì Prefetto, con Sindaco e presidente della Provincia, comandanti dei Carabinieri, Vigili del Fuoco, Polizie municipale e provinciale, 118, Ufficio scolastico provinciale e volontari della protezione civile hanno fatto il punto sugli esiti della forte scossa che alle 9 di questa mattina ha attraversato il Parmense. Al momento sono stati attivati i controlli sulle scuole e mano a mano che risultano senza rischi gli studenti possono rientrare.
“Stiamo procedendo con la verifica sugli edifici scolastici, un doveroso scrupolo – ha spiegato il prefetto di parma Luigi Viana – a fronte  della fortunata assenza di segnalazioni di danne sia a cose che persone è evidente che una verifica sulle scuole è necessaria”. Si profila dunque una situazione senza particolari rischi, paura a parte, come conferma il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli : “Al momento la situazione non è grave, stiamo procedendo con le verifiche sulle scuole,  e non vi sono situazioni da evacuazione - ha dichiarato il presidente della Provincia -  La preoccupazione più grossa è per il territorio compreso fra le province di Modena, Bologna e Ferrara da cui giungono notizie non confortanti. Fra l’altro i nostri volontari di Protezione civile sono proprio impegnati nell’ospedale da campo di Mirandola e a Camposanto dove gestiscono la mensa”.
Mentre a Parma ancora in questi momenti continuano le telefonate sia ai Vigili del fuoco che alla sede della Protezione Civile, purtroppo ben diversa è la situazione nelle zone del modenese già colpite la scorsa settimana. Il sisma di questa mattina ha infatti causato ulteriori vittime e tanti danni. Le squadre di soccorso parmensi stanno aspettando l’attivazione mentre è già stata richiesta l’unità cinofila. Il tavolo tecnico si aggiornerà alle 16 di oggi.

BLOCCATI ALCUNI TRENI - Circolazione rallentata questa mattina nella direttrice Milano-Bologna-Firenze per riduzione precauzionale della velocità a causa della scossa. Sospesa circolazione delle linee Padova-Bologna, Verona-Bologna, Milano-Bologna, Verona-Mantova-Modena per accertamenti a causa del terremoto.
Poco prima delle 12,30 le Ferrovie hanno reso noto che sono state riaperte tutte linee ferroviarie interessate dal terremoto che ha colpito il Nord Italia. Sta tornando alla normalità la circolazione dei treni sulla Bologna-Verona, Bologna-Padova, Bologna-Piacenza e Verona-Modena. Il transito dei convogli, che in alcuni tratti procede a velocità ridotta, è stato sospeso per circa 30 minuti per fare il punto sulla situazione delle infrastrutture e i necessari controlli a seguito della scossa.

Da segnalare anche le difficoltà per la telefonia mobile, e i disagi al traffico soprattutto in viale Maria Luigia dopo l'uscita degli studenti: ora la sitauzione si sta normalizzando. I vigili stanno cercando di regolamentare anche le zone delle scuole elementari, dove diversi genitori sono andati a prendere i figli.

MOBILITATO L'ESERCITO. Cinquanta militari del Genio Ferrovieri di Bologna, con i relativi mezzi, sono stati mobilitati per far fronte all’emergenza terremoto di oggi e si uniscono a quelli già in azione dai giorni scorsi. Una ventina di genieri con 4 mezzi si sono già diretti a Cappelletta del Duca, vicino a San Felice sul Panaro, nella Bassa modenese.

(foto: dalla chiesa del Voto a Modena è precipitata una palla di pietra, finita sul marciapiede)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • david

    01 Giugno @ 14.47

    mi fa piacere che i fatti smentiscano chi ha minacciato querele e si è vantato di avere tra le mani il libro dei saggi e non quello delle verità a 360°. Egr. sig. "Macchia" legga: " Intanto la Regione Emilia-Romagna ha comunicato che questa mattina(1/6/2012) è stata respinta la richiesta di autorizzazione all'accertamento della fattibilità del programma "Rivara Stoccaggio" avanzato dalla Erg Rivara Storage per la realizzazione di un impianto di stoccaggio gas nella bassa modenese. "L'ufficialità - hanno spiegato dalla Regione in una nota - è arrivata questa mattina dal ministero dello Sviluppo economico che ha comunicato a Erg Rivara Storage, alla regione Emilia-Romagna ed al ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che l'intesa negativa della Regione Emilia-Romagna costituisce motivo ostativo all'accoglimento dell'istanza". Questo mi basta per tutti gli insulti malcelati nei precedenti commenti. Grazie a tutti quelli che mi hanno letto David

    Rispondi

  • david

    30 Maggio @ 19.38

    E si Macchia vedo che nella sua ultima disquisizione non ha più citato l'Aquila: li le perforazioni ci sono state e c'è stata anche un'interpellanza parlamentare.Poi guardi le date che ha citato: 1908, 1971, 1983, 1996 etc. Messina, Parma, Parma, Reggio, Gemona, Cile, California; ma NON HA CITATO L'OHIO: li cisono stati terremoti in cui ci sono prove delle trivellazioni gas shale. NON SONO UN COMPLOTTISTA, mi piace la scienza e la verità a 360°. In Polonia alcune aziende che fannop gas shale sono inquisite per smaltimento di rifiuti tossici e nocivi! In Cile, California, Giappone, Indonesia ci sono faglie enormi della cosidetta cintura di fuoco e li anche mio figlio alle medie studia che ci sono terremoti. Tutti gli esperti che hanno mappato l'Italia hanno considerato la pianura padana poco significativa dal punto di vista sismico tant'è che molte costruzioni in passato non lo prevedevano ed è successo quello che non doveva succedere. Lei guardi la mappatura degli eventi sismici dal 20 ad oggi (quasi mille scosse da M 2,2 a M 5,9) in un'area circoscritta di 35-40 km con anche fuoriuscita di melma, acqua ed altro. Me lo sa spiegare? 500 anni su 4.500.000.000 statisticamente sono nulla; ma 1000 eventi sismici in 10 gg in un'area molto ristretta statisticamente come sono?

