10°

23°

Parma

"Io, Armstrong, i paparazzi e le rivalità fra astronauti"

"Io, Armstrong, i paparazzi e le rivalità fra astronauti"
Ricevi gratis le news
0

 Monica Tiezzi

La  scomparsa  di Armstrong? Una notizia che mi ha addolorato. A lui resta legata una parte della mia vita, la fase più entusiasmante del mio lavoro, i miei 39 anni. Per non dire che  è morto  uno che ha la mia stessa età, 82 anni». 
«Mister Moonlight» (come si è definito in una  recente  autobiografia),  alias Tito Stagno, è un fiume in piena. Serrato, puntuale, pungente,  una memoria di ferro. E dire che questa -   ci spiega -   sarà la decima intervista che oggi rilascia. Oggi che tutti piangono Neil Armstrong, l'astronauta  che fece «un piccolo passo per un uomo, un balzo gigantesco per tutta l'umanità» e che  con quella frase, il 20 luglio 1969,   ci rese   partecipi,  forse anche   protagonisti,  della conquista della luna.
 Un'impresa che riuscì anche a Tito Stagno, con una diretta tv di 25 ore, primo vero evento mediatico,   che inchiodò l'Italia a uno   schermo in bianco e nero  su cui passava,  in una sovrimpressione un po' naif e  un po' epica, «in diretta dalla luna».  
 
 
 
Lei ha conosciuto Armstrong?
«Certamente. L'ho incrociato la prima volta nel 1966, a Houston, alla mensa della   Nasa, dove si mangiava bene e abbondantemente con un dollaro e mezzo.  Ero con Rocco Petrone, che era partito dalla Basilicata, aveva studiato negli Usa ed era diventato un dirigente della Nasa. Fu lui che  mi presentò tutto il gruppo dell'Apollo 11».
Che tipo era?
«Riservato, piacevole, con una faccia da attore, un po' alla  Van Johnson. O, se vogliamo, un Paul Newman  più dolce. Sempre più defilato rispetto agli altri due compagni dell'allunaggio, Michael Collins ed Edwin Aldrin. Con Aldrin sono diventato  amico: ci siamo visti di recente a Roma e due estati fa in Abruzzo, io  con mia moglie Edda (Lavezzini, giornalista di origini parmigiane ndr),  e lui con la terza moglie, una californiana: belle giornate e belle chiacchierate. Rispetto a Collins e Aldrin,   militari e credenti, Armstrong era un civile  agnostico. Più ‘professore’ degli altri. E d'altronde era proprio il suo lavoro, insegnare all'università ingegneria aerospaziale».
Lei ha spiegato  che, durante la diretta tv dell'allunaggio, Armstrong fu la sua «voce nel buio». Perchè?
«Perchè durante quei 12 minuti  terribili che precedettero l'allunaggio, quando gli astronauti capirono di avere problemi a bordo e  le immagini scomparvero, con l'auricolare incollato all'orecchio avevo solo la voce di Armstrong che parlava alla base di Houston per cercare di capire cosa succedeva, immaginare cosa gli astronauti stavano facendo e farlo capire ai telespettatori. Per mia diligenza, non avevo difficoltà a tradurre e capire quei messaggi tecnici, tutti in codice e numeri. Ero ferratissimo, seguivo da anni tutte le imprese spaziali. Ed è il motivo per cui, nonostante in Rai la luna facesse gola a molti e avessero cercato più volte di fregarmela, non    ebbero il coraggio di non affidare  a me quella telecronaca».
 
L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

3commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

1commento

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

2commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno