18°

Parma

Mallozzi (5 Stelle) critica Dall'Olio: "La sua mozione sulla riduzione dei rifiuti era uno scherzo?"

Ricevi gratis le news
12

Il consigliere comunale di maggioranza Alessandro Mallozzi critica, attraverso un comunicato, una mozione presentata da Nicola Dall'Olio (capogruppo del Partito Democratico) sulla riduzione della produzione dei rifiuti urbani e la promozione del riciclo. Considerando che Dall'Olio è nello stesso partito che ha avallato la scelta dell'inceneritore, Mallozzi si chiede se il discorso di Dall'Olio fosse "uno scherzo".

Ecco il comunicato del Movimento 5 Stelle:

La pubblicazione del Piano Economico Finanziario dell’Inceneritore di Parma da parte del quotidiano ParmaDaily continua a dare spunti interessanti di discussione.  Dalle tariffe, le più alte d'Italia, alla percentuale di raccolta differenziata prevista nel piano.
E’ passato ben poco tempo dalla presentazione in Consiglio Comunale da parte del gruppo Consigliare del PD capitanato dal Consigliere Dall’Olio, di una mozione che invitava l’Assemblea Legislativa Regionale, che mi risulta essere guidata dalla stessa parte politica, ad approvare un progetto di legge di iniziativa popolare finalizzato alla riduzione delle produzione dei rifiuti urbani e alla promozione del riuso e del riciclaggio. 

Ricordo ancora le parole di Nicola Dall’Olio, promotore della Mozione, “In un mondo finito in cui cresce continuamente la domanda di beni e di servizi, non possiamo più permetterci di sprecare e buttare risorse, per ragioni economiche, ambientali ed anche sociali. Oltre a ridurre i consumi di materie prime e a migliorare l’efficienza spingendo sull’innovazione tecnologica, dobbiamo copiare dalla natura e riciclare quanto più possibile, superando il concetto stesso di rifiuti. Una società del riciclo a rifiuti zero non si costruisce però dal giorno alla notte, come pretende il Movimento 5 Stelle di Parma. La transizione ha bisogno di risorse economiche e di tempo, il tempo necessario per effettuare gli adeguati investimenti impiantistici, diffondere comportamenti di consumo virtuosi e consapevoli, promuovere le filiere del riciclo a partire dalla progettazione stessa dei beni di consumo. Occorre inoltre tenere conto degli investimenti già effettuati e programmare gli interventi su scale territoriali allargate. Dal 2011 l’ambito territoriale ottimale per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti è diventato quello regionale, non ha più senso ragionare su scala provinciale.” 

Benissimo. Mi domando: Dall’Olio milita nello stesso partito che ha avvallato il P.P.G.R.? 
Dall’Olio sapeva che nel piano economico Iren ha messo nero su bianco che dal 2013 al 2032 (cioè per 20 anni) l’inceneritore di Parma smaltirà un quantitativo di rifiuti urbani fisso di 108.800 tonnellate all’anno che è di fatto di poco superiore al fabbisogno attuale di smaltimento della provincia di Parma (rd 55%) ? 
La società del riciclo che non si costruisce dal giorno alla notte, non si costruisce neanche in vent’anni? 
Il candidato Sindaco nonché Presidente della Provincia di Parma Vincenzo Bernazzoli, che in campagna elettorale si era dato un obiettivo del 70% di RD, il PD che esorta il Comune di Parma a portarla al 65%, hanno letto oltre che avvallato questo piano economico?
Vorremmo quindi sapere se la Mozione presentata da Dall’Olio era uno "scherzo di carnevale fuori stagione" o se la Regione e la Provincia hanno "per caso" intenzione di derogare all’autorizzazione provinciale che oggi consente ad Iren di bruciare ad Uguzzolo SOLO i rifiuti prodotti nella nostra provincia.
Penso che i cittadini di Parma abbiamo tutto il diritto di sapere se il principale partito d’opposizione in città, che governa Provincia e Regione, sia favorevole a far bruciare da noi, viste le parole di Dall’Olio “l’ambito territoriale ottimale per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti è diventato quello regionale”, rifiuti provenienti da tutta la Regione Emilia-Romagna.
 
