13°

23°

Parma

Ladro di computer e tv aveva "colpito" anche in ospedale: in manette

Ladro di computer e tv aveva "colpito" anche in ospedale: in manette
Ricevi gratis le news
13

I poliziotti sono convinti di aver tolto di mezzo (almeno per un po') non solo un ladro ma un tipo pericoloso.
Anche per quello sono stati dietro per mesi ad Hassen Wanes, tunisino di 34 anni con un curriculum criminale  corposo e alla fine sono riusciti a a stanarlo in terra d'Abruzzo, a Teramo.
Inquietante anche il fatto che  Wanes, finché era a Parma, bazzicava tra reparti e corridoi del Maggiore. Il 26 giugno dall'ospedale era arrivata una chiamata al 113 per segnalare uno straniero che dormiva all'interno di un reparto in ristrutturazione. Un equipaggio della sezione antirapine della Mobile andava a vedere: è bastata un'occhiata per riconoscere Wanes. Ovvero lo stesso uomo che un mese prima aveva rubato un computer portatile in una ditta di servizi di via Reggio.
Il furto era stato filmato dalle telecamere di videosorveglianza dell'azienda: nel «film» si vede chiaramente uno con un cappellino che guarda all'interno della ditta attraverso la porta a vetri. La porta è chiusa e lui entra dalla finestra (quella rimasta aperta), afferra il computer e va via in bici.
La qualità non ottima delle immagini non aveva permesso di risalire al ladro, ma la sua mole poderosa era stata memorizzata dagli investigatori dell'Antirapine. Così, quando hanno sorpreso lo straniero che bivaccava al Maggiore non hanno avuto dubbi: era il ladro di via Reggio. Addosso aveva un coltello lungo 17 centimetri. Accompagnato in questura, ha ammesso di essere il ladro del pc ed è stato indagato per furto. Nei giorni seguenti su richiesta del pm Vincenzo Picciotti, il gip ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del tunisino. Che nel frattempo però aveva cambiato aria: dopo una rapida indagine i poliziotti hanno appurato che stava a Teramo e allertato i colleghi della Squadra mobile locale: rintracciato e arrestato.
Nel frattempo, ipotizzando che nei mesi precedenti a Parma non fosse stato con le mani in mano hanno cominciato a visionare filmati di furti e rapine commessi all'interno di aziende e uffici. E guarda un po' cosa trovano: il filmato di un furto avvenuto lo scorso febbraio nello studio di un medico al Maggiore, in cui si vede un tizio che porta via un grosso televisore ancora imballato, appena comprato da un gruppo di medici che si erano «autotassati». Indovinate chi era quel tizio grande e grosso. Morale: Wanes viene indagato anche per il furto del televisore.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • the clansman

    12 Agosto @ 23.43

    buonista perchè non torni al sud a fare il tollerante? qui di extra che rubano ne siamo pieni..magari vediamo se ruba a corleone...ma ho i miei dubbi

    Rispondi

  • Shunkakan

    12 Agosto @ 19.06

    Sarebbe ora di piantarla di difendere questi delinquenti altrimenti ha ragione chi propone di dare loro gli indirizzi dei loro amici "buonisti" così vediamo sei poi sono ancora così accoglienti e comprensivi con chi viene qui a delinquere. Razzisti sono i criminali e i delinquenti di tutte le razze compresi i loro difensori perchè non hanno il minimo rispetto per le persone. Buonista-i l'odio verso chi ci ruba in casa e non solo e ci priva della libertà direi che è più che motivato oppure lei vive bene di questi tempi, tranquillo e sereno? Quando i suoi conterranei del sud compivano misfatti lei che si definisce una persona onesta li difendeva o prendeva le distanze condannandoli dimostrando così che non tutti i meridionali sono delinquenti? Perchè gli stranieri onesti e integrati non prendono le distanze condannando per primi i loro conterranei? Perchè anzi sembra che gliene vada a loro e che derubarci sia legittimo? Io un'idea ce l'ho....

    Rispondi

  • Fiorenzo

    12 Agosto @ 18.26

    Caro andrea80,io sarò quel che sarò ma tu vivi male lasciatelo dire,tutto quest'odio che covi tu,e quelli come te, ti fa male, cerca di usare tutta questa rabbia in maniera costruttiva. Io ho imparato a giudicare le persone singolarmente e se uno è un delinquente lo è al di lá della propria nazionalità. Una volta eravamo noi terroni ad essere accusati di chi sà quali misfatti,sono a Parma da oltre 30anni e non ho mai rubato neanche una caramella,ma sentirmi associato a qualche mio conterraneo ladruncolo faceva male te lo assicuro! Comunque non irrigidirti troppo se no quell'aggettivo che volevi usare con me potrebbe calzarti a perfezione...

    Rispondi

  • Fiorenzo

    12 Agosto @ 18.07

    Caro andrea80,io sarò quel che sarò ma tu vivi male lasciatelo dire,tutto quest'odio che covi tu,e quelli come te, ti fa male, cerca di usare tutta questa rabbia in maniera costruttiva. Io ho imparato a giudicare le persone singolarmente e se uno è un delinquente lo è al di lá della propria nazionalità. Una volta eravamo noi terroni ad essere accusati di chi sà quali misfatti,sono a Parma da oltre 30anni e non ho mai rubato neanche una caramella,ma sentirmi associato a qualche mio conterraneo ladruncolo faceva male te lo assicuro! Comunque non irrigidirti troppo se no quell'aggettivo che volevi usare con me potrebbe calzarti a perfezione...

    Rispondi

  • LAZYMATCH

    12 Agosto @ 15.44

    Caro Miolnir, capisco l'ironia, ha paura però che tu abbia sbagliato il colpo: Parma al momento della distruzione di Cartagine (146 a.c.) aveva già 37 anni (fondazione nel 186 a.c.), città giovane giovane ma già presente. E magari qualche legionario romano che aveva avuto in assegnazione qualche jugero intorno a Parma avrà partecipato al secco di Cartagine... A parte i sorrisi, più o meno amari, in Ospedale non è da oggi che manca un adeguato controllo. Quando ero in specialità un ex ergastolano veniva a dormire su un divano nell'atrio d'ingresso del reparto. Lo scorso anno nella stessa ala, strasformata parzialmente in un spogliatoio e ormai lasciata alle orde nemiche, hanno forzato tutte le porte degli studi, svuotandoli di tutto quanto era presente. Ad una richiesta di poter montare una telecamera di sorveglianza è stato risposto dall'amministrazione "che era solo una scusa per spendere soldi inutilmente). Ovvio che le porte sono rimaste aperte (come alla Renault) e che i controlli sono rimasti come al solito inesistenti

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

8commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno