17°

29°

Parma

Gcr sulla richiesta di sequestro: "Inizia una stagione di verità" sull'inceneritore

Ricevi gratis le news
1

Attraverso un comunicato, l'associazione Gestione Corretta Rifiuti interviene sulla richiesta di sequestro dell'inceneritore da parte della magistratura, dicendo che inizia "una stagione di verità sull'affaire forno". Gcr ripercorre anche i protagonisti (politici e non solo) della vicenda dal 2008 ad oggi.
Ecco il comunicato, intitolato "Quando ve ne andate?":

La richiesta della Procura di Parma di porre sotto sequestro il cantiere dell'inceneritore di Parma, le ipotesi di reato sono abuso edilizio e abuso d'ufficio, segna l'inizio di una stagione di verità su un tema, l'affaire forno, che tiene con il fiato sospeso Parma fin dal 2008, anno in cui fu dato il via (con la Via) al progetto di Iren.

Una necessità storica di fare luce sull'inceneritore che coinvolge anche tutta la classe politica, oltre che quella amministrativa, di Comune di Parma e di Provincia di Parma, oltre naturalmente ai vertici della multiutility piemontese-ligure-emiliana.

L'inceneritore è stato il frutto di una strategia comune che ha attraversato gli schieramenti e unito gli intenti di parti politiche di solito agli estremi opposti, una comunione di intenti che ha accompagnato (e coperto di silenzi) la prima fase del progetto, per poi sfilacciarsi nel corso degli anni.

I protagonisti sono noti. Si parte dal presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, sostenitore del progetto fino al punto di andarlo a difendere in tribunale, all'ex sindaco di Parma Elvio Ubaldi, che voleva il forno ancora più grande perché rappresentava un vanto per la città metropolitana. E poi l'assessore provinciale Castellani, il quale sosteneva che bruciare rifiuti non produce diossina, quello comunale Sassi, per lei faceva peggio una grigliata di carne, l'ex presidente di Enia Adorni, tutti zitti solo io so la verità.

Il tutto condito da una gestione delle “carte” per lo meno bizzarra, con trasparenza nulla verso i cittadini e il consesso comunale, e inciampi crescenti che sono giunti anche a scomodare la Commissione Europea, l'Antitrust, l'authority sui contratti pubblici.

Alcune clamorose chicche sono uscite di recente.

Come il fatto che le tariffe, promesse in netto calo dopo il varo del forno, si sono manifestate invece come le più alte d'Italia, senza che nessun organo amministrativo ne chiedesse conto.

Oppure con la beffa di 700 mila euro di pubblicità pro forno fatte pagare in bolletta ai cittadini inconsapevoli, che in pratica si auto convincevano della bontà del forno pagando di tasca propria gli imbonitori.

O infine la scoperta, tra le righe del piano economico finanziario, che il forno brucerà per 20 anni la stessa quantità di rifiuti urbani, ammettendo clamorosamente che Iren non intende incrementare la raccolta differenziata.

E' la stagione dei bilanci, giunta improvvisamente il 31 agosto come un temporale estivo, con la richiesta di sequestro dell'impianto.

Con Iren che fino a qualche ora addietro giurava sull'apertura del forno entro fine anno.

Con Iren che grazie alle lungimiranze dei suoi amministratori subirà un nuovo tracollo in Borsa, per la felicità dei suoi azionisti, tra i quali spiccano i comuni dell'Emilia, nonché, per una quota prioritaria, Genova e Torino, attraverso diverse finanziarie.

Oggi cosa ci aspettiamo?

Che questa stagione della verità inizi da una presa d'atto dei protagonisti di questa vicenda.

Che li porti a scegliere la strada dell'abbandono, come la loro coscienza suggerisce loro.

Bernazzoli, Castellani, Viero, Ubaldi, Villani, tanti nomi legati a doppio filo con il forno che sarebbe meglio levassero le ancore, e lasciassero.

Ci sono tanti modi per andarsene.

Pietro Vignali, sindaco della Parma del tracollo, come ultimo atto bloccò l'inceneritore per diversi mesi, in base ad un abuso edilizio in corso.

Il Tar di Parma, come ultimo atto di alcuni suoi giudici, prima del trasloco, la diede vinta a Iren, nonostante il titolo edilizio fosse clamorosamente assente.

Mario Ciclosi, commissario di Parma, si dimenticò di appellarsi al Consiglio di Stato sulla sentenza del Tar, esponendo il comune, come infatti è successo, ad una richiesta di danni da parte di Iren.

Infine Roberta Licci, il pm che prima di lasciare Parma ha dato in eredità il suo ultimo sigillo, la scrupolosa anamnesi di un caso difficile, scomodo, ma importante per il futuro di Parma.

Oggi è anche il tempo di guardare avanti.

Di organizzare il nostro territorio per gestire in modo corretto i rifiuti, come l'Europa chiede agli Stati membri, e come finora non è stato.

Tante cose da fare, ad iniziare dalla revisione del piano provinciale di gestione dei rifiuti, ormai desueto, per applicare tutte quelle tecnologie che consentono nel 2012 di gestire i nostri scarti senza ricorrere all'incenerimento.

 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Hecks

    01 Settembre @ 18.08

    "Tante cose da fare, ad iniziare dalla revisione del piano provinciale di gestione dei rifiuti, ormai desueto, per applicare tutte quelle tecnologie che consentono nel 2012 di gestire i nostri scarti senza ricorrere all'incenerimento." Sarei curioso di sapere quali sono tutte queste tecnologie che consentono nel 2012 di gestire gli scarti senza ricorrere all'incenerimento... Un'idea di come gestiscono più o meno correttamente i rifiuti gli altri paesi europei me la sono fatta. Per quanto riguarda l'inceneritore... mah, (ri)vedremo come andrà a finire.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

5commenti

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

3commenti

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

LIRICA

Macbeth inaugura il Festival Verdi 2018 al Teatro Regio

La "prima" è in programma giovedì 27 settembre

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTE

Ciclista investito in via Langhirano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

PGN

La festa di Casaltone, Benassi e i Megaborg al Mu, e il nuovo «Operaswing»

ITALIA/MONDO

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

CULTURA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPORT

Calciomercato

Inter, vicino il rinnovo di Icardi

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

SOCIETA'

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

PARMA

Ponte Romano, sopralluogo in vista dell'inaugurazione Foto

MOTORI

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse

motori

Il tempo libero secondo Mercedes