14°

27°

Parma

Boom di stranieri nel Parmense: sono più di 39mila

Ricevi gratis le news
1

Gli stranieri residenti nel Parmense sono più che quadruplicati negli ultimi dieci anni: sono passati dai 9.514 del 1998 ai 39.147 registrati nel gennaio 2008. Tra l'altro è proprio nel corso dell’ultimo anno che si è registrato il più alto incremento in valore assoluto.
La crescita si nota ovviamente a scuola come nel mondo del lavoro. Gli alunni di cittadinanza straniera sono il 12,4% della popolazione scolastica degli istituti parmensi. Nelle aziende invece gli stranieri rappresentano il 10,5% degli occupati (contro l’8,8% di inizio 2007) e rappresentano il 27,2% dei lavoratori avviati con un contratto di lavoro dipendente, ricoprendo in gran parte i ruoli meno qualificati e marginali.
Questi sono i principali dati del "Rapporto provinciale sull’immigrazione 2008", curato dall’Osservatorio provinciale sull'immigrazione. Il rapporto è stato presentato oggi in Provincia dagli assessori Tiziana Mozzoni, Manuela Amoretti, Gabriele Ferrari ed Ettore Manno e da Gian Marco Baroni dell’Ufficio statistica della Provincia.

“La popolazione straniera residente nella nostra provincia ha raggiunto circa il 9% del totale dei residenti, ed è rappresentata per circa il 50% da donne”, ha detto in apertura l’assessore alle Politiche sociali Tiziana Mozzoni, che ha illustrato i dati e presentato le proiezioni Istat al 2027: “Tra vent’anni la popolazione migrante sarà circa il 20% della popolazione provinciale”. A fronte di questi numeri, però, per l’assessore Mozzoni “l’integrazione è ancora un obiettivo da raggiungere: abbiamo iniziato percorsi, ma la vera integrazione è altro da quanto c’è oggi”.

Le cifre relative al mercato del lavoro sono state commentate dall’assessore alle Politiche del lavoro Manuela Amoretti: “La partecipazione al lavoro dei cittadini stranieri è molto cresciuta - dice -. In poco tempo si sono abbattuti i tassi di disoccupazione che caratterizzavano questa fascia della popolazione e tutto questo ha certo dato un contributo importante al primato conseguito nel 2007 dalla nostra provincia, la prima in Italia per tasso di occupazione. Resta ora un problema vero, forte: quello della qualità del lavoro delle persone immigrate, che sono impiegate in posti meno qualificati. Se pensiamo al futuro, questo tema lo potremo affrontare favorendo l’accesso dei giovani stranieri ai livelli più alti d’istruzione e verso quelle aree professionali di elevata qualificazione che sono le più richieste dal mercato del lavoro”.
Parlando della questione abitativa, poi, l'assessore Ettore Manno ha sostenuto che “non è vero che gli alloggi di edilizia residenziale pubblica vengano affidati più agli stranieri che agli italiani. La casa è la prima forma d’inserimento degli immigrati, e avere una casa è l’elemento fondamentale dell’integrazione possibile; la politica deve agire per questo: dobbiamo governare in modo migliore il fenomeno invece di subirlo”.
 
IL RAPPORTO SULL’IMMIGRAZIONE IN DETTAGLIO
I dati generali
Gli stranieri residenti in provincia di Parma negli ultimi 10 anni sono più che quadruplicati: dalle 9.514 unità del 1998 alle 39.147 unità all’1.1.2008. Nell’ultimo anno si è registrato il più alto incremento in valore assoluto: superiore addirittura a quelli rilevati nel 2004 e nel 2005, anni della sanatoria della legge Bossi-Fini.
La distribuzione per fasce d’età conferma una presenza percentuale più alta in quelle centrali, cioè quelle lavorative (25-34 e 35-44); meritano comunque attenzione le classi più giovani: sono 2.137 i bambini stranieri della classe 0-2 anni, ovvero il 5,5% della popolazione straniera parmense. Significativi anche i valori di incidenza sulla popolazione provinciale delle classi 0-4 e 5-9: la prima è composta da bambini stranieri per il 17,3%, la seconda per il 13,8%. I bambini stranieri nati nel corso del 2007 (cioè coloro che risultano di età 0 all’1.1.2008) sono 748, cioè il 18,9% dell’intera popolazione coetanea residente. Evidenti, pertanto, l’apporto che gli immigrati forniscono alle nascite e alla ripresa della natalità e il contributo che la rilevante crescita dei giovani, in particolare stranieri, offre alla diminuzione dell’indice di vecchiaia della popolazione complessiva. All’1.1.2008 si contano sul territorio provinciale ben 134 nazionalità presenti: i gruppi come l’albanese, il marocchino e il tunisino, storicamente interessati dai maggiori aumenti percentuali, “cedono il passo” ad altre nazionalità. Pur rimanendo i tre gruppi che contano il maggior numero di residenti (rispettivamente 5.085, 4.013 e 3.748), per incremento percentuale vengono oggi superati da altre nazionalità quali la moldava e la rumena.

