18°

28°

Parma

Dall'Olio: le inesattezze dei 5 Stelle sull'inceneritore

Dall'Olio: le inesattezze dei 5 Stelle sull'inceneritore
Ricevi gratis le news
7

Comunicato stampa

 Non producendo atti e proposte amministrative concrete il M5S, per nascondere la propria inerzia, attacca l’opposizione, dimenticando di avere vinto le elezioni e di avere il compito di governare. E attacca come al solito sull’unico tema che pare di loro interesse, in modo per di più gratuito e sconclusionato. Sono tali e tante le imprecisioni e le inesattezze del comunicato sull’inceneritore del consigliere Mallozzi che risulta difficile rispondere in modo sintetico. Fin dalla prima frase Mallozzi entra in contraddizione con lo stesso Assessore all’ambiente Folli che, nel solito comunicato su you tube, ha dichiarato di non disporre di alcun piano economico finanziario, ma solo di una serie di schede, schede che per di più l’amministrazione non potrebbe rendere pubbliche in quanto riservate e contenenti dati sensibili per una società quotata in borsa quale è IREN.

 Il fatto che ParmaDaily ne abbia pubblicato degli estratti fa sorgere interrogativi sui percorsi di questa documentazione e stride con le riserve dell’Assessore di metterle a disposizione dei cittadini e dei consiglieri. La trasparenza evidentemente è facile da proclamare, ma più difficile da praticare secondo le vie istituzionali. Non è quindi possibile rispondere nel merito su un documento che nessuno dei consiglieri di opposizione ha ancora ricevuto e potuto consultare e di cui si conoscono solo gli stralci pubblicati da un quotidiano on-line. Una cosa è certa: si sta facendo molta confusione e molta disinformazione, dando prova di scarsa conoscenza dei ruoli e delle competenze amministrative in tema di rifiuti. Si continua a parlare di una tariffa di smaltimento di 168 euro, ma questa tariffa, semplicemente, non esiste! 
 Le tariffe di smaltimento dei rifiuti solidi urbani non le stabilisce né IREN, né il solo Comune di Parma, men che meno l’Amministrazione Provinciale. L’unico soggetto deputato alla definizione delle tariffe è la società d’ambito ATERSIR nella quale si esprimono tutti i Comuni conferenti. Il vigente Piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani che stabilisce le attuali tariffe non contempla l’inceneritore di Parma per il semplice fatto che non è ancora entrato in esercizio e non vi è alcun contratto di servizio. Solo quando vi saranno queste due condizioni, ATERSIR e i Comuni in essa rappresentanti potranno rivedere il Piano di gestione e stabilire le nuove tariffe che terranno conto dei costi di investimento, dei costi di gestione, delle compensazioni e della remunerazione di impresa. I 168,00 euro possono rappresentare l’aspettativa dell’impresa, ma non corrispondono certo alla tariffa, che è ancora di là dall’essere definita. E’ chiaro però che se l’unica posizione del Comune di Parma è quella dello stop all’inceneritore non c’è alcun margine per ricercare in ATERSIR, insieme agli altri Comuni, la definizione di una tariffa che garantisca un significativo risparmio per i cittadini rispetto agli elevati valori attuali che scontano la necessità di esportare in altri territori tutti i rifiuti prodotti. 
 Quanto agli scherzi di carnevale, credo li stia piuttosto facendo questa amministrazione ai propri elettori. In campagna elettorale erano stati promessi mirabolanti risultati di raccolta differenziata in brevissimo tempo e l’eliminazione di tutti i cassonetti stradali nel giro di 6 mesi. La realtà di governo, che emerge dai (pochi) atti amministrativi approvati, presenta per il 31/12/2012 obiettivi molto più modesti: riduzione imprecisata del numero dei cassonetti nel centro storico laddove possibile (!), estensione della raccolta dell’organico allo stesso centro storico, 50% di raccolta differenziata a livello comunale. Valore molto al di sotto della media provinciale, degli obietti di legge e di quelli del tanto vituperato Piano Provinciale di Gestione dei Rifiuti.
 Non vorremmo che l’ultimo comunicato fosse il segnale che il M5S si sta preparando a scaricare su altri le proprie responsabilità per non essere in grado di mantenere fede a quanto promesso ai cittadini di Parma.
 
Nicola Dall’Olio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • oberto

    01 Settembre @ 10.00

    Dall'Olio va a ca . che sa fis par ti ac saris ancora Ubaldi e Vignali

    Rispondi

  • Gianluca

    01 Settembre @ 09.33

    Bellissimo comunicato stampa, scritto bene, infarcito di retorica come in pieno stile "politichese"..... ma il consigliere Dall'Olio forse dimentica che per realizzare un opera prevede sempre uno studio economico che corre parallelo agli aspetti progettuali e realizzativi. Essendo l'inceneritore una struttura che deve produrre reddivitività, oltre all'ammortamento dell'impianto stesso. E vuoi che l'aspettativa dell'impresa che gestirà l'impianto non sarà soddisfatta? Siamo in Italia non in un paese dove la trasparenza è obbligo morale ed il cittadino non è soggetto a gabelle continue.

    Rispondi

  • Carlo

    01 Settembre @ 01.44

    Le promesse elettorali del m5s sono rimaste promesse,state governando datevi da fare,per i rifiuti + raccolta differenziata basta con lo scarico delle responsabilità a qualcun altro

    Rispondi

  • Paolo

    31 Agosto @ 22.13

    Che tempismo Dall'Olio, che tempismo!! Una risata vi seppellirà, come diveva il tale, ed il tale aveva ragione da vendere......

    Rispondi

  • jreed

    31 Agosto @ 21.43

    dovresti essere il nuovo che avanza, ma sei già da rottamare. Se non cambiate linea farete la fine del PDL e alle prossime tocca a te dare le dimissioni. Uno che ha sempre votato PD e dalle prossime cambierà bandiera.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva.

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"