Il Consigliere Comunale 
Alessandro Mallozzi - MoVimento 5 Stelle Parma
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Patty Smith

    30 Agosto @ 16.29

    @ ALBERTO : ma i 5S stanno facendo qualcosa: scoperchiano le tombe e tirano fuori gli scheletri che quelli del PD, PD-L, ECC. hanno cercato di coprire. E questo è MOLTO FATICOSO e PERICOLOSO. Si va a pestare i calli a personaggi infiltrati nella mafia cittadina, nelle lobby del potere parmigiano e romano. La cosa rode particolarmente, specialmente al Pd, che scatena i suoi prezzolati per gettare fumo negli occhi sui blog. Altra spiegazione non si ha: come si fa a criticare chi sta portando alla luce anni di inciuci e sporcaccionate? Qual'è quella persona normale che si ostina a difendere la casta al giorno d'oggi? IL SINDACO DEVE PROSEGUIRE LA SUA OPERA E ANDARE CON I PIEDI DI PIOMBO, STARE PIU' ATTENTO DEGLI ALTRI SUOI PREDECESSORI in quanto non essendo ricattabile, non deve niente a nessuno e quindi, immagino, sia un personaggio molto scomodo per i potenti che non perdono occasione per infangarlo e metterlo in difficoltà.

    Rispondi

  • oberto

    30 Agosto @ 12.56

    Ma è ovvio che scherzava!!!

    Rispondi

  • Domenico

    30 Agosto @ 10.46

    Che bello, per la prima volta si inizia a fare sul serio.. spero che tante altre città seguiranno l'esempio di Parma.. Politici corrotti e collusi con gli industriali, che pensate solo alle vostre tasche e al vostro potere, alla vostra poltrona.. avrete vita difficile! Sono finiti i vostri tempi, non vogliamo più essere presi in giro e pagare per voi! Forza Movimento 5 Stelle e forza cittadini italiani onesti..

    Rispondi

  • Claudia Malossi

    30 Agosto @ 10.38

    Ecco i soliti commenti di chi, non volendo rispondere nel merito, imita il comportamento delle seppie che, sperando di confondere l’avversario, schizzano inchiostro per nascondersi ai suoi occhi. E perché mai chi è al governo della città non dovrebbe chiedere a un consigliere di minoranza dei chiarimenti sulle palesi incongruenze tra le affermazioni contenute nella sua mozione in tema di rifiuti e quanto invece emerge dal piano economico Iren che il suo stesso partito ha avvallato? E’ giusto che i cittadini sappiano, e se gli altri sono persone serie e consapevoli del ruolo che rivestono, come afferma Massimiliano, devono dare risposte chiare. Ben vengano le esortazioni alla trasparenza, basta fare i pesci in barile! @E.: l’ambiguità non sta certo nel M5S, ma proprio nel partito che Mallozzi chiama in causa e che di tutta evidenza predica bene e razzola male! Certamente Paolo, ora sono i 5 Stelle a governare, e non hanno alcun bisogno che sia lei ricordarglielo. Perciò stia sereno. I danni - e grossi – ormai li hanno già fatti quelli che ci hanno amministrati negli anni scorsi, ma forse a lei stava bene così…

    Rispondi

  • Geronimo

    30 Agosto @ 10.16

    Attualmente la quantità annua di rifiuti indifferenziati della provincia di Parma ammonta a 120 mila tonnellate, è sbagliato ingannare i cittadini come fa il comitato gcr facendo passare i rifiuti indifferenziati come il totale dei rifiuti prodotti a parma, purtroppo a parma si producono molti rifiuti e di questi circa 120 mila tonnellate non sono riciclabili

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale con una ragazza: è morto "Zanza", re dei playboy

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Harlem Gospel Choir

Auditorium Paganini

Arriva l'Harlem Gospel Choir

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

4commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

CALCIO

Napoli-Parma: turnover leggero per i crociati, confermati Gervinho e Inglese Diretta dalle 21 

Segui gli aggiornamenti minuto per minuto a partire dalle 21

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

1commento

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

FIDENZA

Vandalismo: distrutto il lunotto di una Lancia Y

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

12 TG PARMA

Rifugiati: il Ciac lancia una petizione sul web contro il decreto Salvini Video

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

3commenti

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I «like», la morte e il valore della vita

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

mafia

Aemilia, il procuratore generale di Bologna: "Usare l'aula bunker anche per l'appello"

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

SPORT

procura

Moto, Fenati ora è indagato per violenza privata

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

PARMA

Il pubblico della fiera come i piloti Ferrari: l'emozione del pit-stop a "Mercanteinauto"

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel