17°

28°

Parma

Ordinanza del Comune: stop alcolici dalle 21 alle 7 - Da oggi via alle sanzioni- Intanto monta la polemica

Ordinanza del Comune: stop alcolici dalle 21 alle 7 - Da oggi via alle sanzioni- Intanto monta la polemica
Ricevi gratis le news
203

Il sindaco Federico Pizzarotti ha emesso un'ordinanza urgente che proibisce la vendita di alcolici e di bevande in contenitori di vetro fra le 21 e le 7 del giorno dopo nelle zone "calde" del centro: via Garibaldi, piazza Ghiaia, piazzale della Pace, via D'Azeglio e dintorni. L'obiettivo è quello di migliorare la sicurezza nelle strade più frequentate del centro. Nella stessa ordinanza è previsto il divieto "tout court" di vendita di alcolici, negli stessi orari, per supermercati e negozi di alimentari. Bar, ristoranti, pizzerie, kebaberie potranno invece - come ha chiarito l'assessore Casa - vendere bevande alcoliche da consumare sul posto, e in contenitori non di vetro. Quello che vogliamo evitare è l'acquisto di alcol per andare poi a bivaccare in certe zone, non certo impedire di consumare una pizza e una birra".

L'assessore Casa ha spiegato questa mattina, durante il tradizionale incontro del martedì in Comune con la stampa, che stasera gli agenti della polizia municipale saranno nelle zone citate nell'ordinanza per fare opera di informazione tra esercenti e cittadini, mentre da domani sera (mercoledì 25 luglio) scatteranno le sanzioni per i trasgressori: con multe da 100 a 500 euro. E tre giorni di chiusura per i "recidivi". L’ordinanza avrà valore fino al 30 settembre. “Un provvedimento che nasce – ha spiegato l’assessore – per porre rimedio ad una situazione di degrado urbano, civile e morale. Un’azione che è stata condivisa con i residenti, i gruppi di cittadini che frequentano le zone interessate, le associazioni di categoria, gli esercenti ed alcuni movimenti. La situazione è stata esaminata nel dettaglio e le previsioni di intervento sono di due tipi: contingente, per fornire una risposta concreta a chi vive una situazione quotidiana di disagio, e a lungo termine. Per l’immediato futuro, è stata prevista l’approvazione di un apposito regolamento allo studio dell’Amministrazione”. Fra i provvedimenti allo studio dell’Amministrazione, l’approvazione di una delibera di Giunta Comunale volta a limitare l’apertura di pubblici esercizi, l’acquisizione delle misurazioni relative all’inquinamento acustico da parte di Arpa con la previsione di limitatori acustici, maggiori controlli amministrativi sui pubblici esercizi. L’ordinanza è efficace a partire da oggi – martedì 24 luglio 2012. “Abbiamo condiviso il provvedimento con le autorità competenti – ha concluso l’assessore – . Questa sera gli agenti di polizia municipale faranno opera di sensibilizzazione, da domani scatteranno le sanzioni”.

Non è escluso che l'ordinanza possa estendersi nel prossimo futuro anche alla movida di via Farini, ma il sindaco Pizzarotti ha escluso provvedimenti d'urgenza: "Lì non abbiamo ravvisato la situazione di emergenza del passato. Continueremo a monitorare la situazione". "La situazione in via Farini è più tranquilla - ribadisce Casa- ce lo ha confermato anche l'Arpa".

Ecco il testo del comunicato del Comune:

Al fine di porre riparo alle problematiche derivanti dall’abuso di alcool e dalla possibile rottura di contenitori di bevande in vetro (fonte di degrado e di pericolo per l’incolumità delle persone), è stata emessa un Ordinanza Sindacale contingibile ed urgente, avente efficacia dal giorno 24 luglio 2012 sino al 30 settembre 2012.

I fenomeni che l’Ordinanza intende contrastare, sono riconducibili alla presenza di un considerevole numero di bar, esercizi commerciali ed esercizi artigianali alimentari e, conseguentemente di una forte aggregazione di persone, tale da rendere estremamente difficili anche le operazioni di controllo da parte delle forze di Polizia.

L’Ordinanza trova applicazione nel comparto D’Azeglio (comprendente oltre via D’Azeglio anche, B.go Marodolo, Strada Inzani, P.le Inzani, Strada Imbriani, P.le Bertozzi, B.go P. Cocconi, B.go P.A. Bernabei e P.le S. Croce fino alla confluenza con Via Kennedy), nonché in P.le della Pace, Strada Garibaldi e Piazza Ghiaia e prevede i seguenti divieti:

·         ai titolari o gestori di attività commerciali in sede fissa e di attività commerciali alimentari su aree pubbliche, ivi compresi gli ambulanti itineranti, è fatto divieto di vendere, per asporto o consumo sul posto, o cedere a terzi, a qualsiasi titolo, bevande alcoliche in qualsiasi contenitore dalle 21 alle 7 del giorno successivo, nonché bevande di qualsiasi specie in contenitori di vetro;

·         ai titolari o gestori di circoli o associazioni private con somministrazione di alimenti e bevande ai soci è fatto divieto di vendere o cedere a terzi, a qualsiasi titolo, bevande alcoliche in qualsiasi contenitore dalle 21 alle 7 per asporto, nonché bevande di qualsiasi specie in contenitori di vetro; è invece consentita la somministrazione o la vendita per il consumo immediato sul posto a condizione che ciò avvenga all’interno dei locali autorizzati;

·         ai titolari delle attività artigianali con vendita di beni alimentari di produzione propria (quali pizzerie da asporto, kebab ed attività analoghe) è fatto divieto di vendere per asporto o cedere a terzi, a qualsiasi titolo, bevande alcoliche dalle 21 alle 7, nonché bevande di qualsiasi specie in contenitori di vetro; agli stessi è consentita, la vendita di bevande alcoliche purché essa avvenga contestualmente alla vendita dei beni alimentari di produzione propria esclusivamente per il consumo immediato all’interno dei locali;

·         ai titolari o gestori di attività di somministrazione di alimenti e bevande è fatto divieto di vendere per asporto o cedere a terzi, a qualsiasi titolo, bevande alcoliche dalle 21 alle 7, nonché bevande di qualsiasi specie in contenitori di vetro; agli stessi è consentita la somministrazione di bevande alcoliche in contenitori di vetro esclusivamente all’interno dei propri locali; negli spazi esterni di propria pertinenza la somministrazione di tutti i tipi di bevande deve avvenire solo in contenitori di plastica;
Per le predette finalità, i titolari o gestori delle attività di cui sopra sono responsabili della corretta applicazione di quanto disposto e dovranno adottare, nei confronti dei propri avventori, le necessarie misure di controllo;

I divieti illustrati fanno riferimento a tutte le miscele di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione e/o contenenti alcolici anche in quantità limitata o diluita;

L’inottemperanza a quanto disposto dall’ordinanza rappresenta illecito amministrativo ed è punita con la sanzione pecuniaria da 100 euro ad 500 euro; inoltre, in caso di recidiva (reiterazione nella stessa violazione per due volte in un anno) verrà disposta la chiusura dell’esercizio fino a tre giorni.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • claudio

    27 Luglio @ 22.43

    Ordinanza sacrosanta! Anzi troppo morbida! Basta con alcol e sballo! Noi residenti siamo stufi!

    Rispondi

  • marco

    27 Luglio @ 08.55

    Una ordinanza va rispettata giusta o sbagliata che sia; altrimenti sei un fuorilegge e passibile di multa; se te la danno te la sei meritata tutta sapendo che sei in errore. Purtroppo con le persone incivili, casiniste,allo stato brado e che creano del randagismo per strada non c'e' altra regola del bastone e del portafoglio; solo cosi ci sentono. Se bastasse chiedere per favore non avrebbero fatto questa ordinanza. A chi non sta bene, invece che proporre qualche cosa solo per il proprio orto di casa, proponga qualche cosa per la comunità e partecipi alle serate informative e ci metta del suo, rischi del suo, senza dire non posso perche' "tengo famiglia", non ho tempo e voglia etc.... Sempre e solo a lamentarsi....e quando per il "singolo" va bene, il singolo se ne strafrega degli altri.

    Rispondi

  • fabrizio pallini

    26 Luglio @ 23.54

    L'associazione I Nostri Borghi accoglie positivamente l'ordinanza anti alcol decisa dal sindaco Federico Pizzarotti. Da anni ci battiamo affinché il centro storico della nostra città sia un luogo fruibile a tutti, giovani, anziani, famiglie e bambini. Abbiamo contribuito in questi anni a organizzare eventi e manifestazioni che riportassero la gente a vivere il centro in modo vivace, piacevole, corretto. Purtroppo il mancato rispetto delle regole di convivenza civile obbliga a volte a scelte decise e ferme, nel tentativo di riportare la situazione all'interno della normalità. Crediamo sia anche importante coinvolgere gli esercizi commerciali e non solo i clienti, perché proprio dagli eccessi nascono queste azioni di regolazione che altro non sono che una reazione obbligata ad atti e situazioni inaccettabili, cui alcuni esercenti non sono estranei. Anche la passata amministrazione avevano promosso ordinanze di limitazione all'eccesso di alcol, non per fare i sindaci sceriffo ( e prendiamo favorevolmente atto della nuova consapevolezza del neo sindaco ) , ma per difendere il diritto di tutti a trascorrere in tranquillità una serata in città, senza il timore di eccessi e prevaricazioni. Noi siamo convinti che debba ritornare una convivenza civile e rispettosa per tutti e che chi non rispetta le regola debba essere immediatamente censurato. Non dobbiamo confondere il divertimento con il caos, il bere insieme un bicchiere con il coma etilico e gli eccessi e i rischi che ne consegue. Ci si sta giustamente battendo a livello nazionale contro gli eccessi di alcol per evitare le stragi del sabato sera, e tutti giustamente sono d'accordo. Non troviamo nulla di diverso nella situazione parmigiana dove per gli stessi eccessi non si causano incidenti (forse) ma si distrugge il principio di diritto, quello che recita che il mio finisce dove inizia quello del mio vicino. Gli ultimi fatti di violenza in Piazzale della Pace , via Garibaldi e via D’Azeglio sono stati patenti dimostrazioni di correlazione tra essi , l’ alcol e sostanze psicoattive in particolare. Purtroppo stona molto il non aver confermato la casetta del punto d’ascolto degli psicologi e il progetto Sotto le stelle in Piazzale della Pace che avevano dati ottimi risultati in questo senso. Potrebbe essere questo un punto di partenza per la nuova amministrazione verso la sicurezza fino ad ora troppo dimenticata , essendo un bene imprescindibile per tutti i cittadini e soprattutto che vengano effettuati i controllo necessari per evitare che tutto finisca nel nulla. Fabrizio Pallini Presidente ass. I Nostri Borghi

    Rispondi

  • viky

    26 Luglio @ 20.53

    in Inghilterra è una vita che vendoino la birra in bicchieri di plastica , in situazoini simili

    Rispondi

  • Luca

    26 Luglio @ 12.12

    Ma la volete capire l'inutilità di queste ordinanze o no? Qualcuno di voi conosce per caso un libro chiamato codice penale in cui sono sanzionati anche dal punto amministrativo (con ammenda) i comportamenti degradanti di ALCUNI e dico ALCUNI personaggi che frequentano queste movide. Per altro il codice penale non è stato fatto ieri e dice già cosa bisogna fare a chi urina per strada, urla sotto le finestre, si ubriaca e fa casino ecc.... Qui l'unico gravissimo problema che abbiamo è che l'amministrazione e lo Stato in generale non riesce a far rispettare delle regole già esistenti e si inventano ordinanze che non risolveranno mai il problema. La mia liberta passa attraverso la capacità di un Stato di far rispettare le regole generalmete condivise che reprimano comportamenti contrari alla civile convivenza non attraverso la creazione di vincoli assurdi che limitano il mio agire solo perchè non si è in grado di reprimere il comportamento negativo altrui.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Giulia: «Volate oltre l'odio»

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

PARMA

Gervinho, che gol!

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"