18°

Parma

Dall'Olio capogruppo in Consiglio. E ora nel Pd è caccia ai segretari

Dall'Olio capogruppo in Consiglio. E ora nel Pd è caccia ai segretari
Ricevi gratis le news
12

Chiara Cacciani

E' andata in ritiro ieri sera in via Treves, la squadra del Pd in Consiglio comunale. E ha consegnato la fascetta di capitano (quella indossata dal 2007 al commissariamento da Giorgio Pagliari) a Nicola Dall'Olio. Sarà lui, il più votato tra tutti i candidati consiglieri delle amministrative 2012 a guidare l'opposizione dei Democratici nel parlamentino parmigiano, che si riunirà per la prima volta giovedì. Sui banchi di minoranza su cui siederà il gruppo Pd ci saranno, oltre al neocapogruppo, Giuseppe Bizzi, Maurizio Vescovi, Massimo Iotti, Pier Paolo Scarpinoe e Alessandro Volta (che entra dopo la rinuncia di Vincenzo Bernazzoli).

Sembra che ad aspirare all'incarico fosse anche Massimo Iotti, tra i "decani" in Consiglio. Ma in realtà la nomina di Dall'Olio era nell'aria da tempo. Così nell'aria che i colleghi consiglieri 5 Stelle avevano indirizzato proprio a lui - "dissidente" dalla vecchia guarda del partito e primo a richiedere a gran voce un rinnovamento - una offerta di apertura: "Ci faccia avere le sue proposte sui temi che ci sono cari". "Ben venga la collaborazione, quando ci saranno progetti condivisi  - aveva subito risposto Dall'Olio - ma prima aspettiamo di vedere cosa proporrà il sindaco Pizzarotti".  "Faremo una opposizione vera, critica e responsabile, una ospposizione di merito e di metodo, e porteremo le nostre proposte- conferma oggi Dall'Olio -. Però tutti questi discorsi sono prematuri: dobbiamo ancora vedere la giunta, asspettiamo il sindaco e la sua squadra al banco di prova. Certo, questa lentezza...E poi si sembra già criticabile che venga scelto il rappresentante di una associazione di categoria per lavorare su tutte le attività produttive. Si vedrà come se la caveranno, poi, con le promesse elettorali: quella sull'inceneritore mi sembra la più difficile da mantenere, soprattutto senza costi per i cittadini".

"Prima di tutto viene l'interesse della città - aggiunge il neocapogruppo Pd - E una delle prime cose che spero vengano fatte è il bilancio di cosa sono stati i 5 anni precedenti. Bisogna analizzare le cause del debito, anche insieme magari. E se sarà necessario arrivando anche ad azioni di responsabilità: non è giusto che il debito lo paghino i icittadini. Bisogna mettere un punto finale su questa vicenda". Il dialogo coi citttadini? "Non trascureremo internet, con magari una casella di posta elettronica per le segnalazioni e i suggerimenti. Ma privilegeremo i canali classici per raggiungere tutti i cittadini".
 

"Quella di Dall'Olio a capogruppo è una scelta importante e significativa", ha commentato Gabriele Ferrari, uno dei triumviri che stanno provando a traghettare il Pd fuori dalle acque burrascose del dopoballottaggio. "Una scelta importante e significativa come quella presa da Bernazzoli, e che abbiamo condiviso, di impegnarsi a tempo pieno per la Provincia. E come quella che dovremo prendere in merito ai segretari provinciale e cittadino pro tempore. In questo senso, stiamo facendo passi silenziosi ma concreti".  Le scadenze sono già segnate in rosso sul calendario: sabato 16 giugno l'assemblea provinciale, il giorno dopo quella cittadina. E lì saranno gettate le basi per arrivare alla doppia elezione: il 30 giugno il nuovo segretario provinciale, il 1 luglio quello della città. "Per la politica sono tempi brevi e certi - ha continuato Ferrari - Vogliamo metterci il più presto possibile sulla strada della ripartenza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giovanna

    13 Giugno @ 10.45

    A Mattia@ Il linguaggio usato da Mattia sembra fatto apposta per dare ragione al Financial Times e alla definizione che ha dato di Grillo. Dall'Olio ha fatto un commento educato e serio al quale alcuni elettori grillini rispondono solo con insulti. Speriamo non siano tutti così, sarebbe una bella presa in giro per Parma soprattutto. Ricordo che gli insulti che la Lega ha sempre sputato contro il PD non le hanno portato fortuna e qui mi sembra che questi elettori siano simili agli scomparsi leghisti.

    Rispondi

  • Fernando Luzzara

    13 Giugno @ 08.19

    Egregio Dall'olio, io voglio augurare alla sua parte politica, che lei sia in grado di prendere decisioni, e sostenerle, senza dover sottostare ai vari diktat di partito; ormai la comunicazione è cosi rapida nel muoversi che sfugge di mano ai pensatori a gettone che siedono nelle sedi di partito e lei come tutti quanti ha detto di voler fare il bene della città, vedremo.

    Rispondi

  • Mattia L

    13 Giugno @ 07.42

    Potete anche farne senza visto che ormai siete destinati a scomparire dalla scena politica italiana come sta succedendo per gli altri maggiori partiti politici\r\n AVete stufato, siete disonesti, truffatori , arraffoni, falsi , opportunisti, non l avete capito ancora ?!

    Rispondi

  • Michele

    12 Giugno @ 23.45

    In casa PD è cominciato il dopo SCHETTINAZZOLI!

    Rispondi

  • pier luigi

    12 Giugno @ 23.06

    ma non avevano già stabilito tutto? sapevano da dove e come si era creato, hanno ancora da controllare?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale in auto con una ragazza: è morto "Zanza" , re dei playboy della Riviera romagnola

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Harlem Gospel Choir

Auditorium Paganini

Arriva l'Harlem Gospel Choir

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

4commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

FIDENZA

Vandalismo: distrutto il lunotto di una Lancia Y

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

3commenti

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

genova

Crollo del ponte, ferrovia a pieno regime dal 4 ottobre

SPORT

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

BASEBALL

Parma Clima: Yomel Rivera raggiunge i compagni in Arizona

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

PARMA

Il pubblico della fiera come i piloti Ferrari: l'emozione del pit-stop a "Mercanteinauto"

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel