10°

28°

Parma

I negozianti: "Vendite in calo I saldi? Una boccata d'ossigeno"

I negozianti: "Vendite in calo I saldi? Una boccata d'ossigeno"
Ricevi gratis le news
1

 Valentina Vida

La crisi c'è e si sente:  secondo i dati dell'Ascom (pubblicati ieri),  le vendite, in media,  registrano un calo del 30%. I saldi concedono un po’ di respiro al commercio, ma è ancora presto per vedere la luce fuori dal tunnel.
Tra gli esercenti parmigiani del centro storico la cautela è d’obbligo e l’impressione generale è che le persone abbiano un certo timore a mettere mano al portafoglio. 
«Rispetto allo scorso anno confermo un calo del 20 – 30% delle vendite, ma c’è chi ha fatto anche peggio – dichiara Fulvio Chicarella, responsabile del negozio di calzature Sergio Vezzoni in via Cavour -. Abbiamo registrato un lievissimo miglioramento con l’inizio dei saldi, ma la partenza è probabilmente uguale a quella dello scorso anno. Bisogna comunque analizzare i dati nella continuità, non sulla base della prima settimana». 
Andamento stabile anche per Cinzia Carboni, titolare di Me’ dolce in via Farini, specializzata nella vendita di scarpe: «E’ come l’anno scorso, già più basso sul fronte dei consumi rispetto al precedente – spiega -. In ogni caso siamo abbastanza contenti, stiamo lavorando ed è quello che conta, con i tempi che corrono». La speranza si veste di ottimismo per una prossima possibile ripresa nelle parole di Eleonora Simonelli, che si occupa della boutique d’abbigliamento Gianni Castaldini in piazza Garibaldi: «Confermo un calo delle vendite nella stagione piena - rivela - ci stiamo risollevando adesso con i saldi. Mi auguro che dal prossimo inverno si riprenda a lavorare come prima; ho un presentimento che deriva dal contatto con la gente, l’interesse nel comprare non è passato». Segnali di cambiamento in positivo non sembrano invece profilarsi all’orizzonte secondo Rosi Montacchini, del negozio di abbigliamento Gianmaria Montacchini di via Cavour: «Dopo una fase iniziale adesso andiamo bene, e con gli sconti ulteriori al 50% comprano di più – afferma -, ma si percepisce molto pessimismo, paura e titubanza. Per invertire la tendenza cerchiamo di organizzare eventi che portino qui i cittadini, perché a parte il periodo dei saldi le persone non escono più in strada». Anche chi non ha mai venduto merce in saldo, perché dispone di un outlet aperto tutto l’anno, come Centro Moda di via Farini specializzato in abbigliamento, registra difficoltà negli ultimi anni, ma con alcune differenze: «Abbiamo avuto una partenza di marzo discreta - dice il titolare Paolo Testoni -, un aprile disastroso durante il quale abbiamo cercato di difenderci e un giugno migliore». Per fortuna gli esercizi storici del centro possono contare su una clientela fissa, che magari ha diminuito il proprio budget di spesa ma non rinuncia allo shopping: «Siamo il negozio più vecchio di Parma, siamo nati nel 1903 e io faccio parte della quinta generazione – dichiara Giampaolo Galloni della boutique omonima di calzature firmate in via Cavour -. Abbiamo sentito la crisi, ma la gente viene ancora perché si fida. Forse anche chi ne ha la possibilità ha paura di spendere come un tempo, sta più attento e acquista scarpe meno care. Il problema più grande però è che non si riesce più a raggiungere il centro e aumentano gli esercizi non locali; i negozianti parmigiani stanno scomparendo e Parma s’impoverisce sempre più». 
Interessati dai saldi estivi solo di riflesso gli esercizi pubblici, che tuttavia ritrovano in questi giorni una tregua dal calo di affluenza: «Ci stiamo riprendendo dalla metà di luglio, prima era tutto morto e non c’erano in giro neanche gli stranieri – sostiene Carmela Tagliafierro della pizzeria La Duchessa di piazza Garibaldi -. Adesso per fortuna la gente arriva, soprattutto nel fine settimana, magari per mangiare qualcosa di ritorno da una giornata al mare». 
Una causa del periodo «nero», oltre alla crisi economica, è rivelata da una dei titolari del bar El Zig Café di via Al Duomo: «A maggio e giugno abbiamo visto pochi turisti, avevano paura del terremoto perché pensavano che coinvolgesse tutta la regione. Adesso va meglio».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Driver

    23 Luglio @ 08.53

    Ma no!!!! Davvero la gente compra di più con i saldi.. Non l'avrei mai detto.. Ho piacere che i negozianti si lamentano del calo delle vendite, fosse per me li farei lamentare ancora di più.. Per quanto mi riguarda i saldi sono una vera e propria presa per il cxxo nei confronti dei consumatori.. Saldi del 30 - 50 - 70 % e sicuramente guadagnandoci ugualmente sul prodotto, anche perchè nel caso come ho visto più di una volta, basta pompare il prezzo, scontarlo e il gioco è fatto, però a casa mia si chiama in un altro modo questo sistema non "fare i saldi".... Ma d'altra parte che dire, fanno bene, viene loro permesso, come quando c'è stato il cambio lira-euro dei prezzi, senza controlli. Provate a far pagare meno la roba e magari la gente inizierà a comperare di più...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, nel mirino sponsorizzazioni a squadra di basket parmigiana

16 indagati e sequestro per 25 milioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

arte

Restaurata la Cassetta Farnese di Capodimonte: presto sarà (temporaneamente) a Parma

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

CASTELFRANCO EMILIA

Sparano a uno straniero ed esultano: indagini in corso

SPORT

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

2commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street