13°

26°

Parma

Alessi non parla - La difesa chiede l'applicazione minima dell'ergastolo - Il pm: "Se ci fosse avremmo chiesto la pena di morte"

Alessi non parla - La difesa chiede l'applicazione minima dell'ergastolo - Il pm: "Se ci fosse avremmo chiesto la pena di morte"
Ricevi gratis le news
5

Giornata importante per il processo sul sequestro e la morte del piccolo Tommy. Stamattina l'avvocato di Mario Alessi, accusato di aver ucciso Tommaso Onofri, ha chiesto l'applicazione minima della pena dell'ergastolo, che prevedrebbe la reclusione da 24 a 30 anni.  Ma il pm ha chiesto per Alessi il massimo della pena. «Se il nostro codice avesse  previsto quella oscenità che è la pena di morte noi pubblici  ministeri avremmo dovuto chiedere il massimo della pena per  questo reato», ha detto Lucia Musti. Alessi, che aveva annunciato dichiarazioni spontanee, ha preferito non parlare.  L'imputato aveva anche dichiarato di voler fare i nomi di altre persone  implicate nella vicenda, e in merito a questo avrebbe fatto al suo avvocato il nome di "Gioachino", che però nemmeno il suo legale Laura Ferraboschi sa chi possa essere.

"Ma Alessi si è pentito?" hanno chiesto i cronisti all'avvocato Ferraboschi. Lei ha risposto che sicuramente si è pentito del sequestro (e la prova sarebbe il fatto che lui stesso ha accompagnato le forze dell'ordine in via del Traglione, dove Tommy è stato sepolto) ma non può essersi pentito dell'omicidio perché - aggiunge il legale - non l'ha commesso.

ore 10 : Laura Ferraboschi inizia a parlare ed esprime solidarietà ai genitori di Tommaso. Paola Pellinghelli abbandona l'aula. Poi si concentra su Salvatore Raimondi, l'ex pugile che secondo lei sarebbe il vero autore dell'omicidio. "Raimondi è un professionista della mistificazione - dice - , è stato graziato"

 ore 10,40: Si fa riferimento alla posizione del gip Marinella De Simone, che nell'aprile del 2006 aveva concluso che in via del Traglione, per ragioni di tempo, dovevano essere quantomeno presenti sia Alessi che l'ex pugile Salvatore Raimondi, condannato a 20 anni di carcere.

ore 11,12:  Si passa alla ricostruzione della sera del 2 marzo. La Ferraboschi spiega, riferendosi spesso alla "scientificità" degli elementi forniti, che non è possibile che Raimondi sia arrivato sul luogo dell'omicidio alle 20,17 (ora della telefonata dell'ex pugile alla Conserva) ma "almeno un quarto d'ora prima" , perché sarebbe stato verificato che da Casaltone al Bosco dei Bissi, dove è stato ucciso Tommy,  in motorino non si sarebbero impiegati più di nove minuti.  Raimondi, quindi, non avrebbe giustificato un "buco" temporale di circa un quarto d'ora che secondo la difesa di Alessi sarebbe stato impiegato per uccidere e seppellire il bambino.

ore 12,05: L'avvocato Ferraboschi dice che anche Sebastiano, il fratellino di Tommy, "aveva intuito la cattiveria di Raimondi". Lo aveva infatti definito "cattivo come un rospo".

ore 12,30: La sera del sequestro, continua il legale, Raimondi aveva avuto un ruolo molto attivo nelle operazioni, legando gli ostaggi e prelevando Tommaso dal seggiolone. Aveva però  dimenticato la scheda telefonica sim con cui avrebbe dovuto chiedere il riscatto agli Onofri. Quella scheda - lui lo sapeva - non sarebbe stata attivata per il 2 marzo. Il fatto che Raimondi sapesse dell'impossibilità dell'attivazione della sim, secondo l'avvocato Ferraboschi, dimostrerebbe che Raimondi "non solo è un personaggio criminale astuto, ma dirige le operazioni del sequestro".

ore 13: "Alessi ha una personalità inerme, subisce le angherie dell'altro - dice la Ferraboschi in aula -. La sera del sequestro aveva anche accarezzato la veste del piccolo Tommaso. Alessi è il primo reo confesso, il primo pentito di questo processo". La difesa di Mario Alessi continua ad attaccare Raimondi, sostenendo che lo stesso era abituato "ad alzare le mani" e assumeva spesso sostanze stupefacenti. 

ore 13,10: L'aver fatto ritrovare il corpo di Tommaso, secondo la Ferraboschi, sarebbe stato da parte di Alessi un "atto di coraggio"

ore 13, 40: "Se Raimondi la passa liscia, si invia un messaggio preoccupante e devastante", dice la Ferraboschi davanti alla Corte. La Ferraboschi continua spiegando che non ci sono ancora le condizioni "per una chiarezza totale". "Si brancola ancora nel buio", dice. E continua: "Chi non uccide un cane, ha poi il coraggio di uccidere un bambino?". Secondo la difesa, addirittura Mario Alessi potrebbe anche essere stato coinvolto nel sequestro inaspettatamente, visto che "è stato Raimondi a prelevare Tommaso dal seggiolone"

ore 14:  La difesa di Alessi chiede l'applicazione minima della pena dell' ergastolo, che prevede la reclusione da 24 a 30 anni. Udienza sospesa; si torna in aula alle 14.30.

ore 15: Riprende l'udienza. L'avvocato Laura Ferraboschi chiede che Alessi possa parlare dopo le controrepliche. La richiesta viene negata: o Alessi parla subito o nulla. E Alessi dice: "No no, va bene cosi". Decide quindi di non parlare.

ore 15,30: Parla il pm Lucia Musti: «Se il nostro codice avesse  previsto quella oscenità che è la pena di morte noi pubblici  ministeri avremmo dovuto chiedere il massimo della pena per  questo reato». Il pm si riferisce ovviamente a Mario Alessi.

ore 15,50: Il pm Silverio Piro ribadisce l'estraneità di Salvatore Raimondi all'omicidio di Tommaso. "Non ci possiamo commuovere di fronte al dolore della Conserva - grida il procuratore aggiunto della Dda di Bologna-, noi ci dobbiamo commuovere di fronte al dolore degli Onofri".

ore 15,55: La difesa dei genitori di Tommy spiega che gli elementi a carico di Alessi e Conserva "non sono stati smentiti". La Conserva ha addirittura ammesso di aver ricevuto il 2 marzo la telefonata delle 20,17, dice la Cappelluto, e "non c'è nessuna ragione per utilizzare una scheda sim diversa dalla personale se non per confondere le indagini". L'aver utilizzato tale scheda intestata a una persona fittizia sarebbe "la prova del nove che il suo contributo c'è stato".

ore 16: L'avvocato Catellani, che rappresenta gli zii e i nonni di Tommy, ribadisce l'attendibilità delle dichiarazioni di Salvatore Raimondi

ore 16,09: Inizia la replica di uno dei due difensori di Antonella Conserva, Luigi Vincenzo.

ore 16.30: L'udienza è terminata, si torna in aula il 28 maggio quando sarà emessa la sentenza. Potrebbero esserci dichiarazioni spontanee di Antonella Conserva.

Alla fine, parlando con i cronisti, la pm Musti ha precisato di essere contraria alla pena di morte, che lei bolla come "un'oscenità"(al proposito, il pm dice di essere iscritta ad Amnesty International). Tuttavia per Mario Alessi, la Pubblica accusa chiede il massimo della pena previsto nell'ordinamento: in questo caso è l'ergastolo, ma se il massimo della pena fosse stata la pena capitale (come in altri Paesi) , dice la Musti, l'avrebbe richiesta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giorgio tuniossi

    25 Maggio @ 08.55

    Mi sembra che contro Antonella Conserva non c'è alcuna prova, ma solo l'accusa di raimondi che per salvarsi la pelle l'accusi.

    Rispondi

  • Mauro

    24 Maggio @ 15.04

    Secondo il mio punto di vista questi tre delinquenti non hanno diritto ad un processo a spese di noi cittadini, ma vanno condannati seduta stante alla pena capitale.Altro che mii avvalgo della facoltà di non rispondere.

    Rispondi

  • francesca

    24 Maggio @ 12.33

    le parole del pm non le trovo esagerate o fuori luogo, ha fatto semplicemente capire che per un reato come questo e con le prove raccolte si deve giustamente chiedere il massimo della pena, sono ben contenta che non ci sia la pena di morte nel nostro paese, sarebbe troppo facile farla finita, dovrebbero vivere ogni singolo giorno che gli rimane dentro ad una cella, augurandogli una vita piena di sofferenza e di rimorsi........sempre che riescano ad averne

    Rispondi

  • Francesco

    24 Maggio @ 11.12

    Ripeto quanto ho già detto : in questo caso rimane qualcosa di oscuro, in particolare il movente. Tommy e' stato rapito con la premeditata intenzione di ucciderlo ? In tal caso, perche' ? Oppure e' stato rapito a scopo di estorsione ? Ma i genitori sono due impiegati postali. Un' estorsione si fa con ostaggi miliardari. Cosa si voleva estorcere a due impiegati postali ? La dichiarazione del Pubblico Ministero sulle pena di morte e' del tutto inopportuna.

    Rispondi

  • oscar abelli

    23 Maggio @ 22.40

    PER ME A "TUTTI" E TRE GLI IMPLICATI VA DATA LA PENA -A VITA-AI LAVORI FORZATI CON ISOLAMENTO: LAVORI DURI, ANCHE ALLA DONNA!!

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paola Di Benedetto dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo

TELEVISIONE

Sexy Paola dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo Foto Video

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione sessuale Video Foto

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Azzannata da un pitbull

tg parma

Azzannata da un pitbull e insultata per il velo: la denuncia di una donna a Parma Video

La proprietaria del cane se n'è andata dopo il violento episodio

ANTEPRIMA GAZZETTA

Inchiesta sugli affitti: 2 sfratti al giorno in media a Parma e provincia Video

Inquilini abusivi: proprietario di un appartamento "accolto" con un coltello

fidenza

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: gravissimo 67enne

politica

25 Aprile, Pizzarotti e "quei parlamentari che non hanno partecipato al corteo..."

Cavandoli: "Entrambe le parti erano mosse da motivazione valide e giuste"

4commenti

sfilata

Parma, 25 Aprile: tutti i colori della libertà Foto

carabinieri

Viale Mentana, arrestato con un etto di hashish il pusher dai mille nomi

4commenti

GAZZAREPORTER

Lago Santo: 25 Aprile al rifugio Mariotti

borgo gallo

L'accumulatore seriale ha «ridotto» così il palazzo in centro: le foto Video

incidenti

Una moto a terra in A1 tra Fidenza e il bivio per l'A15: due in Rianimazione

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

parma calcio

Lucarelli e Munari, una camera per due

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

2commenti

DEGRADO

Stazione, parcheggio H: vigilanza armata dalle 14,30 alle 22,30

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

tg parma

Cameo di Benedetta Mazza nel film di Sorrentino su Berlusconi Video

La polemica

Concerto, via Farini chiusa: «Un danno per il commercio»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il 25 aprile e la memoria perduta degli italiani

di Michele Brambilla

LA BACHECA

Ecco 20 nuovi annunci per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

gran bretagna

I giudici: "Alfie sta morendo". E il padre minaccia una causa a tre medici per omicidio

COPENHAGEN

Ergastolo all'inventore del Nautilus per l'uccisione della reporter

SPORT

tifosi violenti

Champions, la polizia inglese conferma: arrestati due romani per tentato omicidio

2commenti

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

LIBERAZIONE

I cortei del 25 Aprile: Brigata Ebraica contestata a Milano, niente corteo unitario a Roma Foto

cavriago

Non gli andava bene l’orario di consegna: prende la postina a bastonate

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

2017: IL SORPASSO

La CO2 emessa dai benzina supera quella dei diesel