18°

28°

Parma

Ciclabili troppo "verdi"

Ciclabili troppo "verdi"
Ricevi gratis le news
0

Pierluigi Dallapina
I punti più insidiosi sono lungo il percorso che parte dal ponte Caprazucca, costeggia il Baganza, e arriva fino al ponte della Navetta, ma i ciclisti devono prestare attenzione, e abbassare la testa, anche quando pedalano lungo via Emilia Est, sul Lungoparma e in viale Solferino.
Con l’arrivo della bella stagione le chiome degli alberi tornano a ricoprirsi di foglie, e qualche ramo, nella crescita, arriva ad invadere le piste ciclabili, costringendo chi le percorre a improvvisi slalom o a brusche frenate per evitare di essere centrato in pieno dal verde delle piante.
 Basta fare qualche chilometro in bicicletta per rendersi conto che è necessario un intervento di potatura in alcuni punti della rete delle piste ciclabili.
Via Montebello, problema risolto
Per fortuna, uno dei passaggi più critici, quello all’altezza del parco del Dono in via Montebello, è stato sistemato, in quanto la chioma di un albero che cresce nell’area verde rendeva estremamente pericoloso servirsi della pista ciclabile, tanto che era preferibile fare un breve tratto di strada e aggirare l’ostacolo.
 I problemi invece restano in viale Maria Luigia, dove i tigli che ombreggiano il viale, in più punti della pista ciclabile, invadono con foglie e rami la corsia ovest della pista, e per la precisione nel tratto davanti al liceo «Ulivi» e in quello che si trova di fronte al «Rondani» e al «Melloni».
Proseguendo sempre verso sud si arriva in via Varese, dove un altro tiglio, all’inizio della strada, impone al ciclista di abbassarsi per non essere «spettinato» dalla pianta.  La stessa situazione la si ritrova a metà strada e verso la fine di via Baganza, all’altezza della fermata della linea 1.
Qui, il ramo di un albero è cresciuto a pochi metri dal suolo, in modo perpendicolare rispetto al tracciato della pista ciclabile. In viale Solferino, fra via Villa e via Rondizzoni, le foglie delle piante ostruiscono solo in parte la carreggiata est della ciclabile, ma le leggere svolte a cui sono costretti i ciclisti avvengono in un tratto di strada in cui molto spesso si trovano anche pedoni, passeggini e biciclette che arrivano dalla direzione opposta.
Quel noce sul Lungoparma
Restando in zona, sul Lungoparma, all’altezza della rotatoria con viale San Martino, il ramo di un noce che cresce nel greto del torrente costringe pedoni e ciclisti ad abbassare la testa. Nel tour lungo le piste ciclabili più frequentate, vanno segnalati altri due punti critici in via Emilia Est: il primo   nel tratto di fronte al Barilla center, con un paio di giovani tigli che ostruiscono la corsia nord, mentre il secondo è compreso fra via Cassio Parmense e via Scarabelli, dove è meglio rallentare, chinarsi o cambiare corsia, se non si vogliono centrare i rami dei tigli con il volto.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva.

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"