    Rispondi

  • emme

    30 Maggio @ 16.17

    Sì david, mi ha scoperto, sono un avido petroliere, massone del Gruppo Bilderberg, membro effettivo della commissione trilaterale, marziano in occulto e pure banchiere bocconiano. Lei invece dall'alto di quali grandi studi può permettersi di sparare cavolate così grosse: Università complottista di facebook? Le ripropongo le domande alle quali da bravo comlpottista non è in grado di rispondere: in Giappone che perforazioni stavano facendo? A Parma nel 1983 che perforazioni stavano facendo? A Gemona del Friuli che perforazioni stavano facendo? In Cile, in California dove ci sono terremoti fortissimi un giorno sì e l'altro pure che perforazioni stavano facendo? Riuscite a dare risposte o no? Nel 1971 a Parma cosa stavano trivellando? A Messina nel 1908 cosa stavano trivellando? Quando ci fu il terremoto del 1996 a Reggio cosa stavano trivellando? Quando avrà risposto alle domande, forse, si renderà anche conto che 500 anni, dal punto di vista geologico, non sono che un attimo del quale in pianeta neppure si accorge: la Terra ha un'età stimata di circa 4.500.000.000 di anni, i suoi 500 anni sono niente, lo 0,00%... ma se, come ho già scritto, lei misura i tempi geologici pensando a sé stesso allora si capisce perché straparla di cose che ignora totalmente. La cosa più comica di voi complottisti sono poi le parolone che usate: altri componenti cosiddetti "segreti"... talmente segreti che tutte le aziende che fanno perforazioni conoscono. Ah, non beva la Coca-Cola anche lì ci sono dentro altri componenti cosiddetti "segreti". Spero che lei abbia 80 anni perché se è una "giovane speranza" di 20, l'Italia è rovinata. PS: nel caso volesse vedere i terremoti che ci sono stati in quell'area, da meno dei suoi 500 anni, provi a guardare qui: http://www.ingv.it/terremoti/terremoti-storici/ e qui http://iside.rm.ingv.it/ scoprirà un mondo nuovo, quello della realtà dei fatti. Mi saluti i rettiliani che cercano di dominare il mondo scavando gallerie sotterranee che un giorno faranno crollare per ucciderci tutti.

    Rispondi

  • david

    30 Maggio @ 14.09

    Forse il sig. Macchia non si rende conto della mappa dei terremoti: la guardi e veda un po’ se coincide con la concessione che volevano le società petrolifere. Peccato che la pianura padana con i suoi “sabbioni” come dice lei sia molto, ma molto più grande della zona dove sono avvenuti i terremoti che non si avveravano qui da 500 anni. Non mi ha ancora risposto de lavora per i petrolieri o è un petroliere.

    Rispondi

  • david

    29 Maggio @ 22.08

    egr. sig. macchia è per caso dirigente di qualche compagnia petrolifera? Giustamente mi parla di terremoti, ma in E.R. ne sono avvenuti con frequenza almeno decennale non 800 in 10 gg. A parte che all'Aquila ci sono state perforazioni prima del terremoto (si informi). In secondo luogo il gas shale è una tecnica non solo di perforazione verticale ad una profondità superiore ai 1500 metri poi si sviluppa in orizzontale (sotto le falde acquifere) per alcuni km dove viene iniettata acqua + CO2 ad altissima pressione + altri componenti cosidetti "segreti". Non ha percaso visto nelle campagne fuoriuscire melma, sabbia e acqua dal terreno in quantità abnorme? Quando mai si sono viste queste cose? Se non lavora in una compagnia petrolifera ci pensi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Leo Ortolani racconta la trans Cinzia in un "graphic novel"

fumetti

Leo Ortolani racconta la trans Cinzia in un "graphic novel"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 date che hanno cambiato la storia: vediamo se te le ricordi tutte!

GAZZAFUN

Ricomincia la scuola: pronti per un ripasso di cultura generale?

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

AUDITORIUM PAGANINI

"Il meglio di noi": 12 TvParma presenta le novità, dal palinsesto ai nuovi studi

2commenti

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

4commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

3commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

Tizzano

La Regione risponde su Capriglio: "Nessun ritardo, lavori per 1,2 milioni"

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

storia

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

3commenti

SERIE A

Parma, che tour de force

FIERA

Il Salone del Camper di Parma si è chiuso con 130mila visitatori

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

1commento

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

AVELLINO

15enne a scuola con la marijuana: arrestato in classe

Milano

Tangenti Algeria, il tribunale assolve Scaroni e l'Eni

SPORT

ZEBRE RUGBY

Mike Bradley: "La fiducia sta crescendo nella squadra, con Cardiff Blues è stata fantastica" Video

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

SOCIETA'

bergamo

15enne scopre dopo un anno che dall'altra parte della chat erotica c'è il papà

4commenti

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design