19°

30°

Parma

Ghiretti: "Termovalorizzatore, il sindaco dica cosa vuole fare"

Ghiretti: "Termovalorizzatore, il sindaco dica cosa vuole fare"
Ricevi gratis le news
0

 "L’intervento della Procura della Repubblica sul termovalorizzatore Iren di Ugozzolo accende nuovi interrogativi su un impianto che a nostro avviso è stato un errore volere realizzare e che oggi esige con urgenza da parte dell’Amministrazione Comunale e delle istituzioni decisioni che non possono più attendere". A sostenerlo è il consigliere di minoranza Roberto Ghiretti, di Parma Unita. Che in una nota continua: "Come abbiamo sempre detto, prima del termovalorizzatore, occorreva esplorare tutte le strade alternative che garantissero la salute dei cittadini, nel rispetto del principio di autosufficienza di smaltimento dei rifiuti nel nostro territorio. Bruciare i rifiuti produce fatalmente un incremento di inquinamento dell’aria e disincentiva la differenziazione della raccolta e la possibilità di riuso dei materiali di scarto. E’ una scelta che oggi appare quanto mai superata. Abbiamo sempre avuto perplessità in particolare sulle modalità di concezione del forno di Ugozzolo, la cui potenzialità di smaltimento rifiuti da 130 mila tonnellate/anno appare non sufficientemente motivata, come del tutto sbagliata è la localizzazione dell’impianto, soprattutto per l’impatto negativo sul nostro sistema produttivo agroalimentare e per l’immagine di Parma.

Perplessità suscita anche la scarsa trasparenza delle modalità di affidamento del termovalorizzatore, come si evidenzia anche dalle informazioni scarse e poco chiare su costi dell’impianto e impatto eventuale sulle tariffe future a carico dei cittadini.
Ma altrettanta perplessità suscita la ormai incomprensibile stasi decisionale dell’Amministrazione Comunale, del Sindaco e dell’Assessore all’Ambiente.
La costruzione dell’impianto di termovalorizzazione rifiuti di Ugozzolo, sino alla decisione della Procura, è  proceduta a grande velocità da parte di Iren. Eppure ancora oggi, a oltre tre mesi dall’insediamento del Sindaco Pizzarotti, non sono affatto chiare le intenzioni concrete della nuova Amministrazione, che continua a ribadire che non vuole fare partire l’impianto, ma sembra non avere alcuna idea su come attuare la promessa elettorale.
A farne le spese rischiano di essere i cittadini di Parma, tra un Comune che non sa decidere e una società, Iren, che manca gravemente di trasparenza soprattutto per quanto riguarda le tariffe future rifiuti urbani che potrebbero gravare in misura abnorme sulle tasche dei parmigiani.
Il Sindaco ha assunto l’impegno di fronte ai cittadini di non fare partire l’impianto di Ugozzolo, ma ancora oggi sono del tutto oscure le strategie che l’Amministrazione intende attuare. 
Da parte sua Iren non accenna affatto a rallentare la costruzione dell’impianto ed anzi annuncia che esso sarà presumibilmente completato entro pochi mesi. Mentre appare sempre più con evidenza come la questione tariffe, costi, piani finanziari di Iren sia ancora del tutto oscura e questo è oggi inaccettabile.
L’Assessore Folli nella recente intervista ha ribadito la volontà già espressa in campagna elettorale di bloccare, prima del nascere, il forno di Ugozzolo, ma non ha affatto detto quali atti amministrativi intende intraprendere per dare concreta attuazione a quella che ad oggi appare solo come un’intenzione piuttosto vaga. Oggi il Sindaco Pizzarotti e l'Assessore Folli governano la città, non sono più solo movimento di opinione né tanto meno di opposizione, ma a loro compete la responsabilità delle decisioni e non è più sufficiente da parte loro esprimere solo generici proclami, ma devono assumersi le responsabilità che loro competono.
L’Assessore Folli lascia intuire nella sua intervista che intenderebbe rallentare ed ostacolare per quanto di competenza del Comune le fasi di approvazione finale, forse in sede di approvazione delle varianti in corso d’opera, ma, se questa si rivelasse l’unica strategia, essa appare di sconcertante debolezza. Come debole sarebbe un’analoga sorta di velata minaccia verso Iren rivolta al rinnovo dell’incarico di raccolta e conferimento che scade nel 2014. 
In questa stasi decisionale, in attesa delle decisioni della Procura, è preoccupante rilevare come i piani finanziari di Iren sulla piattaforma Paip, trapelati dall’informazione locale e non smentiti da parte di Iren, sembrino rappresentare un potenziale pesante aggravio di spesa a danno dei cittadini, se fosse vero che l’impianto di Ugozzolo garantirebbe in sede di gestione enormi utili per Iren, a fronte di tariffe rifiuti molto superiori alle medie nazionali.
Iren non può lucrare sull’impianto, a nessun titolo, anche se essa è società privata quotata in borsa, perché l’affidamento originario alla realizzazione del termovalorizzatore avvenne in virtù del principio di "in house providing", ovvero considerando la società alla stregua di una società municipalizzata, senza gara di appalto, come intervento di pubblica utilità. 
E le tariffe che graveranno sui cittadini andranno decise dal Comune e non certo unilateralmente da Iren né da alcuna altra società che dovesse avere incarico di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani di Parma.
In questo quadro è necessario che il Sindaco e l'Assessore escano dalla grave incertezza in cui ancora sembrano trovarsi e riferiscano con chiarezza in Consiglio Comunale quali siano le loro decisioni, i tempi di attuazione, i costi previsti.
Parma ha diritto di sapere la verità e non può attendersi che sia solo la magistratura a compiere i propri passi, le istituzioni, Comune in testa, devono rispondere alle domande che si pongono i cittadini.
Occorre quindi un confronto istituzionale aperto e pubblico tra Comune di Parma, Iren e Provincia, perché si confrontino le differenti posizioni e i cittadini, le forze politiche possano capire quali sono le reciproche intenzioni dei soggetti in campo.
Per questo chiedo un Consiglio Comunale straordinario avente un ordine del giorno dedicato solo al termovalorizzatore, a cui siano invitati anche i rappresentanti di Iren e della Provincia ed in cui il Sindaco renda pubblici con esattezza i provvedimenti amministrativi che vuole attuare per sottoporli al giudizio del Consiglio, in contraddittorio diretto con Iren e Provincia.
Roberto Ghiretti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Video

SOCIETA'

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"