19°

31°

Parma

Lavoro a Parma: su 100 dipendenti, 42 sono donne

Ricevi gratis le news
0

Su 39.686 dipendenti di 92 grandi imprese della provincia di Parma (aziende con più di 100 lavoratori), il 42,1% è composto da donne: un dato inferiore alla media regionale che si assesta al 44,7%. A Parma, come in Emilia-Romagna, le donne sono occupate nei servizi in percentuale quasi tripla rispetto all’industria, e il settore che vede la maggior concentrazione femminile è il tessile - abbigliamento (89,1%).

PRECARIETA' FEMMINILE -  livello di tipologia contrattuale, in provincia di Parma c’è una precarietà femminile maggiore di quella maschile: 80,4 donne su 100 sono assunte con contratto di lavoro a tempo indeterminato contro i 91,9 uomini. Uno dei casi in cui il dato femminile è invece nettamente superiore a quello maschile è nell’utilizzo del part-time, di cui a Parma usufruisce il 25,2% delle donne contro il ben più esiguo 2,9% degli uomini.  Sono questi i risultati più significativi del Rapporto biennale “Donne nelle grandi imprese. Luci e ombre”, presentato questa mattina nella sede della Provincia di Parma: uno spaccato della situazione del personale nelle grandi imprese di Parma e provincia che nel biennio 2004/2005 avevano più di 100 dipendenti.

BARRIERE DI GENERE - “Il Rapporto conferma la necessità di lavorare insieme, istituzioni, forze economiche e forze del lavoro, per rompere le barriere che ancora esistono – ha sottolineato l’assessore provinciale alla Formazione professionale, Politiche del Lavoro e Pari Opportunità Manuela Amoretti -. Nonostante siano molte a Parma le donne che lavorano, infatti, permane il tema della qualità, in termini soprattutto di “segregazione professionale”: le donne sono confinate ai livelli più bassi nella piramide occupazionale e sono concentrate solo in alcuni settori, come quello dei servizi. Bisogna dunque continuare a lavorare per rompere questo “tetto di cristallo” che separa le donne dalle posizioni più qualificate ma anche demolire tutti quei muri invisibili che le confinano solo in alcuni settori”.

MONITORAGGIO PERIODICO - Durante l’incontro, organizzato dalla Provincia e dalle consigliere di Parità, è stato presentato il documento realizzato dall’Ufficio provinciale Statistica sulla base dei risultati del Rapporto regionale, redatto ogni due anni: la legge prevede infatti che le aziende che occupano più di 100 dipendenti siano tenute a redigere con cadenza biennale un rapporto sulla situazione dei dipendenti maschi e femmine in ognuna delle professioni. “È importante sottolineare che c’è una legge che assicura un monitoraggio periodico della situazione – ha detto la consigliera provinciale di Parità Silvana Melegari, affiancata dalla consigliera supplente Cecilia Cortesi Venturini -, in questo modo ogni due anni si può avere uno spaccato della realtà delle lavoratrici del Parmense. Tutto ciò non rappresenta solo un’occasione fissa per riflettere sulla condizione delle lavoratrici di Parma, ma è anche un prezioso strumento perché nessun intervento può prescindere da un’indagine conoscitiva della disparità di accesso al lavoro”.
“Il Rapporto ci permette di analizzare periodicamente in dettaglio la situazione del nostro mercato del lavoro – ha affermato Amoretti -. Un mercato che sappiamo già nel 2007 essere mutato in modo favorevole per quanto riguarda la partecipazione delle donne: siamo infatti risultati terzi in Italia per occupazione femminile, anche se a fronte di questo permane il problema di qualità del lavoro delle donne.”

