13°

23°

Parma

Scuola europea, punto a capo. Lavori di nuovo bloccati

Scuola europea, punto a capo. Lavori di nuovo bloccati
Ricevi gratis le news
13

Pierluigi Dallapina
Il Comune non ratifica gli accordi con  le imprese e il cantiere della Scuola per l’Europa subisce l’ennesimo stop.
A comunicarlo è la Co.Ge Costruzioni generali, che sta realizzando l’opera insieme alla Unieco, in una lettera inviata lunedì alla Stu Authority, nella quale si informa la società che essendo scaduto anche il secondo termine (fissato il 28 settembre) per la ratifica da parte del Comune dell’atto transattivo siglato il 3 agosto, «ci sentiamo liberi e svincolati da tale accordo e conseguentemente, a fronte del Vostro conclamato inadempimento economico-finanziario, sospendiamo i lavori dalla data odierna».
Questo è l’ultimo atto di un percorso travagliato, che aveva visto le imprese costrette a bloccare il cantiere per circa tre mesi, da maggio ad agosto, a causa del ritardo nei pagamenti.

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • LUCIA

    04 Ottobre @ 12.37

    La Scuola per L'Europa è DAVVERO un'opportunità per i ragazzi che la frequentano. La sua struttura educativa è molto particolare e flessibile: si possono scegliere le materie da studiare secondo la propria indole e, durante il percorso finale, addirittura ci si può quasi "cucire addosso" un programma personalizzato. Se si va a vedere nei siti delle Università Europee, uno dei canoni di ammissione è l'EUROPEAN BACCALAUREATE che è il "diploma" rilasciato dalla Scuola per l'Europa. Significa che i nostri ragazzi, se dotati, potrebbero andare a studiare a Berlino, Londra, Madrid... e farsi una carriera d'eccellenza. Rammento anche che non tutti i ragazzi provengono da famiglie ricche, anzi, moltissime fanno grandi sforzi finanziari per permettere ai figli di usufruire di tutte le opportunità offerte dalla scuola. Dire: - non fatela! - perchè altre scuole hanno bisogno, significa dare spazio alla più meschina invidia contro un'opportunità che, comunque, è aperta anche alla cittadinanza "non EFSA - non multilingue". Con la scuola più grande e più fruibile, molti più ragazzi potrebbero progettare una vita migliore e tirare fuori il meglio di sé. Rammento inoltre che, da molti anni, gli alunni e gli studenti della Scuola per l'Europa di Parma stanno soffrendo dignitosamente una dislocazione in TRE PLESSI DIVERSI (Via Saffi, Ala IPSIA, Seminterrato BARTOLUCCI), tutti inadatti ad una normale vita scolastica, con aule senza strutture e "luoghi del vivere e del sapere" spogli e privi dei supporti "vitali" per il trasferimento della conoscenza. La situazione strutturale della Scuola è certamente peggiore della stragrande maggioranza degli istituti parmigiani. Tuttavia è vero che Parma ha nel suo DNA una cultura profondamente Europeista: si tratta di attualizzarla e di farla rivivere, metabolizzando in modo giovane e aggiornato la lungimiranza, l'apertura e voglia di cultura di Maria Luigia, che tanto i parmigiani amano e della quale così spesso si vantano quando si paragonano a chi sta loro intorno. Creata la cultura di base, non sarà impossibile, finalmente, ratificare definitivamente quegli accordi che permettono alla Scuola di essere realizzata. Non è un problema di soldi, (che ci sono perchè la scuola è già stata finanziata e rifinanziata), è una mera questione di sensibilità socioculturale che, allo stato attuale, pare non avere la priorità nelle nostre Istituzioni.

    Rispondi

  • Luigi

    03 Ottobre @ 23.23

    Mi dispiace vedere che non tutti vedono che la scula Europea é una opportunità per Parma e non una caramela solo per la EFSA. Sr. Sindaco, la prego di pensare che si apre una porta educativa a Parma aperta al mondo, che può diventare una gioglia per la provincia, non solomper il comune.

    Rispondi

  • Geronimo

    03 Ottobre @ 22.33

    D'accordo signor massimiliano, allora per lei sarebbe meglio evadere il patto di stabilità aggiungendo ancora debiti futuri nell'ordine di qualche centinaio di migliaio di euro nelle casse del comune di parma ma non fermare i lavori? Se lei ha letto bene l'articolo dovrebbe anche sapere il motivo per cui il comune non può pagare adesso e dovrebbe anche sapere che la causa non è pizzarotti. A mio parere la decisione presa è stata la più giusta

    Rispondi

  • massimiliano

    03 Ottobre @ 20.38

    @Maurizio, mi scusi (le do del lei in qanto non ci conosciamo e mi sembra giusto ed educato il "lei, per lei forse è diverso...) di solito prima di rispondere leggo sempre gli articoli....... IO.

    Rispondi

  • eugenio

    03 Ottobre @ 20.08

    Bravi complimenti come previsto, una costruzione faraonica non compiuta, adesso ci teniamo quell'ecomostro al posto dei campi di grano di pochi anni fa. Almeno l'avessero finita, questa scuola la cui utilità ancora non l'ho capita, probabilmente si misurerà con le stesse unità con cui va misurata l'utilità dell'authority alimentare, a me povero ignorante del tutto astrusa. Già c'è un esempio di costruzione fantasma, appena entro il campus sulla destra, abbandonata e fatiscente da anni. Vrgognatevi, state costruendo una città da europa dell'est.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita.

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno