17°

27°

Parma

Il Movimento 5 Stelle risponde a Viero: "Iren vuole succhiare fino in fondo la polpa di Parma"

Il Movimento 5 Stelle risponde a Viero: "Iren vuole succhiare fino in fondo la polpa di Parma"
Ricevi gratis le news
20

Il Movimento 5 Stelle risponde ad Andrea Viero, direttore generale di Iren, sulla questione dell'inceneritore. "Com'è possibile e credibile che a Parma costi così tanto smaltire i rifiuti?", chiede il movimento, che si definisce stupito dal "silenzio" sulla questione. "Noi vogliamo conoscere la verità fino in fondo - dice ancora una nota del M5S -. E' per questo che abbiamo chiesto l'intervento della magistratura, affinché si possa fare finalmente chiarezza sul progetto dell'inceneritore".

Ecco il comunicato del Movimento 5 Stelle:

La lezione del bravo imprenditore ci arriva oggi da Andrea Viero, condannato per ben due volte dalla Corte dei Conti per danno erariale, oggi Direttore Generale di Iren, 3 miliardi di debiti e l'orlo della bancarotta a poca distanza, eppure agli onori della cronaca.

Alla luce dei risultati dell'azienda, Viero è la classica figura che andrebbe rimossa per manifesta incapacità a portare la società fuori dalle sabbie mobili.
Anche davanti agli evidenti stridori che continuano a provenire dal cantiere di Ugozzolo.

Primo fra tutti le tariffe che i cittadini di Parma e di tutta la provincia saranno costretti a subire per i prossimi anni (e che hanno già subito negli anni passati).
Tariffe fuori mercato, impossibili da raffrontare con gli altri territori dove smaltire una tonnellata di rifiuti costa 90 euro, 111, 120.
Oggi Parma Daily ha proposto la media regionale dei costi di smaltimento sbugiardando in diretta quanto sostenuto da Viero.
Com'è possibile e credibile che a Parma costi così tanto smaltire i rifiuti?

Oggi, in una situazione di mercato libero, che senso ha portare i rifiuti dove costano l'80% in più rispetto ad altri territori?
Già a Bergamo hanno preso una giusta e drastica via, portare i rifiuti a Brescia, dove costa molto meno rispetto al loro territorio provinciale.
Perché non adottare la stessa strategia?

Il Movimento 5 Stelle, oggi impegnato a districare la difficile situazione finanziaria del comune di Parma, rimane stupito di fronte al silenzio dei partiti davanti ad una situazione come questa.
Noi vogliamo difendere il diritto dei cittadini a spendere il meno possibile per smaltire i loro rifiuti.

Siamo colpiti dal fatto che nessun partito si esprima su questo passaggio fondamentale come il costo delle bollette, come se fosse dovuto non si sa bene a chi e perché.
Noi vogliamo conoscere la verità fino in fondo.

E' per questo che abbiamo chiesto l'intervento della magistratura, affinché si possa fare finalmente chiarezza sul progetto dell'inceneritore che, nonostante le rassicurazioni di Viero, Parma non vuole, avendone scoperto i costi ed avendo preso coscienza dei gradi rischi sanitari cui andiamo incontro, senza contare il danno che potrà causare ai marchi alimentari della nostra rinomata "Food Valley".

Viero vuole rassicurarci dicendo che i dati delle emissioni saranno on line, “sul loro sito”.
Chi si assicura che il flusso dei dati non venga ritoccato? Che ci siano tutte le sostanze emesse monitorate?
L'Italia è piena di situazioni in cui anche le migliori garanzie si sono poi risolte in pesanti inquinamenti del territorio e delle persone e l'Ilva di Taranto dovrebbe ormai aver fatto comprendere a tutti che chi conduce certi impianti è pronto a negare perfino l'evidenza.

Ma l'atteggiamento di Iren è evidente quando chiede un risarcimento di 28 milioni pur sapendo di non aver ottenuto ne richiesto il permesso a costruire, e in questo caso non si capisce come mai il comune di Parma (gestione Ciclosi) non abbia fatto appello al Consiglio di Stato di fronte ad una sentenza assurda del Tar.

Iren vuole succhiare fino in fondo tutta la polpa di Parma, anche quando si sa che non ne è rimasta.

Scrive nero su bianco 51 euro di guadagno e poi di fronte all'evidenza il suo direttore smentisce che il dato fosse reale.

Lo stesso Viero che sostiene equa la tariffa del 2008 (155 euro a tonnellata) pur sapendo che era fuori mercato, addossando poi ai cittadini il ristoro ambientale concordato con i comuni.

Il piano economico finanziario, che faceva parte dell'accordo di trasparenza sottoscritto da Iren nel 2006 davanti al consiglio comunale, non è mai stato mostrato.
Le poche pagine consegnate al Sindaco sono solo alcune slide senza dettaglio, impensabili come documento dal quale ottenere un finanziamento.

L'unico accordo possibile tra Iren e Parma è quello di mettere in soffitta l'inceneritore e progettare una gestione più virtuosa dei nostri materiali di scarto.

Il rapporto con il territorio, già oggi molto teso, non potrà che peggiorare sensibilmente se Iren continuerà sulla sua strada senza tenere conto del clima cambiato di oggi.
Non ha senso nemmeno sostenere che l'inceneritore serva al teleriscaldamento visto che a Reggio Emilia, anche senza inceneritore, si continuerà a fornire il servizio.

Come mai il nominato da Graziano Delrio, Sindaco di Reggio, Andrea Viero, fa il pesce in barile e tace sul fatto che a Reggio Emilia con più rifiuti sono riusciti a costruire un sistema alternativo basato su raccolta differenziata, trattamento meccanico biologico e la "fabbrica dei materiali" ideata dall'assessore provinciale Mirko Tutino?

Forse perché Viero proprio contro Tutino ha avuto un duro scontro?

Viero si rassegni: il Comune maggiormente rappresentativo della provincia di Parma, non vuole l'inceneritore e vuole avviare alternative virtuose.

L'inceneritore è una grande bufala, a cui nessuno crede più, nonostante le interviste virtuose.

Ma forse tutto si spiega col fatto che in realtà Viero è uomo del Pd, inserito appositamente per collocare sulle giuste poltrone le giuste persone.
Forse tutto si risolverebbe se guardassimo da una giusta angolazione, anche l'inceneritore.
E facessimo lo sforzo di gettare un po' di luce su questa società così ramificata e inserita nei gangli della politica partitica.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Marco

    23 Agosto @ 09.26

    Massimiliano, quando dici di lasciare fare la politica a chi la sa fare cosa intendi precisamente? I politici che ci hanno governato fino a qualche mese fa? Oppure quelli che si erano candidati ma senza lasciare il posto per poi tornarci dopo la sonora sconfitta (........torni a bordo, cazzo!!!)? O quali altri?

    Rispondi

  • a m'e' davis

    23 Agosto @ 09.12

    buona la polpa di parma....ma anche l'ortolina

    Rispondi

  • Abby

    23 Agosto @ 09.07

    Ridicoli 5S: hanno richiesto "l'intervento della magistratura"? Sì, attraverso i loro ormai proverbiali comunicati stampa! Avete visto un grillino recarsi in procura? Macchè! La verità, semplicissima, è che Pizzarotti aveva promesso che l'inceneritore non avrebbe mai aperto, adesso non ha idea di come fare, e fa polveroni su polveroni per coprire le sue prese in giro dei cittadini in campagna elettorale. Il 31/12 il dorno aprirà, e lui non ha ancora fatto NIENTE per chiuderlo. Ripeto: NIENTE. Da qui le continue dichiarazioni stampa dei grillini e del GCR (a proposito, ringraziamoli anche per i 28 milioni che i cittadini pagheranno per la chiusura illegittima del cantiere del 2011, voluta da Folli e da noi cittadini pagata). Sembrano il politburo che emana comunicati stampa, ma atti amministrativi per mantenere le promesse ZERO! Dopo Ubaldi e Vignali un altro che prende in giro i cittadini e li ricopre di parole per coprire le balle colossali sparate in campagna elettorale "votatemi e il forno non aprirà mai, e i rifiuti saranno smaltiti in Olanda e il forno venduto!". Sì, buonanotte, Pizzarotti!

    Rispondi

  • NANO

    23 Agosto @ 09.06

    Non sto certo a dire chi abbia ragione e chi no, pero' non mi sembra che Viero nella sua intervista abbia offeso qualcuno del MS5...o sbaglio? E' un comunicato che e' da querela.....e con questo non sto difendendo Iren, per carita'......

    Rispondi

  • Beppe

    23 Agosto @ 09.04

    Il M5S ha accettato di governare Parma ed ora deve cominciare a fare gli interessi di noi cittadini tutti e non solo di quelli che abitano vicino all'inceneritore e che strumentalizzano tale vicenda come se fosse l'unico problema della citta'!!! Tutte le citta' del mondo hanno l'inceneritore ma non tutte il debito come il nostro. La giunta comunale M5S/GCR deve iniziare quindi ad occuparsi delle liste di attesa degli asili, delle asfaltature stradali non piu' effettuate, della ricostruzione delle scuole (Racagni), del rilancio del commercio nel centro citta', del marketing territoriale, etc... etc.... Noi cittadini dobbiamo pretendere ed esigere che la giunta si occupi anche dei cittadini non appartenenti al GCR e dobbiamo insistere insieme affinché si mettano in pratica le azioni e proposte contenute nel programma elettorale del M5S e non solamente una di queste......

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Foto d'archivio

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

2commenti

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

PARMA-CAGLIARI

Oggi ci vorrà un Parma da battaglia

Segui gli aggiornamenti in tempo reale dalle 15

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

8commenti

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Vigile del fuoco precipita da 7 metri e muore ad Ancona Video

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"