18°

Parma

Cgil e Cisl a Comune e Iren: "Occorre un confronto sulla questione rifiuti"

Cgil e Cisl a Comune e Iren: "Occorre un confronto sulla questione rifiuti"
Ricevi gratis le news
5

Comunicato stampa

Le segreterie di CGIL e CISL di Parma e i sindacati provinciali di categoria di CGIL e CISL ritengono opportuno richiamare l’attenzione sulla scarsa efficacia del metodo con cui l’Amministrazione comunale di Parma e il Gruppo IREN stanno affrontando la questione del futuro del ciclo integrato dei rifiuti in città.

Il sindacato ritiene infatti poco costruttiva la tecnica dilatoria con cui, tra interventi di comici e ricorsi al Tar per tentare di bloccare il cantiere di Ugozzolo, il Comune si accanisce nei confronti di IREN, e come quest’ultima si comporti come una azienda libera e autonoma da coinvolgimenti istituzionali e territoriali, dimenticando il suo legame storico col territorio. Il tutto a spese dei lavoratori, che rimangono in attesa delle decisioni della Magistratura.

Non è più tempo, ormai, di proclami elettorali, nonché di altisonanti progetti. Sarebbe invece giunto il momento di conoscere finalmente le intenzioni operative del Comune di Parma in merito al futuro dello smaltimento dei rifiuti, e da parte della multiutiliy il reale interesse verso questo indispensabile servizio pubblico.

Dopo il recente annuncio dell’assessore all’Ambiente dell’Emilia-Romagna in merito ad un piano regionale per la gestione dei rifiuti da definire entro il 2012, ci si chiede come il nostro territorio potrà rientrare in tale piano se, da una parte, l’Amministrazione Pizzarotti proseguirà in questa politica di isolamento e autosufficienza, mentre dall’altra IREN continuerà a guardare solo ai dividendi e a progetti di espansione fuori dal nostro territorio. Tanto più che si è costituita di recente una agenzia regionale (ATERSIR) che rappresenta uno strumento di cooperazione tra i 349 comuni dell’Emilia-Romagna per l’acqua e i rifiuti.

Se, a quanto parrebbe, l’Amministrazione è in possesso dei documenti relativi al piano finanziario di IREN sull’inceneritore, sarebbe auspicabile che si avviasse quanto prima un confronto per discutere gli orientamenti in merito alle definizione delle tariffe (che occorre ridimensionare e rendere trasparenti) e alla qualificazione dei servizi erogati dalla Multiutility.

Non possiamo poi dimenticare la fondamentale importanza della tenuta occupazionale, in considerazione anche delle politiche di esternalizzazione sempre più spinte con appalti al massimo ribasso, a cui IREN demanda ormai quasi tutta l’operatività del settore. È bene ricordare tra l’altro che circa l’80% dell’occupazione prevista nell’impianto d’incenerimento sarà extraterritoriale.

A tale proposito non è retorico ricordare all'azienda che IREN rappresenta per tutto il territorio parmense un patrimonio industriale storico, che da sempre – da quando portava il nome delle municipalizzate AMPS ed AMNU, confluite poi in ENÌA – fornisce servizi di primaria importanza, che incidono sullo sviluppo economico, occupazionale, sociale ed ambientale del nostro territorio. Un patrimonio che vanta al proprio interno professionalità e competenze che è vitale preservare e valorizzare.

CGIL e CISL e le relative sigle di categoria ritengono pertanto che non si possa più rimandare la ricerca di soluzioni volte alla tutela ambientale e occupazionale attraverso proposte che potrebbero utilmente essere discusse e valutate anche e soprattutto coinvolgendo lavoratori e sindacati del comparto, da sempre attenti e partecipi a queste tematiche oltre che parte in causa nella delicata questione del futuro della gestione integrata dei rifiuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giovanni

    02 Ottobre @ 16.50

    COSA CENTRANO LE COOPSOCIALI?CENTRONO CENTRONO E NON POCO,QUANDO SI PARLA SULLA QUESTIONE RIFIUTI SI PARLA PURE DI COSTI E IN QUESTO LE COOPSOCIALI DI PARMA ENTRANO DALLA PORTA PRINCIPALI E CREDO CHE SIA ARRIVATO IL MOMENTO DI RIVEDERE IL CONTRATTO.TUTTE LE PARTI IN CAUSA NE PRENDONO ATTO

    Rispondi

  • roberto

    28 Settembre @ 19.58

    parlo da parte delle coopsociali di parma,che 30 anni fa sono partite col compito di inserire persone svantaggiate,dopo 30 anni tutto il lavoro che gira intorno al settore ambiente lo fanno le coopsociali, manca solo una cosa che e arrivato il momento di riconoscere a queste persone un contratto degno del lavoro da loro svolto che questo messaggio arrivi al comune a iren e sindacati .gennaro e tutti i soci lavoratori ambiente

    Rispondi

  • dd_77

    28 Settembre @ 12.23

    come ben diice il sindacato, i posti di lavoro in ballo sono extraterritoriali quindi perchè non ha creato posti di lavoro per il territorio parmense? in ogni caso non vedo perchè parma si debba accollare la spesa esosa di un inceneritore superfluo (la provincia di parma comprende piacenza quindi c'è già un inceneritore) e farsi garante degli stipendi di lavoratori extraterritoriali quando dovrebbero essere proprio quei territori a garantire lo stipendio ai lavoratori che prenderanno incarico nell'inceneritore. Ormai il sindacato ha perso completamente i ricordi di come e su cosa si dovrebbe questionare e farsi garante

    Rispondi

  • andrea

    28 Settembre @ 12.07

    qui ormai tutti sentono il dovere di dire la loro ma di risposte a due semplici domande neanche l'ombra. L'inceneritore entrerà in funzione? se non funzionerà mai, dove mettiamo i rifiuti? domande brevi e concise, che aspettano risposte da troppo tempo.... decidere di non decidere non è mai una soluzione; è ora di sapere come finirà questa storia. o speriamo nella fine del mondo a dicembre?

    Rispondi

  • Daniele Tanzi

    28 Settembre @ 12.01

    Per quanto riguarda l'occupazione e la qualità del lavoro, lo capisco. Ma non credo che la tutela dell'ambiente faccia parte dei compiti dei sindacati. Ognuno faccia (bene) il proprio lavoro.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Harlem Gospel Choir

Auditorium Paganini

Arriva l'Harlem Gospel Choir

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

3commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

2commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

3commenti

dopo 12 anni

Esproprio ex Federale: Comune costretto a pagare 1,6 milioni di euro

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

BOLOGNA

Il ragazzo ucciso scrisse: "Se mi volete morto, la fila è lunga"

RIMINI

Prostituzione e droga: sequestrato il night "Lady Godiva", 19 misure di custodia cautelare

SPORT

BASEBALL

Parma Clima: Yomel Rivera raggiunge i compagni in Arizona

Lega pro

Berlusconi compra il 100% del Monza. Galliani ancora al suo fianco

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel