17°

27°

Parma

La procura chiede il sequestro dell'inceneritore E cresce la polemica

La procura chiede il sequestro dell'inceneritore E cresce la polemica
Ricevi gratis le news
62

Una clamorosa novità sulla vicenda inceneritore. E questa volta non viene dal fronte politico-economico, pur sempre accesissimo con polemiche ormai quotidiane, ma da quello giudiziario. Si tratta infatti della richiesta di sequestro preventivo dell'impianto, che è arrivata dalla procura della repubblica, e dovrà ora essere esaminata dal Gip. Alla base della richiesta (e dell'inchiesta che vedrebbe indagate 10 persone), le presunte mancate autorizzazioni alla realizzazione dell'opera.

COME SI E' ARRIVATI ALLA RICHIESTA - La Procura di Parma ha chiesto il sequestro preventivo del cantiere dell’inceneritore di Parma che Iren ha in costruzione in località Ugozzolo. Nell’atto presentato al Gip, che deciderà nei prossimi giorni, si ipotizzano i reati di abuso edilizio e abuso d’ufficio.

Nel fascicolo, aperto dal procuratore Gerardo Laguardia e dalla Pm Roberta Licci, figurerebbero dieci indagati: i vertici della multiutility e alcuni dirigenti del Comune e della Provincia di Parma.

Gli accertamenti della Guardia di Finanza di Parma, come già evidenziato dalla Commissione europea, avrebbero sottolineato il fatto che Enia, la società poi confluita in Iren, non ha indetto alcuna gara pubblica per progettare l’impianto: da qui l'ipotesi di abuso d’ufficio. Le Fiamme Gialle avrebbero rilevato anche l’assenza di alcune autorizzazioni edilizie, come il mancato pagamento al Comune degli oneri di urbanizzazione.

Sulle due questioni al centro dell’inchiesta, nei mesi scorsi si era espresso il Tar di Parma che aveva però dato ragione a Iren, annullando il fermo del cantiere deciso in precedenza dalla Giunta dell’ex sindaco Pietro Vignali. Ora la parola passa alla giustizia penale e al Gip Maria Cristina Sarli.

Il No all’inceneritore è uno dei cavalli di battaglia dell’attuale sindaco grillino Federico Pizzarotti, in contrasto con Iren che, solo tre giorni fa, annunciava per l’impianto «l'entrata in funzione per la fine dell’anno». (Tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma in edicola)

Bernazzoli - Dichiarazione del presidente Vincenzo Bernazzoli in relazione alla notizia, apparsa sulla stampa, della richiesta di sequestro del termovalorizzatore da parte della Procura
“Dalla stampa ho appreso che la locale Procura della Repubblica ha chiesto il sequestro del termovalorizzatore in corso di realizzazione da parte di IREN. Non conosco ancora nello specifico le motivazioni della richiesta e comunque non ritengo, allo stato, di formulare commenti nel dettaglio onde non interferire con le valutazioni che dovrà fare la competente Autorità Giudiziaria (GIP), il cui operato deve comunque essere rispettato da ogni Istituzione ovvero, se del caso, contestato solo nelle sedi proprie. Allo stato ritengo comunque che gli uffici della Provincia, per quanto di propria competenza, abbiano agito nel rispetto della legge, come peraltro confermato da due successive sentenze del TAR di Parma”.

VAGNOZZI (5 STELLE): "LA MAGISTRATURA AVRA' MOLTO DA FARE". Il presidente del Consiglio comunale Marco Vagnozzi (Movimento 5 Stelle), ribadisce la fiducia nella magistratura e ritiene invece che la Procura, sull'inceneritore, «dovrà lavorare a lungo». (guarda l'intervista nel servizio del Tg Parma)

GHIRETTI (PARMA UNITA) CHIEDE UN CONSIGLIO COMUNALE SULL'INCENERITORE. In una conferenza stampa Roberto Ghiretti, capogruppo di Parma Unita, dice che per la giunta "è il momento delle decisioni" su vari temi dell'agenda del Comune. E per quanto riguarda l'inceneritore, Ghiretti chiederà una riunione straordinaria del Consiglio comunale solo su questo tema. (guarda l'intervista nel servizio del Tg Parma)

PALLINI: "RESA GIUSTIZIA A VIGNALI". La richiesta della Procura di sequestrare il cantiere dell’inceneritore, ipotizzando «l'abuso edilizio, perché il cantiere sarebbe stato avviato in mancanza della concessione edilizia del Comune, e l’abuso d’ufficio, perché l’assegnazione dell’appalto sarebbe avvenuta senza indire una gara pubblica, rende giustizia all’ex sindaco Pietro Vignali, al sottoscritto e all’associazione Gcr, che avevano sempre sostenuti tale ipotesi». Lo sostiene in un comunicato Fabrizio Pallini, ex delegato per le Politiche della Salute all'epoca della giunta Vignali.
Pallini ricorda così «l'ordinanza dell’ex sindaco che disponeva la chiusura del cantiere», al centro «di un duro braccio di ferro tra la nostra Amministrazione e Iren, con il cantiere rimasto bloccato per mesi, il giudizio incomprensibile del Tar a favore della multiutility e la conseguente richiesta di 28 milioni di euro da parte della stessa al Comune, per la mancata attività. La decisione della Procura - prosegue - viene ora a mettere ancor più in evidenza come il mancato appello al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar, da parte dell’allora commissario del Comune Ciclosi, paia veramente incomprensibile e non certamente accettabile».
«Finalmente - conclude - si scopriranno le carte che erano state nascoste da tempo in merito all’inceneritore», struttura che «mette in serio pericolo la salute dei cittadini» anche se «c'è ancora chi ha il coraggio di sostenere la correttezza amministrativa e la non pericolosità dell’impianto. Vedremo una volta per tutte chi aveva effettivamente ragione».

Inceneritore, guerra infinita : tutte le notizie di gazzettadiparma.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • NONNA ABELARDA

    08 Settembre @ 15.55

    MAURIZIO... peccato che da analisi fatte risulta che la tav produca diossina e non a livelli trascurabili... diciamo che quà vi è una guerra in corso a livello polito ed economico e non certo a livello salutiastico.. che come ribadisco ,non frega niente a nessuno

    Rispondi

  • Geronimo

    04 Settembre @ 14.46

    NONNA ABELARDA, i rifiuti è qualche anno che non vanno più a Reggio Emilia ma vanno in città ben più lontane. Non vedo poi che ipocrisia ci possa essere a lamentarsi per un inceneritore e non per l’alta velocità, mi sembrano due temi oltre che distinti anche opposti perché il primo peggiora la qualità ambientale (non sono contro l’inceneritore, sono contro gli affari tipici italiani che ci possono essere dietro) mentre l’alta velocità consentirà in futuro una diminuzione del trasporto merci su gomma (sul trasporto delle persone ho seri dubbi se ad esempio 5 anni fa un parma roma in euro star con tempi di percorrenza simili all’attuale freccia rossa costava 79 euro, attualmente costa 126 euro…)

    Rispondi

  • daniela

    04 Settembre @ 10.40

    TANTO PER NON SAPER NE LEGGERE E NE SCRIVERE VORREI CAPIRE TUTTI GLI AMBIENTALISTI DI PARMA CHE TANTO SI LAMENTANO DI QUESTO ECO MOSTRO.. E CHE PERò ACCETTANO UNA TAV CHE GLI PASSA SOTTO IL NASO... E CHE NON VOGLIONO E NON FANNO LA DIFFERENZIATA IN CITTà PERCHè I CASSONETTI NON SONO UN BEL VEDERE!!! SINCERAMENTE IO VEDO UNA GRAN IPOCRISIA E QUELLO CHE NON HANNO ANCORA CAPITO CHE QUESTA BATTAGLIA E SOLO PER INTERESSE POLITICO ED ECONOMICO E CHE SE FOSSE STATA DAVVERO LA NOSTRA SALUTE A REPENTAGLIO SICURAMENTE NON SI SAREBBE MOSSO NEPPURE UN DITO...SVEGLIAAAA!!! ORMAI A QUESTO MONDO INTERESSA SOLO IL DIO DENARO E IL POTERE.. PER QUESTA GENTE QUà POTREMMO ANDARE A MORì AMMAZZATI ... SALUTI E PS. A FINE ANNO QUANDO REGGIO EMILIA NON CI PRENDERà PIù I RIFIUTI VORRò PROPRIO RIDERE E VEDERE CHE BELLE SOLUZIONI SARANNO ADOTTATE....

    Rispondi

  • Francesco

    03 Settembre @ 11.03

    PUZZI E NICOLA , L' INCENERITORE , PER IL MOMENTO, NON E' FERMO. Il sequestro è stato chiesto dalla Procura della Repubblica al Giudice per le Indagini Preliminari (GIP). Entrerà in vigore se il GIP accoglierà la richiesta. Quindi, Nicola, è ovvio che, per il momento, i lavori continuino.

    Rispondi

  • Nicola

    03 Settembre @ 08.39

    ... e comunque questa mattina IREN al lavoro al cantiere. L'arroganza non si placa neppure davanti alla procura della Repubblica!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: gravissima una donna

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

8commenti

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessual: arrestato

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

12commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

6commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

SANITA'

33 morti sospette al Noa di Massa: indagato il primario dell'ospedale

USA

Coppia insospettabile "drogava e stuprava donne": forse centinaia di casi

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

bergamo

15enne scopre dopo un anno che dall'altra parte della chat erotica c'è il papà

1commento

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design