18°

28°

Parma

Carceri: detenuti in calo, ma ancora sovraffollamento - A Parma gli stranieri sono il 60%

Carceri: detenuti in calo, ma ancora sovraffollamento - A Parma gli stranieri sono il 60%
Ricevi gratis le news
27

In Emilia-Romagna sono presenti 12 istituti penitenziari: rispetto ai dati nazionali, in questa regione si registra uno dei più alti indici di sovraffollamento, 167,1 presenze su 100 posti di capienza regolamentare. Gli istituti di Bologna, Ravenna, Modena, Piacenza e Reggio Emilia (Ospedale psichiatrico giudiziario) risultano essere i più sovraffollati, ma per la prima volta negli ultimi anni si registra un calo della popolazione carceraria: rispetto al 2010, il numero dei detenuti passa da 4.373 a 4.000 (-8,5%).

E' uno dei dati emersi dalla seduta congiunta delle commissioni Politiche per la salute e Statuto e regolamento per esaminare la relazione annuale della Giunta sulle carceri in Emilia-Romagna, secondo quanto previsto dalla Legge regionale 3/2008. La norma prevede infatti una «clausola valutativa», che impegna l’esecutivo a presentare una relazione con informazioni su quesiti specifici, al fine di valutare lo stato delle iniziative realizzate per la popolazione carceraria. Nella relazione vengono presi in esame i problemi del sovraffollamento, l’utilizzo di misure alternative alla detenzione (affidamento in prova, semilibertà, detenzione domiciliare), gli interventi per il reinserimento sociale delle persone detenute e quelli in campo sanitario, i principali aspetti legati alla giustizia minorile.

 Dei 4.000 detenuti, 3.855 sono uomini, 145 le donne, di cui 78 straniere. 18 sono quelle impegnate in lavori interni al carcere, 61 sono iscritte a corsi scolastici (29 a corsi di alfabetizzazione). In tutto sono 2.065 gli stranieri, che rappresentano il 51,6% del totale, contro una media nazionale del 36,1%; a Modena, Parma, Reggio Emilia, Ravenna e Bologna, la presenza di stranieri supera il 60%. Circa il 58% dei detenuti è residente in regione o proviene da Lombardia (243), Campania (243), Sicilia (145) e Veneto (137). Per quanto riguarda il livello di istruzione, per 2.198 detenuti non è stato rilevato; dei restanti, 33 (0,81 %) sono analfabeti, 316 (7,9%) hanno la licenza elementare, 1.132 (28,30%) la terza media, 173 (4,32%) hanno un diploma di scuola media superiore, e i laureati sono 35
(0,87%).

Risultano condannati in via definitiva 2.023 detenuti (50,5%), mentre il 20% della popolazione carceraria è in attesa del giudizio di primo grado e il 41,9% è stata condannata in via non definitiva. Per quanto riguarda gli episodi di violenza nelle carceri, si registrano aggressioni e autolesionismi e risulta in aumento il fenomeno dei suicidi fra i detenuti (erano quattro nel 2010, sono stati sei nel 2011), a cui si sommano 76
tentati suicidi; il fenomeno coinvolge (con numeri più ridotti) anche il personale che opera negli Istituti penitenziari, in particolare gli agenti di polizia penitenziaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    05 Luglio @ 09.10

    INDIANA, LUCA, MEDIOMAN, vi rispondo a tutti e tre, partendo dal presupposto che io ho amici di vari paesi sia extra che comunitari poi se vogliamo dirla tutta non è che li frequenti poi molto a parte rapporti di lavoro, non sono di sinistra, non ho mai frequentato un centro sociale (che poi a parma non ne esistono). Partendo dalle percentuali di case popolari agli stranieri e graduatorie asili, le percentuali date agli stranieri sono lievemente inferiori alla percentuale di immigrati regolari residenti a Parma e provincia quindi non vedo dove ci sia lo scandalo. Luca parla di nullafacenti, vucumprà e abusivi ma finge di non sapere o non sa che le case popolari a queste persone non vengono date anche perché il più delle volte queste persone sono clandestine, per avere le case popolari devi avere lavoro, permesso di soggiorno e altri requisiti, la cosiddetta feccia (sarò maleducato ma per me chi delinque lo chiamo così) è rintanata in case con contratti di affitto abusivi perché andando in comune a chiedere una casa riceverebbero un foglio di espulsione (chiaramente l’espulsione non verrà attuata perché si taglia continuamente e non ci sono soldi per farle). Detto questo facciamo il collegamento lavoro – permesso di soggiorno – casa popolare – ticket non pagato per aver usufruito del pronto soccorso per nulla o per patologie non gravi = trattenuta automatica delle somme dovute all’azienda sanitaria direttamente nella busta paga nella misura massima del 20% del netto dello stipendio mensile fino all’estinzione del debito. MEDIOMAN: mi piace il tuo discorso finale, parli delle pene che subirebbero i delinquenti al loro paese e allora ti chiedo, la colpa di chi è? Sei proprio sicuro sia dei giudici che non fanno altro che applicare la legge? È colpa loro se sono previste mille attenuanti e ormai per andare in carcere devi avere una pena superiore ai 3 anni? Sai quante sono le pene superiori ai 3 anni? Quanto prendi per un furto? Se io fossi un ladro andrei sicuramente in Italia a delinquere. Secondo me poi si commette un errore perché chi ha ideologie secondo me sono in pochi, io ad esempio perché non generalizzo vengo etichettato come comunista (ho idee di sinistra ma non condivido tutto, ho votato sia a sinistra che a destra, guardo i candidati non i partiti, perfino forza Italia col naso turato ho votato), qualcuno mi ha anche definito “al soldo di bernazzoli” che neppure conosco, ma io non sono mai sceso in piazza (non scendo comunque in piazza per nessuna manifestazione, non sciopero al lavoro perché in questi tempi gli faccio solo un favore al datore di lavoro a stare a casa) per difendere i ladri, ho sempre e solo detto che un ladro è un ladro non un extracomunitario, è sbagliato dire quello che dico?

    Rispondi

  • Shunkakan

    04 Luglio @ 13.27

    Maurizio le leggende metropolitane e la propaganda di un certo politico sono nella tua testa. Ma dove vivi? Basta andare in comune per avere tutti i dati che vuoi riguardo sussidi, graduatorie negli asili ecc. E poi visto che sei tanto amico degli stranieri ( ma anche australiani, tedeschi, francesi, norvegesi o solo di quelli che vengono da certi paesi? ) basta che chiedi a loro: io ho lavorato per tantissimo tempo in un asilo e posso confermarti che parecchi bambini extracomunitari erano in graduatoria prima dei nostri, non pagavano la retta o avevano aiuti ( ma se sono all'asilo vuol dire che i genitori lavorano o no? Vale solo per gli italiani? ) e il pulmino gratis. Amici e colleghi extracomunitari ( si io ho amici stranieri di tutti i paesi però, sai io non sono una razzista che frequenta solo un certo tipo di persone) , con lavoro, mi hanno confermato che loro parecchie cure mediche tipo dentista non le pagano qui ( i francesi e i tedeschi invece si ). Vado avanti? Parliamo dei milioni stanziati per i campi nomadi? Sono fantasie anche quelle secondo te? Allora chiedi ad Errani.....

    Rispondi

  • luca

    04 Luglio @ 13.12

    @maurizio: si e i nullafacenti, vale a dire la maggior parte, cosa gli viene trattenuto? così come le multe elevate ai vu cumprá parcheggiatori abusivi davanti all'ospedale secondo te le hanno pagate? maaadddaaaiiii ma dove vivi?

    Rispondi

  • medioman

    04 Luglio @ 13.07

    @maurizio: una badante slava (caso concreto e reale) può avere la "residenza" a Milano, ma lavorare in provincia di Parma. Non ti dò altri riferimenti, perché non è il caso. Gli stranieri, tra di loro, si "informano" su come fare. E poi, ci sono "organizzazioni" italiane che speculano pure su queste cose. Delle sparate dei politici non me ne può fregare di meno; anche perché, dal mio punto di vista, spesso le cosiddette "pensioni facili" (anche agli italiani) godono delle compiacenze degli "amici degli amici". Per quanto riguarda gli ospedali, basta che ci sia una "urgenza" (basta informarsi come) per evitare di pagare il ticket. Comunque, ci tengo a precisare una cosa: io ho diversi amici "stranieri", e sono proprio loro (quelli onesti) a scandalizzarsi di queste cose. Sono solo certi itagliacani, con il cervello spappolato dall'ideologia, che continuano a non volere vedere! A non volere vedere, ad esempio, che certi criminali che al loro paese rischerebbero pene "corporali", preferiscono venire a "soggiornare" in Itaglia, dove invece sanno che, al massimo, si beccano una ramanzina da un giudice!

    Rispondi

  • Giuio

    04 Luglio @ 12.21

    Spiegate un pò, cari buonisti di sinistra e catto-invasati del "porgi l'altra guancia": è mai stato chiesto al popolo italiano tramite un referendum o altro sistema democratico cosa ne pensasse dell'immigrazione e se la volesse ? NO ! Gli italiani se la sono ritovata con tutti i danni che essa arreca e basta. E quanto costa in termini sociali ed economici ? Se tanto amate questa gente che non è tutta pacifica e benevola e ben intenzionata, ma parte di un progetto europeo ai danni degli stati invasi come il nostro, prendetevela nelle vostre case e fatevene carico voi; ma piantatela di difenderla e di dare del razzista a chi, a ragione, non li tollera più.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva.

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"