18°

30°

Parma

Viero (Iren): "Inceneritore, correttezza nel nostro operato"

Ricevi gratis le news
3

L'amministratore delegato di Iren Ambiente Andrea Viero, indicato fra le persone coinvolte dall'indagine della Procura sull'inceneritore, interviene sulle notizie relative alla richiesta di sequestro. Secondo Viero stupiscono gli addebiti che sarebbero mossi a Iren, poiché l'affidamento dei lavori - spiega - è avvenuto in base ad alcune leggi regionali. E per quanto riguarda il presunto abuso edilizio, Viero ricorda che il Tar ha dato ragione alla multiutility.

Ecco il comunicato di Andrea Viero:

Dalle notizie apparse in questi giorni sulla stampa abbiamo appreso dell’indagine della Procura della Repubblica di Parma e dei presunti reati in merito alla realizzazione del Polo Ambientale Integrato (PAI).

Fermo restando che si tratta di indiscrezioni di cui non abbiamo nessuna conoscenza precisa e diretta, non avendo ricevuto nessun atto in merito, riteniamo opportuno sottolineare la convinzione nella correttezza del nostro operato, fondato sull’applicazione delle previsioni normative nazionali e regionali e delle prescrizioni autorizzative.

Non nutriamo preoccupazioni, nel caso i reati ipotizzati dalle testate giornalistiche dovessero essere realmente contestati, poiché riteniamo di poter dare, anche nelle sedi opportune, compiutamente conto della legittimità di ogni singolo passaggio di questo progetto così articolato e complesso.

Le indiscrezioni, peraltro confuse, riportate dalla stampa sul supposto reato di abuso d’ufficio non sembra possano essere correlate ad una presunta richiesta di sequestro preventivo.

Stupiscono, infatti, i riferimenti all’affidamento della progettazione del PAI ad Hera con violazione dei principi della trasparenza e della concorrenza. Con Hera è attivo dal 2008 un accordo di collaborazione che ha consentito di poter mettere in campo scambi di assistenza tra soggetti tecnicamente esperti e competenti; una collaborazione attivata anche sul PAI e passata indenne alle valutazioni dall’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici.

Stupiscono anche le supposte contestazioni dell’affidamento ad Iren Emilia del servizio di raccolta rifiuti, avvenuto, come nel resto della Regione, in base all’art. 16 della Legge Regionale 25/99. Una legge che ha portato, per ogni territorio provinciale, ad individuare e salvaguardare, sulla base delle previsioni normative, le cosiddetta gestioni industriali. Nel 2004 in provincia di Parma, proprio sulla base di questa normativa, fu salvaguardata anche Oppimitti Srl. La medesima legge inoltre prevedeva che con i gestori salvaguardati fosse stipulata apposita convenzione per il periodo transitorio, che poteva arrivare fino a 10 anni, senza costituire nuovo affidamento.

Stupisce, infine, che si parli di illegittimo affidamento della realizzazione del PAI dal momento che la costruzione del sistema impiantistico non è stata frutto di un affidamento, ma di un’intesa in base all’art. 18 della L.R. n. 20/2000 che prevede la possibilità per gli enti locali di stipulare accordi con soggetti privati per la realizzazione di progetti di rilevante interesse per la comunità locale. Ancor di più se si considera, così come ha fatto la Commissione Europea, che il progetto del PAI è totalmente autofinanziato dal Gruppo Iren.

In relazione al supposto abuso edilizio, al quale potrebbe essere correlata la richiesta di sequestro preventivo, la nostra tranquillità deriva anche dalla recente sentenza n. 41/2012 del TAR (passata in giudicato) con la quale il competente Giudice Amministrativo ha espressamente confermato la regolarità dell’iter autorizzativo adottato ed ha riconosciuto che il permesso di costruire è stato rilasciato nell’ambito della procedura autorizzativa e di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) sulla base delle norme nazionali e regionali in materia di Valutazione di Impatto Ambientale le quali definiscono che la VIA comprende e sostituisce tutte le autorizzazioni, concessioni, licenze, pareri, nulla osta o assensi necessari per la realizzazione del progetto.

Poco comprensibile sarebbe che il presunto reato di abuso edilizio potesse essere connesso al mancato pagamento degli oneri di urbanizzazione, non si sa come calcolati dalle testate giornalistiche in circa 430.000 euro, quando gli impegni assunti dal Gruppo Iren hanno visto la corresponsione di circa 12 milioni di euro a titolo di opere di compensazione ambientale a favore del Comune di Parma e di altri quattro Comuni confinanti.

L’ipotesi avanzata dalla stampa che, nelle more degli accertamenti del caso da parte della Magistratura, il cantiere possa essere sottoposto a sequestro in via cautelare, pur a fronte della consapevolezza di poter dimostrare di aver correttamente agito secondo le disposizioni di legge, riteniamo sollevi non poche preoccupazioni. Vanno infatti considerati con estrema attenzione: il problema dello smaltimento dei rifiuti che si genererebbe per la provincia di Parma a partire dall’inizio del prossimo anno dato il venir meno delle convenzioni di smaltimento in essere; i danni che l’interruzione dei lavori di realizzazione produrrebbe, anche in considerazione dello stato di avanzamento, dei consistenti investimenti e dei piani di sviluppo del Gruppo Iren nel settore ambientale; e, non da ultimo, gli effetti occupazionali connessi al temporaneo fermo del cantiere che ad oggi occupa mediamente 280 persone al giorno e che potrebbe anche mettere in seria difficoltà alcune imprese coinvolte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • stefano

    05 Settembre @ 21.32

    Ma certo, altrimenti le coop rosse non potrebbero ricevere lavori senza concorrenza. D'altronde in una regione rossa....ma signor Emilio essendo IREN azienda partecipata non crede che sia giusto sapere che non si sia voluto favorire qualcuno ....ma solo per avere il caffè pagato s'intende.

    Rispondi

  • ziodolfo

    05 Settembre @ 11.50

    Leggiti l'art. 117 della Costituzione che, fra l'altro dovresti conoscere come è dovere di ogni cittadino

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    05 Settembre @ 10.35

    Viene il dubbio che, probabilmente, la regione possa legiferare anche quando le questioni sono già definite da leggi delle stato, chissà perchè?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

3commenti

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

sicurezza stradale

Massese, allarme per quelle righe orizzontali ormai "fantasma"

politica

Pizzarotti sulla vicenda Casalino: "Le minacce sono il metodo 5 Stelle"

1commento

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

ECONOMIA

Rinnovato il contratto integrativo in Barilla: previsto premio da 10.800 euro in 4 anni

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

6commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

SPORT

Pallavolo

Mondiali, l'Italia è già matematicamente qualificata per la final-six

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"