17°

28°

Parma

E' sempre più "caccia" al lavoro. E i Cpi sbarcano su facebook

E' sempre più "caccia" al lavoro. E i Cpi sbarcano su facebook
Ricevi gratis le news
2

 Trovare lavoro al tempo della crisi? Difficile, più difficile, ma non impossibile. Lo dimostrano i dati d’attività dei Centri per l’impiego della Provincia: dati che testimoniano quanto, in un periodo complesso nel quale la crisi economica ha purtroppo colpito duro anche da noi, i Cpi hanno operato per favorire l’ingresso o il rientro di migliaia di persone nel mercato del lavoro della provincia di Parma.

“Il tema del lavoro è oggi come non mai al centro dell’attenzione istituzionale e sociale. Abbiamo davanti scenari che destano preoccupazione ma di fronte ai quali non possiamo arrenderci. Nonostante questo, in questo quadro, a Parma trovare lavoro è difficile ma non impossibile, anche perché ci sono strutture, servizi e iniziative che cercano di dare una mano a chi è alla ricerca di un primo o di un nuovo lavoro. I Centri per l’impiego cercano di fare proprio questo. Di farlo in modo concreto, e i numeri lo dimostrano, e con strumenti sempre nuovi: ultimo nato è il profilo facebook dei Centri per l’impiego, attraverso il quale si mettono in rete informazioni utili ai tanti cercatori di lavoro, soprattutto giovani perché questo è principalmente il “target” di facebook. Informazioni che potranno essere fatte circolare, condivise, discusse, e diventare patrimonio e risorsa per tante persone”, ha spiegato oggi in conferenza stampa in Provincia l’assessore alla Formazione professionale e alle Politiche attive del lavoro Manuela Amoretti, affiancata da Daniela Adorni, responsabile del Servizio Informazione e consultazione, e da Mirca Coruzzi, caporedattrice Portali e intranet della Provincia.
La pagina facebook http://www.facebook.com/centrimpiegoprovinciaparma è l’ultimo strumento in ordine di tempo di cui si sono dotati i Cpi. Uno strumento che punta ad avvicinare un’utenza vasta e a “far girare” il più possibile informazioni raggiungendo i tantissimi frequentatori del social network.
 
Cpi: i dati dell’ultimo triennio 
Nel periodo che va dal 2009 al primo semestre 2012 sono state inviate 22.564 candidature (6.734 nel 2011) di lavoratori disponibili a 3.484 aziende (935 nel 2011) che si sono servite dei Centri per l’Impiego per la ricerca di personale. Questa attività ha consentito l’assunzione tramite il servizio di preselezione di 1.456 persone nelle aziende servite: un dato che raggiunge le 2700 unità fra il 2009 e il primo trimestre 2012 se si considerano tutte le persone che hanno trovato lavoro attraverso l’intervento diretto di altri servizi dei Centri per l’impiego (promozione di tirocini formativi, servizi di outplacement, assunzioni nelle Amministrazioni pubbliche). 
Rilevanti anche le cifre sui percorsi di orientamento professionale, cioè sull’attività di supporto alla costruzione di un proprio progetto lavorativo offerta dai Cpi agli utenti che ne manifestino l’esigenza: nel 2011 sono stati erogati complessivamente 8.272 colloqui, tra primi e successivi, e in tutto il periodo compreso dal 2009 al primo semestre 2012 si può parlare di più di 26.000 colloqui per l’orientamento professionale delle persone nel mercato del lavoro locale.
Nell’ambito del servizio di orientamento rientra anche l’azione svolta a favore dei giovani sotto i 18 anni (Nuovo obbligo formativo) che sono stati segnalati in uscita dai percorsi scolastici, ragazzi ai quali il Centro offre un “supporto alla scelta” per il rientro a scuola o per la frequenza a corsi di formazione: 799 i colloqui erogati nel 2011, 3.116 nel periodo dal 2009 al primo semestre 2012. Un altro servizio importante è quello di Informazione e consultazione, che propone anche un ventaglio di strumenti per la ricerca attiva e autonoma del lavoro (redazione CV, analisi aziende a cui inviare i CV, lettera di autopresentazione, ricerca di opportunità formative).  
I progetti di tirocinio formativo e di orientamento professionale sono stati nel triennio 1425 (438 nel 2011, 532 nel 2010, 455 nel 2009). Nel primo semestre del 2012 sono stati attivati 140 tirocini. Ad oggi 400 tirocinanti  hanno beneficiato di specifiche indennità di frequenza erogate dalla Provincia. Il 62% dei tirocini si è trasformato in concrete opportunità di lavoro. “Questo dimostra che il tirocinio, checché se ne dica, a Parma rimane uno strumento davvero efficace”, ha osservato l’assessore Amoretti.
Per favorire inoltre il contatto degli utenti dei Cpi con il sistema produttivo locale è stato finanziato nel 2009 e 2010 un servizio di outplacement, per la promozione mirata di utenti con particolare svantaggio occupazionale, che ha toccato 374 persone (159 donne; 337 adulti sopra i 33 anni; 76 persone non italiane) delle quali il 61% ha trovato alla fine un inserimento occupazionale. Nel 2012 è stato attivato un ulteriore progetto di outplacement che coinvolgerà complessivamente 275 persone disoccupate ed è in corso di svolgimento.
Nel complesso dai dati di monitoraggio dell’attività dei Cpi risulta che il 60% del totale delle persone che si rivolgono ai servizi per il lavoro della Provincia per ottenere in generale supporto alla ricerca attiva del lavoro, dichiarano di averlo trovato entro un anno.
Per le sole aziende, si consideri che i centri per l’impiego sono stati raggiunti dalle imprese per un numero di contatti che gravita intorno ai 90.000 nel periodo considerato, per consulenze informative che si dividono fra informazioni sulla legislazione sul lavoro, amministrazione dei rapporti di lavoro, assunzioni incentivate, supporto alla gestione delle comunicazioni obbligatorie.
 
Persone in cerca di lavoro: il trend
Nel triennio si è osservata una forte crescita di utenti: i nuovi iscritti allo stato di disoccupazione hanno raggiunto quota 46.902 dal 2009 al primo semestre 2012, e nel 2011 sono arrivati in un solo anno a 14.032 unità; sempre nel periodo 2009-2012 i “patti di servizio” (l’accordo tra il lavoratore che ha dichiarato la propria disponibilità e il Centro per l’Impiego, nei quali vengono definite le azioni da intraprendere per la ricerca del lavoro) sono arrivati ad essere più di 60mila (con 17.454 patti stipulati con gli utenti dei Cpi nel 2011, utenti che per il 60% sono donne e per circa il 35% persone non italiane). “Questo dà l’idea della pressione che si è riversata sui centri per l’impiego della Provincia negli ultimi anni, tra l’altro ad assetto organizzativo fisso. E dice lo sforzo anche dei singoli operatori di fronte a una domanda così forte”, ha osservato Manuela Amoretti.
I lavoratori espulsi dal sistema aziendale locale sono aumentati fortemente: gli iscritti alle liste di mobilità e serviti dai centri per l’impiego sono passati da 2.036 nel 2008 a ben 4.918 nel 2010; le persone beneficiarie di ammortizzatori sociali in deroga e che, per obbligo di legge, devono prendere contatto con i centri per l’impiego per beneficiare di servizi attivi, sono arrivate ad essere 1.164 su tutto il territorio provinciale.
 
I Centri per l’impiego su Facebook: debutta la pagina Cpi
L’attivazione di nuovi corsi di formazione, le iniziative della Provincia in tema di lavoro rivolte a cittadini e alle imprese del territorio, i momenti orientativi organizzati in regione e nel nord Italia. E ancora: suggerimenti per sapere come scrivere al meglio il proprio curriculum o come affrontare un colloquio, articoli di approfondimento sul mondo del lavoro. Questo e tanto altro si potrà trovare nella nuova pagina Facebook dei Centri per l’impiego (Cpi), realizzata dalla Provincia: uno strumento utile per promuovere e far conoscere anche a nuovi utenti i servizi dei Cpi ma anche per sollecitare il dibattito e lo scambio di informazioni tra chi cerca lavoro. Un modo dunque per comunicare in modo semplice e immediato eventi e iniziative dei Cpi, aiutare a utilizzare al meglio i loro servizi, segnalare eventi del territorio che possono essere utili alla crescita professionale e alla ricerca del lavoro.
“La pagina è rivolta alle persone in cerca di lavoro ma anche alle imprese, e vuole essere uno strumento per fare rete e per far sì che le informazioni dalla rete arrivino ai destinatari. Una pagina facebook non sostituisce un sito ma lo integra, è dedicata non all’approfondimento ma al tam tam della notizia: anche la nostra è pensata così, in stretto collegamento con il Portale lavoro”, ha spiegato Daniela Adorni, responsabile del Servizio Informazione e consultazione, sottolineando come aspetti essenziali di facebook “la bidirezionalità e la viralità: non solo la singola persona ma tutti i suoi amici sono raggiunti dalle informazioni”. 
Il social network rappresenta un ottimo modo per far conoscere i servizi dei Centri per l’impiego perché è uno strumento accessibile a tutti, a persone di ogni età e condizione sociale, e viene utilizzato soprattutto dai ragazzi tra i 20 ai 35 anni, la fascia d’età “target” dei Cpi. 
La pagina di Facebook http://www.facebook.com/centrimpiegoprovinciaparma si affianca agli altri siti della Provincia in tema di lavoro: www.lavoro.parma.it; www.formazione.parma.it
www.ripartireinsieme.parma.it
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • massimo

    21 Settembre @ 11.52

    ma non è tipo una farsa questo uffiicio per l'impiego...che non può offrire lavoro perchè non può fare concorrenza alle agenzie di lavoro interinale e di selezione del personale?

    Rispondi

  • riccardo marchesi

    20 Settembre @ 18.06

    E' molti anni che sono registrato con l'ufficio per l'impiego, ho sempre trovato difficolta' a registrarmi e a fare una qualche domanda, non ho mai trovato lavoro, vorrei sapere quanti persone sono riusciute a collocare, sono dati che non forniscono, il centro per l'impiego e' un serbatoio elettorale per bernazzoli e compagnia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Sicurezza, stamane incontro al Viminale tra Pizzarotti, Casa e il sottosegretario Molteni

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

38 anni dopo

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l’analisi dei frammenti a Parma

CORCAGNANO

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

ROCCABIANCA

Profughi, soluzione alternativa a via Verdi

1commento

Fidenza

La carica dei 300 scolaretti dalla Collodi all'ex Agraria

CONSIGLIO COMUNALE

Un semaforo pedonale in viale Fratti

Sarà all’altezza del polo pediatrico

1commento

Fidenza

36enne apre conti bancari (veri) con documenti falsi: scoperta, denunciata e arrestata

tar

(Chiusura) Open shop di via Bixio, Comune condannato al risarcimento

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pietro Barilla, storia di un padre

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

OLIMPIADI 2026

Il Governo: "La candidatura a tre è morta qui"

SPORT

serie d

Audace Reggio - S.Marino al Tardini? Pare improbabile...

USA

Giovane promessa del golf trovata morta sul campo in Iowa

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

NAPOLI

Il set di Gomorra al centro di una protesta degli inquilini

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design