17°

28°

Parma

Risarcimenti in sanità: tagli alle assicurazioni

Risarcimenti in sanità: tagli alle assicurazioni
Ricevi gratis le news
2

Monica Tiezzi

Le richieste di risarcimento alle aziende sanitarie? La Regione  ridurrà la stipula di   assicurazioni e  gestirà in proprio la maggior parte dei rischi. Lo prevede il progetto di legge «per la prevenzione degli eventi avversi e la copertura dei rischi derivanti da responsabilità civile nelle aziende sanitarie»,  approvato nei giorni scorsi dalla Giunta.
Gestione diretta 
Per i risarcimenti fino a 100 mila euro la gestione sarà   in capo alle singole aziende sanitarie, sia per quanto riguarda la valutazione delle responsabilità, che per l’erogazione  del  risarcimento. In casi di particolare complessità potrà essere richiesto il parere del nucleo regionale di valutazione. Per i sinistri  tra i 100 mila e un milione e 500 mila euro ci sarà una cogestione tra aziende sanitarie e Regione. Il parere del nucleo regionale di valutazione sarà  obbligatorio e verrà creato un Fondo regionale per il risarcimento  danni da responsabilità professionale sanitaria per il finanziamento dei risarcimenti. Per gli eventi   per i quali il risarcimento è superiore a 1 milione e 500 mila euro, è previsto il mantenimento della copertura assicurativa. Sarà la Regione a stipulare un contratto con una compagnia di assicurazione a favore di tutto il sistema.  
Nel 2011  costi  per 48 milioni
 «Nel 2011 il costo sostenuto dal Servizio sanitario regionale per le assicurazioni ha toccato i 48 milioni di euro (considerando sia i premi effettivamente versati, pari a circa 46 milioni di euro, che i circa 2 milioni comunque pagati direttamente dalle Aziende sanitarie a causa delle franchigie previste dai contratti assicurativi), a fronte di risarcimenti  da parte delle assicurazioni per circa 3 milioni di euro», spiega un comunicato della Regione. «Una “forbice” che resta significativa, anche considerando un arco temporale più ampio. Dal 2006 al 2011, sommando premi e franchigie, la spesa per i costi assicurativi sostenuta dal Servizio sanitario regionale è stata di 260 milioni di euro, mentre le assicurazioni hanno liquidato risarcimenti per circa 40 milioni», aggiunge il comunicato da Bologna.  
E a Parma? L'ospedale Maggiore ha stipulato dal primo luglio 2011 - dopo il fallimento della precedente compagnia assicurativa,  la «Faro» - una convenzione con la AmTrust (valida fino al giugno 2015, ma  con  possibilità di recesso senza more con un preavviso di 5 mesi) che prevede un premio assicurativo di 2 milioni e 900 mila euro l'anno. Il contratto prevede inoltre una franchigia per  risarcimenti fino a 75 mila euro, che deve liquidare direttamente l'azienda. Conveniente? Non tanto. 
Così al Maggiore
Nel 2011, ad esempio (anno di transizione fra la vecchia e la nuova assicurazione)  l'ospedale   ha sborsato 284  mila euro di franchigia, e le compagnie assicurative  556 mila euro. Nel 2007 (anno in cui l'azienda ospedaliero-universitaria era in convenzione con la Faro, premio annuale di 2 milioni e 300 mila euro): 445 mila euro di franchigia, 188 mila sborsate dall'assicurazione, mentre   nel 2008 l'azienda ha pagato 56 mila euro di risarcimento, l'assicurazione 57 mila. 
E' vero che -  fanno notare  sia al Maggiore che all'Ausl -   i dati dei vari anni sono  discontinui (spesso in un anno vengono liquidati importi di pratiche avviate  molti  anni prima), e capita anche (come nel 2010) che l'azienda non sborsi un euro (mentre l'assicurazione paghi 288 mila euro) o che la compagnia (come nel 2006, era la Fondiaria) debba scucire due milioni e 49 mila euro a fronte dei 520 mila di risarcimenti in franchigia. Ma in generale l'operazione regionale sembra avere un senso nell'ottica della spending review. 
Così all'Ausl 
Lo stesso vale per l'Ausl, passata dalla  convenzione con la Cattolica (prima del 2008) alla Faro (un bando di area vasta, che include tutte le aziende sanitarie di Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Modena), alla AmTrust (come il Maggiore, un altro bando valevole per tutta l'area vasta Emilia Nord). Dal 2006, a fronte di un premio pagato alle compagnie che ha oscillato dal milione e 316 mila euro  al milione e 524 mila all'anno, le assicurazioni hanno erogato, come importo massimo annuale, 152 mila euro, e in un anno (il 2010) solo 19 mila euro.  Attualmente la franchigia è di 50 mila euro.
  «La proposta della Regione è sicuramente valida. Può contenere i costi, assicurare   più  tempestività nella   liquidazione dei risarcimenti e spingere le aziende ad una maggiore responsabilizzazione per la prevenzione dei sinistri e per le analisi di miglioramento», dice Elena Saccenti, direttore amministrativo dell’Ausl di Parma. «L'assicurazione diretta è più conveniente - le fa eco Maria Rita Buzzi, direttore amministrativo dell'Azienda ospedaliero-universitaria - Credo sia un'innovazione giusta». 
 La sperimentazione partirà a gennaio 2013  con  le quattro aziende della Romagna, l’ospedale  di Reggio Emilia e il Policlinico Sant'Orsola-Malpighi di Bologna. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • roberto

    22 Ottobre @ 17.41

    Mah ...ho i miei grossi dubbi...se le cose vanno così bene perchè le assicurazioni scappano dai rischi sanitari?Bisogna sapere e ricordare che le cause civili in Italia durano un sacco di anni.....i conti bisogna farli ad almeno 5-8 anni ..andate a vedere quante cause aperte esistono e poi valutate le convenienze..

    Rispondi

  • mario

    08 Ottobre @ 14.14

    Era ora che i ns. "dirigenti" scegliessero questo metodo di gestione dei sinistri. Se fosse stato fatto un po' di anni fa avrebbero risparmiato un sacco di quattrini e so prattutto molto meno grane con i terzi. E' sperabile che tale scelta venga fatta in tutta Italia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Sicurezza, stamane incontro al Viminale tra Pizzarotti, Casa e il sottosegretario Molteni

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

38 anni dopo

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l’analisi dei frammenti a Parma

CORCAGNANO

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

ROCCABIANCA

Profughi, soluzione alternativa a via Verdi

1commento

Fidenza

La carica dei 300 scolaretti dalla Collodi all'ex Agraria

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

OLIMPIADI 2026

Il Governo: "La candidatura a tre è morta qui"

SPORT

Juventus

Sputo (gomitata e testata) a Di Francesco: 4 giornate a Douglas Costa

serie d

Audace Reggio - S.Marino al Tardini? Pare improbabile...

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

NAPOLI

Il set di Gomorra al centro di una protesta degli inquilini

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design