19°

Parma

Arriva a Parma il circo della giraffa. Il Comune: "Vigileremo"

Arriva a Parma il circo della giraffa. Il Comune: "Vigileremo"
Ricevi gratis le news
34

Comunicato stampa Comune di Parma

Come prevede il “Regolamento comunale sulla concessione di aree per l’esercizio di spettacoli circensi” dal primo al 30 aprile di quest’anno sono pervenute le istanze dei gestori di circhi per i sei mesi successivi. La domanda del Circo Rinaldo Orfei di Aldo Martini è stata l’unica delle tre presentate ad avere i requisiti richiesti, ed in particolare la disponibilità di un’area privata in cui installarsi, ed il 31/7/2012 la Commissione comunale spettacoli viaggianti l’aveva positivamente valutata. La Giunta Comunale, quindi, non poteva che completare l’iter autorizzativo con la delibera di Giunta che ne fissa le date.

Relativamente alla presenza degli animali del circo, occorre precisare che a tutt’oggi l’Azienda Unità Sanitaria Locale deve ancora esprimere il proprio parere favorevole, e l’autorizzazione alla manifestazione è subordinata ad una attenta verifica da parte del Dipartimento di Sanità Pubblica e  Igiene Veterinaria. 
Fatta salva questa premessa, il Comune di Parma eserciterà il proprio ruolo di vigilanza, in accordo con il Servizio Veterinario dell’AUSL, perché siano rispettate tutte le norme statali, regionali e le prescrizioni del “Regolamento comunale per la tutela del benessere degli animali. 
Qualora siano riscontrate violazioni a questa disciplina, il Comune potrà emanare sanzioni sino ad arrivare ad  ordinare la chiusura temporanea dell’attività.
Infine, poiché l’attività amministrativa è fatta di una serie di atti motivati e giuridicamente corretti, e non di più semplici dichiarazioni di principio, la Giunta Comunale intraprenderà un percorso  per arrivare innanzitutto ad individuare un’area pubblica per gli spettacoli viaggianti, affinché non siano i proprietari di aree private a decidere quale spettacolo ospitare, ed un nuovo Regolamento comunale che definisca criteri di priorità nell’assegnazione delle concessioni che privilegino le buone prassi che esistono in ambito circense che sanno conciliare un’arte che ha storia secolare con la rinuncia a pratiche che producono sofferenza agli animali.
 
 
MORTA GIRAFFA: PROTESTA ANIMALISTA, CIRCO SI PROPONE GRATIS
IMOLA  – Circa 200 animalisti provenienti da varie città della regione hanno animato in serata a Imola una manifestazione di protesta contro l’utilizzo degli animali negli spettacoli circensi. Al termine di un corteo che ha sfilato dal centro fino ai bordi dell’Autodromo si sono radunati davanti all’ingresso del circo di Aldo Martini (dal quale lo scorso 20 settembre era fuggita la giraffa Aleksander, morta dopo essere stata sedata con proiettili al narcotico), invitando il pubblico a non assistere allo spettacolo, per quanto privo della presenza di animali in ottemperanza all’ordinanza del sindaco Daniele Manca. È stato a questo punto che Aldo Martini ha comunicato alle 150 persone che volevano assistere allo spettacolo 'mutilatò che aveva deciso di rinunciare all’incasso concedendo loro l’accesso gratuito.
«Noi – ha detto – questa sera non volevamo assolutamente fare il nostro spettacolo qua a Imola per protestare contro il sindaco di Imola che ha voluto lasciare in mezzo alla strada i nostri artisti per non portare qui i nostri animali. I bambini volevano vedere gli animali ma non è circo senza di loro. Il circo nasce e muore con i nostri amici animali».
Intanto si è fatta sempre più intensa la protesta degli animalisti. «Ogni animale vuole essere libero e i circensi sono degli sfruttatori», hanno urlato invitando genitori e bambini a non assistere allo «spettacolo più triste e diseducativo al mondo». La situazione è stata controllata da un consistente gruppo di forze dell’ordine che hanno impedito ogni contatto tra gli animalisti e i sostenitori dei circhi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • il bestia

    10 Ottobre @ 00.00

    Ma, non so, il circo senza animali non è più il circo, ognuno fa il suo mestiere, ki fa casino xkè pensa ke gli animali soffrono, ki ha quell attività e si batte per mantenersi il posto di lavoro, bo ? non so ke dire, di sicuro quando vado al circo , vado per conoscere qualke bella trapezista, sperando ke non " se- la -tiri"....

    Rispondi

  • katiatorri

    08 Ottobre @ 11.31

    redazione,non insulto ma se devo sentirmo dare della terrorista,fanatica con chi sa quali intenzioni ad ogni intervento,se permette,rispondo,avete ragione,stiamo sul tema.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    08 Ottobre @ 11.02

    Per Indiana, Vercingetorige, Katia, William e altri.... Siete tutti nostri fedeli lettori, quindi mi fa molto piacere ospitare i vostri contributi. ma anche per voi valgono le nostre regole: esprimere le proprie opinioni non deve sginificare denigrare l'interlocutore. E invece i toni di questa discussione stanno tracimando. Se volete continuarla (e tutti ci state proponendo contributi intelligenti, pur con idee diverse), fatelo senza insultarvi. Grazie. (G.B.)

    Rispondi

  • Shunkakan

    07 Ottobre @ 22.33

    Vercingetorige lei mi prende per i fondelli vero? Il leone è un carnivoro, nato per cacciare e predare: il suo corpo, come può notare anche un ebete, è fatto per questo. La gazzella è nata per scappare ai predatori: anche il suo corpo è, sempre evidentemente fatto per questo, basta guardarla. In natura il leone ha le stesse provabilità di mangiare, quindi di sopravvivere, di quante ne ha una gazzella di fuggire e salvarsi ( non sempre i predatori riescono a mangiare, anzi). Un leone non è onnivoro come gli umani, se non mangia carne dura niente. Nessuno dei due è nato per essere rinchiuso in una gabbia e costretto, a suon di frustate, a ridicole esibizioni.Penso che nessun essere vivente nasca per questo. Vogliamo mettere la caccia del leone contro gli allevamenti intensivi di poveri animali nati e cresciuti in spazi angusti, gonfiati di farmaci, nati per morire senza avere il diritto di vivere una vita o una chance di salvezza ( come invece hanno le gazzelle libere)? I bambini ridono a vedere poveri animali torturati? Io a cinque anni sono stata portata al circo: mi hanno dovuta portare via perchè volevo correre a difendere la tigre dalla frusta del sub umano e ho pianto quando ho visto gli elefanti con le zampe legate dondolare su sè stessi. Non ho mai mangiato carne nè portato addosso la pelle di un animale.Se i bambini vogliono vedere delle bestie feroci basta che si guardino attorno: pedofili, stupratori, assassini...queste sono le bestie feroci non gli animali. I circhi sono più belli quando si esibiscono solo gli artisti umani perchè loro scelgono di farlo e sono veramente bravissimi. Se vuole davvero sparare a qualcuno spari a quei cacciatori che vigliaccamente sparano ai cerbiatti ( ha mai visto gli occhi di un cerbiatto? Io si) e non per fame o per sopravvivere, come i predatori, ma per divertimento! Per loro uccidere è divertente! Ai tempi dei romani la gente si divertiva a vedere i prigionieri sbranati da leoni o tigri: in quanti lo troverebbero divertente adesso?

    Rispondi

  • katiatorri

    07 Ottobre @ 20.38

    vercingetorige,they,rileggetevi e poi ditemi che rispetto avete voi delle opinioni e delle libertà altrui.... i filmati ci sono,mi creda signor they,le foto pure e le mostreremo,non vengono in particolare da questo circo ma il punto è un altro,non è violento costringere un animale esotico a fare giochini innaturali in val padana?cosa ci fa un elefante qui?non è già solo questo sfruttamento? parliamo di questo....ripeto they,il vostro odio verso chiunque dissenta è estremamente autoritario e ricorda la "morale" del ventennio vercingetorige,ci ha scoperti! volevamo dirottare un elicottero militare per poi calarci con le funi sul tendone,squarciarlo ed urlare a morte su tutti gli indifesi presenti! cavolate a parte mi citi un solo episodio in cui a Parma gli animalisti han fatto quello che dice lei,se un circense, e ce ne sono stati,poi insulta e quasi mette le mani addosso a una donna che dissente mi riesce difficile capire come lei possa vederlo come vittima....ad agorà e anche dopo la trasmissione ho parlato con una rappresentante del circo i questione ed era molto più tranquilla ed educata di lei quindi rimarrà deluso,al nostro presidio non accadrà proprio nulla di melodrammatico e terrorizzante...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Via Europa, il cantiere provoca il caos

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

All'Esselunga di via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno