18°

28°

Parma

Pizzarotti: "Province, sì all'unione tra Parma, Piacenza e Reggio"

Ricevi gratis le news
1

Sulla riorganizzazione territoriale delle Province, il Comune punta sull'ipotesi a tre, con una aggregazione fra Parma, Piacenza e Reggio, vista l’indisponibilità di Modena ad aderire alla maxi Provincia a quattro. La linea da tenere in vista della riunione di lunedì del Cal -  il Consiglio delle autonomie locali che sottoporrà alla Regione le linee del riordino  - è stata fissata al termine della commissione Affari Istituzionali, riunita ieri in municipio alla presenza del sindaco, Federico Pizzarotti. «Partirei da una Provincia con Parma, Piacenza e Reggio visto che non c'è la possibilità di aggregare anche Modena», afferma il sindaco, che però non fa mistero della sua propensione per un accordo a quattro. «Da sempre sosteniamo che le Province sono inutili - aggiunge -  ma vista l’impossibilità di sopprimerle, avrei preferito un unico accorpamento per le città dell’Emilia, sull'esempio di quanto si apprestano a fare i capoluoghi della Romagna».
La linea adottata dal Comune modifica in parte quella votata a inizio settimana dal consiglio provinciale, che invece si era espresso per una aggregazione con la sola Provincia di Piacenza. «Mi rivolgo al sindaco perché conduca una battaglia a favore del mantenimento dei servizi sul territorio. Non è una questione campanilistica ma pratica, dato che Parma, in una eventuale Provincia a tre, manterrebbe un ruolo baricentrico», sostiene Paolo Buzzi, capogruppo del Pdl, mentre Giuseppe Pellacini, capogruppo Udc, ribadisce la linea del suo partito. «Siamo sempre stati a favore della soppressione delle Province -  spiega -  in modo da ottenere un vero risparmio e una reale razionalizzazione delle funzioni. Dato che non è possibile, sarebbe stata auspicabile un’aggregazione che coinvolgesse anche Modena, proprio per ridurre il numero di questi enti». Tra i fautori della soppressione c'è anche il capogruppo di Civiltà parmigiana, Elvio Ubaldi, «in quanto la Provincia, così come è strutturata oggi, non ha senso», mentre il capogruppo del Pd, Nicola Dall’Olio, dopo aver sostenuto l’idea di un’aggregazione a tre, se la prende con la riforma varata dal governo Monti: «E' una pessima riforma che avrà costi maggiori rispetto a quelli che dice di voler ridurre. E’ stato colpito l’anello più debole delle autonomie locali, senza avere in mente una riforma complessiva. Inoltre, la Provincia diventerà un ente di secondo grado, ma questi enti non hanno mai funzionato». Si lamenta anche Maria Teresa Guarnieri di Altra politica: «Se non abbiamo certezze sulle funzioni da attribuire, è di conseguenza difficile stabilire la dimensione territoriale ottimale. Vedo a fatica la realizzabilità dell’ipotesi a quattro, mentre a tre è meglio, perché aggregandoci solo con Piacenza rischieremmo di essere il lumicino della Regione, con una Romagna forte e una Bologna inquadrata come città metropolitana»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • franco

    01 Ottobre @ 00.17

    PERCHE' ADESSO E' IL COMUNE CHE DECIDE COME ACCORPARE LE PROVINCIE??

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva.

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"