18°

28°

Parma

"Quando con le grandi avversarie la sua voce diventava quasi tifo"

Ricevi gratis le news
2
Ecco il ricordo di Pino Colombi lasciato dal collega Vanni Zagnoli.
"Proprio ieri sera verso le 23,15 su Mediaset Premium, a La Tribù del Calcio, si è visto Pino che intervistava l'avvocato Chiusano, presidente della Juve, scomparso pochi anni fa. Era uno Juve-Parma, Pino era in primo piano, per Rds, si parlava del giovane Del Piero. Istintivamente la voglia di avvisarlo: gli avrebbe fatto piacere, pochi secondi ma di qualità. Era amico di Alessio Secco, a lungo dirigente della Juve, e sì di tanti giornalisti nazionali. Li faceva intervenire a Radio Parma o dove avesse possibilità. Mura, Beccantini, Garanzini, Ansaldo, ma tanti altri. Gente che aveva conosciuto al Tardini, molto prima di me. Mi affacciai nel '94, con Nevio Scala e il Parma che contendeva lo scudetto alla Juve. A lungo allo stadio siamo stati vicini. Io sempre teso, iperteso, cioè preso da un resoconto in tempo reale da sistemare magari in più versioni. Qualche volta mi diceva: "Ecco l'uomo per tutte le stagioni, dai mille servizi. Oggi per chi sei qua?".
Un saluto iniziale, sempre trafelato, da parte mia, e lui a ogni azione del Parma si faceva prendere la mano, quella bella voce si trasformava in quasi tifo, soprattutto con le grandi avversarie, soprattutto in avvio di partita. E allora lo richiamavo all'ordine. "Scusa, hai ragione". E poi giù a mangiare qualcosa, all'intervallo.
E su di nuovo, a preparare il suo commento per Radio 24. A penna, su un foglio ampio, lungo. Chissà mai se Carlo Genta lo lasciasse finire. E le interviste realizzate in mixed zone, accanto alla sala stampa, poi sotto. Pino c'era, con orgoglio. Bella voce, il piacere di essere protagonista. Anni fa, sulla Gazzetta di Parma, nella storia della radiofonia, mi colpì un commento di Andrea Ponticelli, mi pare. "Pino faceva opinione all'Europeo", cioè al diamante di Parma.
Pino era la radio, non amava certo la tecnologia, ma negli ultimi anni eravamo diventati amici su facebook, anche con mia moglie. Ogni tanto interveniva con qualche "mi piace" e non solo.
Gli piaceva dire la sua, che la sua opinione fosse pesante, anche se sul piano critico era leggero. Un diplomatico, ecco, Pino sarebbe stato un ottimo ministro degli Esteri. Un ambasciatore della parmigianità, ma già lo era, perchè ovunque era riconosciuto. Perchè si coccolava i grandi inviati nazionali e da loro era coccolato.
Pino ha inventato il mestiere di freelance, perlomeno radiofonico. Ha inventato la radio, il talkshow televisivo, garbato, intelligente, magari senza polemica, proprio come piace a me.
Pino era interlocutore privilegiato di molti, al Tardini. La sua umanità e passione per il microfono e l'opinionismo, se mi si passa il termine, erano contagiose.
Lui che era stato maestro di tanti, a Parma, non era diventato giornalista professionista. L'avrebbe meritato. Avrebbe meritato maggiore considerazione, maggiore credibilità, perchè a Parma ha fatto la storia del giornalismo. E la storia si può fare anche mischiando un'altra professione e la passione per lo sport. Aveva un'energia contagiosa, una presenza importante.
Ambiva a collaborazioni di prestigio, ambiva a vivere di giornalismo e basta. Con il Parma, il calcio e lo sport si è divertito.
Pino mancherà a tutti. Aveva più considerazione fuori che a Parma, ma accade spesso così.
Gli invidiavo la voce e l'energia che in voce sprigionava. L'incipit sicuro, convinto, autorevole, accanto al mio per anni timido e lento.
Era appassionato anche di musica lirica, neanche lì lo seguivo...
Addio Pino, un onore averti conosciuto, esserti stato accanto. Conveniva spegnere il computer e ascoltarti, anzichè stopparti. In un'altra vita...."
Vanni Zagnoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • vanni zagnoli

    17 Settembre @ 23.53

    Il ricordo di Fabio Tavelli, su Pino. Oggi è fra i volti di Skysport24, a lungo capo della redazione sportiva di Radio24 dove Pino collaborava anche in questa stagione, come voce del Parma. "Una sera lo invitai ad una trasmissione televisiva a Brescia. Partì da Parma, arrivò mezz’ora prima della lucina rossa sulla telecamera. Mi portò una forma di Parmigiano. “Grande Fabio, ti pare che io venga da te a mani vuote?”, esordì scendendo da una vecchia Fiat Regata. Era un signore, la voce calda e meravigliosamente radiofonica. Lo vidi un giorno a Parma quando tornò Arrigo Sacchi. Ando’ a sistemargli il microfono di RDS sul tavolo. Sacchi lo vide, si alzò e andò a salutarlo con un doppio bacio sulla guancia. Quel giorno conobbi un amico che non c’è più. Ciao Pino". ft

    Rispondi

  • Matteo

    15 Settembre @ 19.07

    Grazie di tutto!!!!!!!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

GAZZAREPORTER

Rudo a gogò!

Lo sfogo di un lettore in pieno centro

LA POLEMICA

Sagra della Croce, pochi bagni chimici a Collecchio

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"