OCCUPAZIONE "ROSA" IN CRESCITA NEL 2007 - Il quadro del 2007 è stato delineato da Maurizio Marengon del servizio Lavoro della Regione Emilia Romagna, insieme a Rosa Amorevole, consigliera di Parità della Regione Emilia Romagna, sulla base della rilevazione continua delle forze di lavoro dell’Istat. “L’occupazione femminile nel Parmense – ha spiegato Marengon - continua a crescere e ha già superato gli obiettivi europei fissati per il 2010: nel 2006 era al 61.4% contro un obiettivo europeo del 60%. Anche la disoccupazione è molto bassa, pari al 3.1%. Sul mercato del lavoro è però ancora evidente come le donne non siano presenti nelle fasce alte, pur avendo titoli di studio più elevati degli uomini. Ciò che manca in questo spaccato, e che bisognerebbe aggiungere per avere un quadro più esaustivo, è l’esatta determinazione dei livelli salariali.” “Per riuscire a combattere queste disparità – ha concluso Amoretti – la Provincia lavora da tempo in diverse direzioni: promuovendo altre professioni tra le donne, come quelle tecnico- scientifiche che consentono forti sviluppi nella carriera, o puntando a orientare i giovani al di là degli stereotipi. È una grande sfida, un lavoro difficile, ma bisogna continuare su questa strada. Soprattutto in tempi incerti come questi, la componente femminile è una risorsa che può essere fondamentale per lo sviluppo di tutti.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

TABIANO

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

E' morta Aretha Franklin

STATI UNITI

E' morta Aretha Franklin

Madonna compie 60 anni. Tre giorni di festa a Marrakesch

compleanno

Madonna compie 60 anni. Tre giorni di festa a Marrakesch

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Uccisa in albergo Val Gardena: marito resta in carcere

bolzano

Uccisa in albergo in Val Gardena: Zoni tace davanti al giudice. E resta in carcere

12 TG PARMA

Dopo Genova è allarme viadotti: focus anche su alcuni ponti del Parmense Video

Serpagli: "Il ponte sulla Fondovalle Taro è monitorato. Genova dimostra che era giusto chiudere Casalmaggiore"

1commento

incidente

Precipita da impalcatura: resta gravissimo il 61enne di Roccabianca

Testimonianza

«Io e mio figlio fermi sul ponte a 50 metri dal baratro»

Parma calcio

Parma, Gervinho in città per le visite mediche. Il mercato chiude alle 20 Video

1commento

guardia di finanza

Banda guidata da un parmigiano "alleviava" i fallimenti: via a confische per 500mila euro

ospedale

118 in soccorso notturno: atterrati al Maggiore i primi due pazienti

salute

Emergenza piastrine: appello a tutti i donatori parmigiani

Genova

Originario del Monchiese travolto dal crollo del ponte

incidente

Scontro tra tre auto al Botteghino, una vola nel fosso: due feriti

LUTTO

Addio a «Dodo», avvocato e tennista

INCHIESTA

Parma è pronta ad essere la capitale della cultura?

12commenti

violenza

Picchia la madre e la sorella: divieto di avvicinamento alla loro casa

gazzareporter

Qui Collecchio: "Se questa è la ciclabile ..." Foto

AUSL

Deolmi è il nuovo direttore del Distretto di Fidenza

Rossi la neoresponsabile amministrativa

concorso

Miss Italia, a Bedonia trionfa una ferrarese. Miss Parma: "Ma io non mi arrendo" Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Genova, il governo fa demagogia sui morti

di Domenico Cacopardo

EDITORIALE

Ma Autostrade ha colpe molto gravi

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

riminese

Boccone di hamburger gli va di traverso, bagnino soffoca e muore

MANTOVA

Caporalato: 24 richiedenti asilo pagati 3 euro all'ora. 6 arresti

SPORT

MOTORI

Alex Zanardi torna in pista dopo tre anni a Misano

SERIE A

Rinviate le partite di Sampdoria e Genoa

SOCIETA'

genova

Si carica il cane soccorritore sulle spalle per andare a cercare i dispersi Video

1commento

Mantova

Investe 6 ragazzi in bici: auto pirata rintracciata dai carabinieri

MOTORI

NOVITA'

La Opel Corsa diventa GSI. E ha 150 Cv

TECNOLOGIA

Ford mette un freno alla guida... contromano. Ecco Wrong Way Alert