21°

Parma

Ancora problemi sulla Parma-Suzzara: manca un modulo, il treno non parte. Piove ed entra l'acqua

Ancora problemi sulla Parma-Suzzara: manca un modulo, il treno non parte. Piove ed entra l'acqua
Ricevi gratis le news
2

di Andrea Violi

Non c'è pace per la linea ferroviaria Parma-Suzzara. Continuano le lamentele dei viaggiatori, compreso il comitato «In treno per Parma», su ritardi, treni soppressi e scarsa manutenzione. Dai viaggiatori sono arrivate segnalazioni di infiltrazioni d'acqua nel treno partito da Parma alle 17,48 di oggi: non certo un'alluvione ma nella carrozza di testa i sedili erano bagnati; la gente ha usato solo il secondo vagone, dove comunque su almeno un sedile gocciolava l'acqua. In più, in questi giorni sono emerse segnalazioni su problemi per la soppressione di corse e ritardi, anche nei bus sostitutivi.
Il caso più recente: martedì 3 luglio il treno partito alle 6,16 da Suzzara è arrivato a Parma ma non è più ripartito in direzione opposta. La corsa delle 7,50 per Suzzara è stata soppressa. Il motivo? Problemi nei documenti che permettono ai convogli Fer di entrare in stazione a Parma.
Interpellata da Gazzettadiparma.it, l'azienda Fer conferma l'episodio ma dice che si tratta di un caso isolato. Fer ammette che qualche problema in più c'è stato a partire da giugno: dopo il terremoto è stata chiusa l'officina di Sermide, nel Mantovano; quelle di Bologna e Reggio Emilia devono affrontare tutto il lavoro, per cui gli interventi di manutenzione hanno subìto rallentamenti.
Dal canto suo Ziber Cattini, referente del comitato «In treno per Parma», ribadisce che la qualità del servizio è scarsa. E mentre tornava a Guastalla con il treno delle 17,48 Cattini ci ha segnalato "in diretta" il problema: il treno è arrivato dalla Bassa reggiana, dove piove intensamente, e l'acqua è entrata nei vagoni.
Le polemiche sulla Parma-Suzzara, in generale, si trascinano da tempo, con incontri periodici fra pendolari e Fer (ora Fer-Tper) con la mediazione del Comune di Guastalla e della Provincia di Reggio Emilia. Un confronto destinato a continuare, con il comitato che non ha archiviato l'ipotesi di una class action nel caso i problemi peggiorassero.

PROBLEMI CON I MODULI: IL TRENO NON PARTE. Ecco perché un modulo può fermare un treno. Il 3 luglio il treno 11161 è arrivato a Parma ma non ha "coperto" la corsa delle 7,50 verso Suzzara. C'erano problemi con i moduli per l'ingresso in stazione e quando è stato chiarito il disguido, il convoglio sarebbe partito con un tale ritardo che è stato cancellato. «Non succede quasi mai - spiegano le Relazioni esterne di Fer -. Per circolare c'è bisogno di produrre le schede-treno, presentate all'inizio del viaggio a chi gestisce la linea. Noi abbiamo ancora un sistema datato di gestione della linea: ad ogni fermata il capotreno deve uscire, andare in stazione, comunicare che è arrivato... Nelle stazioni non presenziate (da personale fisso, ndr), apre l'ufficio e fa un fonogramma alla direzione unica (della linea, ndr). Deve farlo ad ogni stazione perché c'è un binario unico». Nella mattina del 3 luglio, il personale di Guastalla ha ritenuto che la scheda-treno non sia stata presentata o che non si trovava («stiamo verificando per capire le cause di tutto questo»).
E' possibile aggiornare questo sistema antiquato? «Deve essere cambiato, il progetto per l'investimento è in corso - spiegano da Fer - per installare una tecnologia che non costringerà più il capotreno a consegnare il documento di carta o andare in stazione».
L'azienda ferroviaria ricorda che dal 1° febbraio Tper gestisce il trasporto dei passeggeri, mentre Fer comanda la linea.
In questo periodo, aggiunge Fer, la manutenzione dei convogli va a rilento: «Dopo le scuole, dovendo fare manutenzione straordinaria ai treni usati fino ad ora e avendo lo stabilimento di Sermide chiuso per il terremoto, abbiamo dovuto far girare i treni “di emergenza”, che non sono quelli più "in forma"... Il terremoto ha bloccato il 30% circa della nostra capacità di fare manutenzione».

I PENDOLARI: «DISSERVIZI FREQUENTI». Ziber Cattini, rappresentante del comitato «In treno per Parma», riconosce che fra 2011 e 2012 «un tentativo di miglioramento c'è stato. Hanno messo tante corse però ne funziona solo una parte: ci sono troppe soppressioni, anche all'improvviso. Capita di andare in stazione a Parma e non trovare il treno. Fino a un mese fa nemmeno era scritto sul tabellone; adesso lo scrivono. C'è una particolare vulnerabilità al venerdì, con la gente che perde coincidenze o arriva in ritardo. Comunque i casi di soppressione sono troppi. Il materiale è molto vecchio e non ci sono manutenzioni. Queste rotture sui treni sono tutte annunciate. Non è che vogliamo un Frecciarossa però... Inoltre forse si potrebbero prevedere meno corse ma garantirle. L'autobus sostitutivo a volte è in ritardo e noi viaggiatori dobbiamo dare indicazioni agli autisti per andare nelle stazioni» a prendere chi aspetta il treno ma non sa che è stato soppresso. 
E segnalando che stasera entrava acqua nei vagoni, Cattini ha pensato fosse il caso di dire che, quanto a manutenzione... piove proprio sul bagnato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • franco

    07 Luglio @ 15.53

    Giustificazioni risibili !!!!!!! Inammissibili , almeno cercate di dire che i treni non esistono più , e sono sustituiti con i bus e le corriere . Ci fareste una figura migliore . CRISS.

    Rispondi

  • Kenny

    07 Luglio @ 08.42

    Ma che cavolate dicono che i problemi ci sono sempre stati anche prima del terremoto ??? E poi hanno aggiunto anche un treno nuovo di zecca !!! (Peccato che non sia fisso tutto il giorno ma fa solo qualche corsa)

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

2commenti

Lealtrenotizie

A novembre la Guida Michelin farà brillare le sue stelle per la terza volta a Parma

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

CALCIO

Gobbi a Bar Sport: "A Napoli per tentare di fare punti" Video

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

2commenti

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

LAVORO

Commercio: alla domenica lavorano soprattutto le donne

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

SPORT

FORMULA 1

L'Alfa Romeo sceglie Giovinazzi: un italiano nel Circus dopo 8 anni

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

SOCIETA'

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

Dagli Usa in Italia arriva il finto burger di carne

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

ANTEPRIMA

Ecco Tarraco, il Suv più grande di Seat