17°

28°

Parma

Acqua Pubblica: come tutelarla?

Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa

Il Coordinamento Provinciale Acqua Pubblica Parma nella primavera dello scorso anno , raccogliendo migliaia di firme tra i residenti del comune di Parma, presentava  all'allora Consiglio comunale due petizioni di iniziativa popolare sul tema dell'Acqua come Bene Comune.

In una seduta del suddetto consiglio veniva approvata all'unanimità la petizione "per una migliore gestione dell'acqua pubblica a Parma" che alleghiamo.
Tale petizione conteneva una serie di buone prassi da promuovere e sostenere, nonché azioni di rendicontazione, informazione, e sensibilizzazione sul tema acqua, oltre ad una serie di impegni che l'Ente Locale si assumeva in ordine a interventi e manutenzione della rete idrica, risparmio dell'acqua e investimenti per migliorare la qualità dell'acqua.
Detti temi non sono divenuti  obiettivi prioritari dell’agenda dal passato Consiglio e della sua  Giunta per le vicende a noi note.
Nella medesima seduta veniva invece respinta la Petizione che chiedeva la modifica dello Statuto Comunale affinché "si riconoscesse l'Acqua quale bene comune di proprietà pubblica” e  si recepisse nello statuto comunale “la non rilevanza economica del servizio idrico integrato".
Quest'ultima Petizione veniva accolta dall'allora minoranza consigliare e respinta dal centrodestra cittadino adducendo motivazioni  di ordine giuridico/legislativo. Tutto questo accadeva prima del referendum del 12 e 13 giugno 2011.
Oggi, alla luce dei risultati referendari di cui sopra le osservazioni che hanno portato al respingimento della petizione di cui sopra (v. Allegato) , sono da considerarsi formalmente decadute; non solo le richieste del coordinamento provinciale dell’acqua pubblica ieri respinte, oggi sono supportate da un consenso popolare senza precedenti.
La stragrande maggioranza dei cittadini, non solo parmigiani, ha infatti votato per chiedere un percorso di ripubblicizzazione dell'Acqua Pubblica.
Con l'ultimo passaggio elettorale amministrativo dello scorso maggio, il nuovo Consiglio e la nuova Giunta hanno tutte le carte in regola per dare concretezza alla prima petizione già approvata e pertanto esigibile e  per riconsiderare l'esito dell'altra Petizione, a suo tempo bocciata. Quest’ultima, infatti, potrebbe e dovrebbe essere assunta come impegno coerente per il cambiamento ed uno sviluppo eco sostenibile della nostra comunità cittadina.
In questo modo l’amministrazione si farebbe carico dell'assunzione di una volontà popolare netta e inequivocabile, dando altresì un segnale di vero cambiamento e trasparenza sulla gestione dei così detti beni comuni che nell'acqua, vedono la forma prima di bene e diritto universale.
Purtroppo il Coordinamento Acqua Pubblica Parma a tutt’oggi sta riscontrando un’ involuzione del dibattito sui beni comuni e una paralisi oggettiva dell'applicazione concreta degli esiti referendari.
Il Coordinamento cittadino di conseguenza constata con preoccupazione l'allontanarsi di una gestione "vicina" al cittadino del servizio idrico del nostro territorio.
Questa progressiva perdita di controllo dei servizi locali sta andando di pari passo con un’ opacità sul futuro della Multiutility Iren -che gestisce l'intero processo- e che a fronte di in elevato indebitamento rischia di operare una ulteriore svendita/privatizzazione del servizio idrico.
Il Coordinamento chiede dunque al  Comune come intende intervenire per invertire un processo che sfugge alla comprensione del cittadino.
Il nuovo regolamento dell'ATO regionale consegna al Consiglio Locale una serie di compiti specifici.  Ci piace credere  che, come capofila, il Comune di Parma, proponga una sinergia con l'intero territorio provinciale e che potesse costituire una sperimentazione per una nuova gestione , democratica e trasparente del bene comune Acqua.
l blocco degli investimenti che rischia di verificarsi con l'incertezza delle politiche future dell'attuale gestore, potrebbe rendere sempre più inefficiente e di bassa qualità l'Acqua che il cittadino di Parma beve.
Per queste ragioni il Coordinamento chiede che la nuova giunta e il consiglio comunale assumano una posizione centrale nella programmazione del servizio idrico rendendo espliciti gli obiettivi (anche economici) che intende perseguire nella speranza della più coerente linea referendaria.
Il Coordinamento si dichiara fin d’ora disponibile ad una fattiva collaborazione affinché si possano realizzare gli intenti e gli obiettivi enunciati.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

57 annunci di lavoro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

Lealtrenotizie

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Felino

Incendio di Poggio Sant'Ilario: Mohon condannato a dieci anni

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

SIVIZZANO

Addio all'imprenditore Romano Schiappa

calcio

Riecco Ciciretti

SALSO

E' morto Ruggero Vanucci, storico edicolante

MONTAGNA

Soccorso Alpino attivato nella zona del Lagastrello per soccorrere una persona ferita

MOBILITA'

In bici sulla pista ciclabile numero 4, tra buche e lampioni

4commenti

AUDITORIUM PAGANINI

"Il meglio di noi": 12 TvParma presenta le novità, dal palinsesto ai nuovi studi

2commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

3commenti

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

ITALIA/MONDO

ROMA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPAM

Porno-ricatto via e-mail: allarme (e consigli) della polizia postale

SPORT

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

INTERVISTA

Golf, inizia il Tour Championship: sfida importante per Francesco Molinari Video

SOCIETA'

McDonald’s

Il Big Mac compie 50 anni: nacque dall'idea di un italoamericano

bergamo

15enne scopre dopo un anno che dall'altra parte della chat erotica c'è il papà

5commenti

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design