Lavoro: il 10,5% degli occupati non è italiano
Anche nel 2007, anno positivo dal punto di vista dell’occupazione nella provincia di Parma, continua l’incremento dei posti di lavoro di cittadini extracomunitari e neocomunitari. Nel 2007 gli stranieri rappresentano il 10,5% degli occupati (nel 2006 erano l’8,8%) e ben il 27,2% dei lavoratori avviati con un contratto di lavoro dipendente in provincia di Parma. Gli stranieri ricoprono i  posti di lavoro meno qualificati e marginali: è quindi migliorata l’occupabilità degli immigrati, a fronte, però, del consolidarsi di un processo di divisione del lavoro in termini qualitativi fra italiani e stranieri.
Si conferma il trend positivo dei titolari di impresa stranieri, che al 1° gennaio 2008 costituiscono il 7,18% del totale dei lavoratori autonomi presenti in provincia di Parma, in particolare nei settori manifatturiero, delle costruzioni e del commercio.

Formazione: corsi per 1.375 immigrati
Sono 1.375 i cittadini stranieri che nell’anno 2006/2007 hanno beneficiato di  interventi di formazione, contro i 647 del 2005 e i 624 del 2004. L’86,8% ha partecipato a iniziative di formazione iniziale per adulti e di formazione per occupati. Rimane, in ogni caso, marginale la domanda di formazione degli stranieri relativa a profili medio-alti, che prevedono in ingresso il possesso di diploma o laurea. Rispetto al profilo dei partecipanti immigrati ai corsi, si segnala nel 2006 un forte incremento di allievi stranieri che hanno aderito alle attività formative rivolte a soggetti disoccupati.

Le rimesse degli stranieri: nel Parmense il 9,2% del totale regionale
La quota di rimesse (cioè i soldi inviati a casa) degli immigrati nel parmense nel 2007 (37.022 milioni di euro) costituisce il 9,2% del totale delle rimesse in Emilia-Romagna. Più del 40% delle rimesse in uscita dal territorio provinciale nel 2007 ha avuto come destinazione il continente africano. Se consideriamo invece il singolo Stato, la Romania è la prima destinazione dei flussi in uscita.

Troverai un ampio servizio sulla Gazzetta di Parma in edicola domani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Silvia Rossi

    05 Novembre @ 09.02

    Sono mamma di un bambino che frequenta la scuola P.Cocconi di Parma. Nella classe di mio figlio i bambini figli di immigrati sono 15 a fronte di 4 bambini figli di italiani. Perchè il comune non trova il modo di ideare qualche strategia per la distribuzione dei bambini stranieri nelle scuole di Parma? O, meglio, perchè non trova il modo di 'attirare' i parmigiani verso queste famigerate 'scuole ghetto'? Per esempio garantendo una continuità didattica di buon livello, cosa che, almeno per sentito dire, rappresenta il requisito principale per la scelta della scuola da parte delle famiglie? Se vogliamo davvero un'integrazione, perchè non cominciamo dal basso, cioè dai bambini, che, avendone la possibilità, si integrano in modo assolutamente naturale?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Avicii - Best moments live

MUSICA

Avicii, best moments live: i concerti più belli del dj svedese Video

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

serie tv

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

Star Smallville incriminata per traffico sessuale

televisione

Star di "Smallville" incriminata per traffico sessuale

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

Calcio

Parma, tre punti costosi

Intervista

Mara Redeghieri: «Recidiva e resistente in piazza Garibaldi»

SALSO

Ex Tommasini, pronte cucine e laboratori per l'alberghiero

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

METEO

Caldo anomalo, 30 gradi in città

2-1 al Carpi

Parma, tanto cuore per tornare al secondo posto. E lunedì tocca al Frosinone Risultati e classifica

"Vittoria incerottata e sofferta: 3 punti findamentali", Videocommento di Grossi - Barillà: "Vitoria dedicata a Lucarelli e Munari" Video

5commenti

serie b

D'Aversa: "Restiamo con i piedi per terra" Video

scomparso

San Secondo, da 24 ore non si hanno notizie di Claudio. Chi l'ha visto?

polizia

Il market dello spaccio? Installato nel greto della Parma. Cinque in manette Video

In tutto 13 arresti e oltre 65 chili di droga sequestrati

9commenti

Ospreys 37-14

Le Zebre chiudono (in casa) con una vittoria

incidente

Mezzano superiore, finisce con l'auto nel fossato: ferito un 65enne

felino

Parcheggiava con un permesso disabili falso intestato a un morto

4commenti

gazzareporter

Bici "parcheggiata" in via Marchesi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Intese difficili. La prossima settimana è decisiva

di Domenico Cacopardo

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

India

Scatta la pena di morte per chi stupra le bambine

La Spezia

Rifacimento di piazza Verdi: due arresti per tangenti

SPORT

MotoGp

Marquez penalizzato: da primo a quarto in griglia

GAZZAFUN

Parma-Carpi 2-1: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GAZZAFUN

“La morta in Tär" e le belle storie in dialetto: rispondi al nostro quiz

Gran Bretagna

Star e colpi di cannone per il compleanno di Elisabetta

MOTORI

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover