21°

Parma

Folli: "Nessun immobilismo sull'inceneritore. Stiamo lavorando" - E da novembre differenziata porta a porta in centro

Folli: "Nessun immobilismo sull'inceneritore. Stiamo lavorando" - E da novembre differenziata porta a porta in centro
Ricevi gratis le news
25
Parte la differenziata porta a porta in centro (comunicato stampa) - Dal mese di novembre prenderà il via nella zona monumentale della città la raccolta porta a porta dei rifiuti: un servizio in più che permette di aumentare la quantità di rifiuti destinati al riciclo e di migliorare il decoro urbano. L’impegno dell’assessore all’ambiente Gabriele Folli è quello di portare la percentuale di raccolta differenziata al 65%, come stabilito per legge dall’Unione Europea.
Primo passo di una estensione costante che si intende attuare in modo completo su tutte le parti ancora scoperte della città, per poter coprire tutto il territorio entro fine 2013, è a tal proposito la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta in centro storico, con prima fase sull’area monumentale ad est del torrente Parma, che  sarà attivata sia  per le famiglie che per le attività commerciali, industriali ed uffici. L’obiettivo è quello di ripartire dal centro storico, proprio per arrivare a fine 2013 con il servizio diffuso a tutte le utenze presenti sul territorio comunale.
Al fine di agevolare i cittadini sulla conoscenza e sulle corrette meccaniche di raccolta differenziata, oltre che dotarli di tutto il set necessario per partire con la raccolta porta a porta, dal 20 ottobre p.v. vi saranno squadre di informatori che raggiungeranno, singolarmente, tutti i quasi 7000 utenti presso le loro abitazioni. In quell’occasione verrà distribuito un adeguato sostegno informativo su cui sarà possibile trovare tutte le indicazioni necessarie. Verrà inoltre consegnato tutto il materiale indispensabile per la raccolta, a partire dal sacco per il rifiuto residuo secco indifferenziato, che dovrà essere esposto presso l’abitazione invece che essere conferito nei cassonetti stradali attualmente presenti. I cassonetti presenti oggi, infatti, nell’area oggetto dell’estensione della raccolta Porta a Porta, verranno rimossi via via che si potrà effettivamente attivare il servizio, prevedibilmente, per le prime utenze informate e dotate, già dai primi di novembre, poi a seguire fino alla completa attivazione prevista per il 20 novembre.  Saranno al contempo posizionati un centinaio di contenitori stradali per il solo Vetro, di colore verde, dotati di apposita bocchetta, che saranno anche gli unici elementi di conferimento esterno per l’utente, ad esclusione dei cestini rifiuti.
 
Nell'allegato pdf in fondo all'articolo: la zona di intervento
 
INCONTRO PUBBLICO E DIVULGATIVO
Mercoledì 17 ottobre alle ore 18.00, presso il PALAZZO DEL GOVERNATORE, si terrà un incontro pubblico, aperto a tutti i cittadini, a cui sarà presente l’assessore Folli. Il ritrovo servirà per approfondire, e per chiarire, il dibattito sul nuovo sistema di raccolta porta a porta dei rifiuti.
L’amministrazione ha pensato ad incrementare il livello informativo dedicato alla cittadinanza istituendo, a partire dal 18 ottobre, un punto informativo dedicato in via Melloni 1, dove potranno essere reperite tutte le informazioni necessarie, aperto nei seguenti orari:
Lunedì, mercoledì e venerdì: 10.00-13.00
martedì: chiuso
giovedì: 15.00-18.00
sabato: 09.00-13.00
 
ZONA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO
Il nuovo servizio della raccolta differenziata porta a porta interesserà la zona monumentale del Comune di Parma ad est del torrente, nello specifico la zona perimetrale limitata (e compresa) a sud dal Ponte Caprazzucca e Borgo Riccio; a est da via 22 luglio e strada Cairoli; a nord dall’area intorno al Duomo, la Pilotta e via Toschi; a ovest da via Toscanini e via Mariotti. La raccolta domiciliare interesserà inoltre le grandi vie d’accesso della città come via Garibaldi, via Farini, via Repubblica e strada 22 Luglio.
INFORMAZIONI SULLE ZONE DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO
Qui di seguito si evidenziano le zone in cui verrà attivato il servizio:
Borgo Antini; Volta Antini, Vicolo dell’Assistenza; Piazzale Barezzi; Borgo Basini; Galleria Bassa dei Magnani; Piazzale Battistero; Vicolo Battistero; Piazzale battisti C.; Piazzale Bernieri; Vicolo Bianchi; Piazzale Boito; Via Cairoli; Borgo delle Caligarie; Borgo del Canale; Piazzale del Carbone; Vicolo del Carbone; via Cardinal Ferrari; via Carducci; Piazzale del Carmine; Vicolo del Carmine; Borgo della Cavallerizza; via Cavestro; Piazzale Cervi; Vicolo Cinque Piaghe; via Collegio dei Nobili; via del Conservatorio; Strada del Consorzio; Borgo Copelli; Borgo del Correggio; Pizzale Corte d’Appello; Borgo delle Cucine; Piazzale Dalla Rosa; Via Dante; Borgo Du Tillot; Piazza Duomo; Strada al Duomo; via Duse; via Farini; Borgo del Gallo; Piazza Garibaldi; via Garibaldi; Borgo Garimberti; Piazza Ghiaia; Vicolo Giandemaria; Borgo Goldoni; Borgo Jan; Vicolo Leon d’Oro; via Longhi; Piazzale della Macina; via Maestri; via Mameli; viale Mariotti; Borgo Mazza; Vicolo del Medioevo; via Melloni; Borgo Merulo; via Mistrali; Vicolo Moderanno; Borgo Montassù; via Nazario Sauro; via Oberdan; Borgo Onorato; Borgo delle Orsoline; Volta Ortalli.
COME AVVIENE LA RACCOLTA
RIFIUTO ORGANICO:
Per le utenze domestiche la raccolta viene effettuata tre volte a settimana, perciò sarà necessario esporre il contenitore MARRONE tra le ore 19.00 e le ore 21.00 dei giorni di vuotatura (il calendario sarà consegnato a domicilio dagli operatori Iren).
Per le utenze non domestiche la raccolta viene effettuata sei volte a settimana, perciò sarà necessario esporre il contenitore tra le ore 19.30 e le ore 24.00. Scuole, asili e mense dovranno esporre il contenitore tra le ore 12.00 e le ore 16.00.
CARTA:
Per le utenze domestiche la raccolta viene effettuata una volta a settimana, perciò sarà necessario esporre il contenitore BLU entro le ore 8.00 del giorno di vuotatura (calendario consegnato a domicilio).
Per le utenze non domestiche la raccolta viene effettuata una volta a settimana entro le ore 9.00. Scuole, asili e mense dovranno esporre il contenitore tra le ore 12.00 e le ore 16.00.
La raccolta del cartone (utenze non domestiche) viene effettuata tre volte a settimana.
IMBALLAGGI IN PLASTICA, BARATTOLAME E CONTENITORI PER BEVANDE E ALIMENTI (TIPO TETRA PAK):
Per le utenze domestiche la raccolta viene effettuata una volta a settimana, perciò sarà necessario esporre il sacco GIALLO tra le ore 19.00 e le ore 21.00 del giorno di vuotatura.
Per le utenze non domestiche la raccolta viene effettuata sei volte a settimana, perciò sarà necessario esporre il sacco giallo entro le ore 13.00. Scuole, asili e mense dovranno esporre il sacco giallo tra le ore 12.00 e le ore 16.00.
VETRO:
Per le utenze domestiche il vetro va conferito negli appositi contenitori verdi stradali dislocati sul territorio comunale.
Per le utenze non domestiche il vetro va conferito negli appositi contenitori verdi stradali dislocati sul territorio comunale.
RIFIUTO RESIDUO:
Per le utenze domestiche la raccolta viene effettuata due volte a settimana, perciò sarà necessario esporre il sacco BIANCO tra le ore 19.30 e le ore 21.00 del giorno di vuotatura.
Per le utenze non domestiche la raccolta viene effettuata tre volte a settimana, perciò sarà necessario esporre il sacco bianco tra le ore 19.30 e le ore 24.00. Scuole, asili e mense dovranno esporre il sacco bianco tra le ore 12.00 e le ore 16.00.
Saranno forniti agli utenti sacchetti e contenitori per la raccolta differenziata, più ulteriori forniture qui sotto evidenziate:
-         Sacchetti biodegradabili per la raccolta dei rifiuti organici
-         Sacchi gialli per la raccolta di plastica, barattolame e contenitori per alimenti e bevande tipo tetra Pak
-         Sacchi bianchi per la raccolta del rifiuto residuo
-         Pattumiera sottolavello per la raccolta dei rifiuti organici, in caso di rottura
Gli utensili sopra evidenziati potranno essere ritirati gratuitamente presso il punto informativo di via Melloni 1, aperto lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10.00 alle 13.00, giovedì dalle 15.00 alle 18.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 a partire dal 18 ottobre 2012 per i primi mesi di attivazione del servizio.
 
......................................................................
 
FOLLI: "NESSUN IMMOBILISMO SULL'INCENERITORE"  - (intervista alla Gazzetta di Parma 16 ottobre)
 
Pierluigi Dallapina
Per i non addetti ai lavori, la questione dell’inceneritore si può riassumere in un sì o un no all’entrata in funzione del forno, ma per chi è chiamato a prendere decisioni si apre un universo di difficile comprensione anche per tecnici e politici. L’assessore all’Ambiente, Gabriele Folli, ci mette a faccia e prova, immerso fra documenti, appunti e delibere, a chiarire la vicenda e soprattutto a rispondere alle accuse di immobilismo e scarsa incisività amministrativa sollevate da Massimo Rutigliano, il legale che ha seguito l’iter del termovalorizzatore per conto della Provincia.
Al di là della contrarietà espressa più volte a parole, cosa sta facendo la Giunta per fermare il forno?
«L'amministrazione, sin dal suo insediamento, ha trattato il caso Iren con tutta l’attenzione e la determinazione che merita, dato che rappresenta una delle questioni cruciali per Parma. Per prima cosa abbiamo segnalato all’Ato, ora Atersir, ed alla Regione, la decadenza della convenzione decennale con Iren a proposito del servizio rifiuti, scaduta il 3 ottobre scorso. Stiamo ancora attendendo una risposta».
 
Cosa succederà se verrà dimostrato che Iren non ha più titolo per gestire il servizio rifiuti?
«Atersir e Regione devono dire al Comune come intendono procedere per mettere a gara le attività del servizio che, fino ad ora, non riguardava lo smaltimento, mentre in futuro dovrà essere contemplata anche questa attività. Anche l’avvocato Rutigliano, nella sua intervista, dice che serviva una gara ad evidenza pubblica, perché questo è un servizio pubblico. L’Unione europea sottolinea la necessità di indire una gara per migliorare l’efficienza del servizio e ridurre i costi».
 
Voi potete o volete escludere Iren dalla gara per il servizio rifiuti?
«No, Iren ha tutto il diritto di partecipare, e dato che ha le strutture, gli uomini e i mezzi sul territorio, ha una posizione oggettivamente favorevole, ma è chiaro che se si introduce il principio della concorrenza posso chiedere maggiore efficienza e minori spese, altrimenti siamo in un regime di monopolio. Ed è proprio ciò che la Ue non vuole».
 
Quando si parla di rifiuti, il tema chiave è l’inceneritore. Come pensate di fermare la sua attivazione prevista entro i primi mesi del 2013?
«Prima dell’attivazione ci sarà la revisione dell’Aia (Autorizzazione integrata ambientale, ndr), alla quale parteciperà il Comune di Parma insieme ai Comuni di Sorbolo-Mezzani, Colorno e Torrile e a tutti gli altri enti che hanno partecipato alla Conferenza dei Servizi, e  in quella sede faremo le nostre osservazioni».
Quindi avete deciso di adottare la linea del confronto istituzionale e non quella dello scontro giudiziario o di piazza.
«Il 10 ottobre abbiamo formalmente chiesto alla Provincia di partecipare alla Commissione di collaudo, che al momento è composta da tre membri, due nominati dalla Provincia e uno da Iren. Dato che l’impianto è sul nostro territorio, vogliamo partecipare alle decisioni che verranno prese dalla commissione».
 
Con Iren, però, più che un dialogo, sembra che il Comune stia portando avanti una battaglia.
«Noi cerchiamo di fare gli interessi della città. Fra le altre cose abbiamo deciso di difenderci in giudizio nel ricorso promosso da Iren al Tar per il risarcimento del danno per oltre 27 milioni di euro (in seguito allo stop al cantiere decretato con due ordinanze dall’amministrazione Vignali, ndr)».
A proposito di ricorsi, il Tar ha dato ragione ad Iren sulla questione del blocco dei lavori deciso dal Comune.
«La gestione commissariale ha, a nostro avviso, commesso gravi errori, specie per non aver impugnato davanti al Consiglio di Stato la sentenza del Tar. Ha fatto decorrere i termini per l’appello, facendo divenire definitiva la sentenza e consentendo ad Iren di chiederci i danni».
 
Sul forno si è mossa anche la procura, ma il Gip ha respinto l’istanza di sequestro. E’ un punto a favore di Iren?
«Il Gip ha confermato la tesi principale della procura circa il mancato titolo di Iren a realizzare e gestire l’impianto. E’ logico che questa parte della decisione del Gip delegittima in radice Iren, così che è insignificante il suo titolo edilizio, dato che non avrebbe potuto nemmeno presentare domanda proprio perché non ne aveva titolo».
 
Il Comune chiederà gli oneri di urbanizzazione alla multiutility?
«Il contributo di costruzione non è ancora stato formalizzato perché Iren ha sinora presentato la sua posizione ora come titolare di opera pubblica, che tale contributo non deve pagarlo, e ora come opera privata di interesse pubblico, che invece è soggetta al pagamento». 
 
 
 
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enrico

    17 Ottobre @ 17.18

    Sono basito, si sente parlare solo d'inettitudine della giunta, d'impossibilità di fare la differenziata, che i rifiuti sono un problema non gestibili in modo ambentalmente sostenibile. Ma fare un passo avanti, no mai? Preferiamo un inceneritore dentro una città (che inquina è un dato di fatto) piuttosto che impegnarci a fare un lavoro di differenziazione rifiuti, spieghiamo alla gente cosa fa in realtà un inceneritore (vedi dati moniter), poi vediamo se la differenziata è una cosa impossibile... Ciao

    Rispondi

  • pattonale

    17 Ottobre @ 15.45

    benissimo...avanti con la differenziata spinta in centro.... senza ricordarsi che: - il centro è pieno di monolocali: immagino i residenti dormire col rusco che li veglia sul comodino in attesa che arrivi il momento della raccolta. - i vicoli e borghi sono stretti e i marciapiedi non ci sono o quasi: sarà bello fare lo slalom tra i sacchetti del rudo nelle strade mentre le auto ci sfiorano ardite. - chii lavora fino a tardi cosa fa? si licenzia per portare il rudo in strada o lo mette fuori al mattino?m poi però non ci lamentiamo se ci sarà la rumenta esposta night and day nelle vie della piccola capitale. - sotto casa mia in pieno centro bivaccano barboni e altra fauna...immagino già come sarà bello vederli frugare e lasciare sparsa la rumenta sotto casa... - d'estate il profumo di marcio che aleggerà nei borghi renderà più mediorienatle la nostra città... ma saremo tutti più belli e civili e politically correct...o no?

    Rispondi

  • alberto1948

    17 Ottobre @ 12.00

    abito in un mini-condominio composto da due nuclei familiari. io facci la raccolta differenziata mentre l'inquilino del piano di sopra (marito,moglie e due figli) butta tutti i rifiuti insieme . ora quando i figli cresceranno avranno un esempio tutt'altro che positivo . come potranno differenziare il pattume se i genitori non glielo avranno insegnato fin da piccoli , pur avendone la possibilità (come me ) ?

    Rispondi

  • MA BENE

    16 Ottobre @ 18.12

    tanto se , come sarà, sarà un flop daranno la colpa ad Iren che non l'ha voluta fare nel miglior modo...vedremo

    Rispondi

  • Paolo

    16 Ottobre @ 17.08

    Finalmente con la raccolta porta a porta tornerò bambino, quando , di nascosoto, andavo a vedere le zone più degradade della mia vecchia e cara Napoli, e potrò rivivere quei bei tempi......................"

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

2commenti

Lealtrenotizie

A novembre la Guida Michelin farà brillare le sue stelle per la terza volta a Parma

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

CALCIO

Gobbi a Bar Sport: "A Napoli per tentare di fare punti" Video

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

2commenti

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

LAVORO

Commercio: alla domenica lavorano soprattutto le donne

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

SPORT

FORMULA 1

L'Alfa Romeo sceglie Giovinazzi: un italiano nel Circus dopo 8 anni

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

SOCIETA'

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

Dagli Usa in Italia arriva il finto burger di carne

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

ANTEPRIMA

Ecco Tarraco, il Suv più grande di Seat