16°

29°

Parma

Cavezzo, un paese ancora in tenda in attesa di riscatto

Cavezzo, un paese ancora in tenda in attesa di riscatto
Ricevi gratis le news
0

Dal nostro inviato
Roberto Longoni

Le tende della paura ancora assediano Cavezzo. Restano nei parchi pubblici, per gli accampamenti improvvisati, restano nei giardini, desolati campeggi per famiglie che oltre al presente hanno sospeso il futuro. La gente torna in  casa (se è agibile), per lavarsi, per cucinare,  per cercare cose, ma tenendo  le porte aperte e le vie di fuga sgombre. Aperti pure gli occhi, perché si può anche rientrare a guardare la tv, magari cercando il fresco del climatizzatore o del ventilatore, ma quando è ora di dormire preferisce avere sulla testa «un telo piuttosto che un soffitto di cemento».
Le scosse devastanti che seguirono di nove giorni quella del 20 maggio hanno colpito mentre si abbassava la guardia. Ora ce ne vorrà prima che la gente torni a fidarsi della terra sulla quale poggia il piede. E' così che Andrea Panzani, «l'uomo custom», solleva una al giorno le sue manopole personalizzate cadute nella vetrina il 29 maggio.
 «Mi ero affrettato a tirarle su il 20 e ora me la prendo comoda» dice abbozzando un sorriso. E' stato fortunato, perché  oltre a quelle sono cadute solo due moto, mentre l'officina della Gray Indian's Collection, è rimasta intatta. Ma di danni l'azienda nella quale Panzani produce accessori per  dueruote e custom su misura, su specifica del cliente, ne conta eccome: provocati dalla paura. «Ho subito un calo fortissimo nel lavoro. I miei clienti che vengono da tutt'Italia non chiamano per timore di sentirsi dire che il capannone è crollato».
E così il capannone, agibile come prima, è vuoto. Timori ai quali qualcuno aggiunge gli interessi. I propri. Come un concorrente che dopo il sisma s'è ha informato i clienti che «l'Acetum di Cavezzo era del tutto distrutta» e che lui sarebbe stato in grado di subentrarle per «garantire le forniture». I terremoti scatenano gli sciacalli. Che possono anche essere nazioni liete d'offrire terreni gratis alle aziende di quest'angolo eccellente d'Italia (produttore del 2 per cento di Pil), per poi godersi i tributi e i posti di lavoro. Il colpo basso del concorrente, Andrea Bombarda, uno dei responsabili  dell'Acetum, l'incassa con un sorriso.
 La sua è  una delle principali realtà produttive di Cavezzo, con un centinaio di dipendenti. Il 40 per cento è in cassa integrazione, ma entro fine mese tornerà al lavoro.  «L'afflusso di ordini è continuo e avevamo un magazzino in grado di soddisfare le richieste -  assicura Bombarda -. La cantina di Motta (una frazione di Cavezzo, ndr)  è danneggiata, ma le botti sono state recuperate grazie ai vigili del fuoco di Milano». L'autobotte, quella che nelle foto del doposisma si vedeva ribaltata per il crollo di un muro, è stata raddrizzata e funziona come prima.  Intanto, partono container  di merce. E altri container restano: ce ne sono voluti 22 per ospitare gli uffici. I capannoni degli stabilimenti, invece, vengono «blindati» in modo da essere in grado di resistere a eventuali altre scosse. I pilastri sono già stati rafforzati. «E ora devono essere incatenati ai travi» aggiunge Bombarda. Un'operazione che a Cavezzo viene eseguita per legge solo dopo il 2008, dopo che anche questo comune è entrato a far parte delle aree a rischio nelle mappe della Penisola. Si corre ai ripari, si corre contro il tempo, per garantire le commesse e non perdere i clienti. Chi ha potuto, ha spostato i macchinari all'esterno, riprendendo la produzione sotto le tensostrutture. Come l'Avvolbigili Motta, lungo la strada che taglia in due la frazione. Si lavora sotto i tendoni bianchi, dietro a uno striscione che ammette le conseguenze del terremoto, ma non la resa. E ci sono imprenditori che per non arrendersi hanno riportato a casa la propria azienda. Inagibile il capannone, sono tornati nel garage che ha visto nascere la loro attività.
«Ecco il nostro ufficio:  nella veranda nella quale tenevamo il cane» allarga le braccia la titolare di un'azienda del settore biomeccanico. Sotto la tettoia, un paio di brande, un fax, una copiatrice e un computer, oltre a dossier con i documenti. «Del capannone - spiega la donna che preferisce mantenere l'anonimato - terremo solo i pilastri. Il resto, lo ricostruiremo tutto, con norme antisismiche». Entro la fine dell'estate, dovrebbe essere pronto. «Intanto, i nostri sei dipendenti hanno trovato posto tra i clienti, mentre concorrenti con i quali avevamo solo rapporti formali ci permettono di rispettare le consegne. Altri, invece, che credevamo amici, hanno mostrato il loro vero volto». Effetti collaterali del terremoto: cadono anche le maschere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

7commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante a Pratospilla

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno