16°

29°

Parma

Controlli della Finanza a Parma e provincia: niente scontrino in 68 casi su 131

Controlli della Finanza a Parma e provincia: niente scontrino in 68 casi su 131
Ricevi gratis le news
67

La Guardia di Finanza ha effettuato una serie di controlli a Parma e provincia, contro l'evasione fiscale e il lavoro nero. Scontrini fiscali: su 131 controlli, in 68 casi lo scontrino non è stato emesso da un esercente. Il dato si aggiunge alle 823 violazioni di questo tipo scoperte fra gennaio e settembre nel Parmense.
I finanzieri (77 hanno partecipato all'operazione) hanno anche individuato un «evasore totale», cioè una persona completamente sconosciuta al fisco.
Passando al setaccio i cantieri, le Fiamme gialle hanno trovato 11 lavoratori in nero (su 25 controlli fra città e provincia).
Scoperto anche un uomo che raccoglieva scommesse on line senza essere autorizzato.

Il comunicato della Guardia di Finanza di Parma:
77 militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Parma, organizzati in 34 pattuglie, hanno eseguito, nei giorni scorsi, un vasto “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio” che ha interessato diverse aree della città di Parma e diversi centri della sua provincia.

In particolare, pattuglie di finanzieri “in divisa” hanno dato attuazione ad una serie di attività operative volte al contrasto ed alla prevenzione degli illeciti fenomeni dell’abusivismo commerciale e della minuta vendita di merci contraffatte.

Altre pattuglie - in questo caso composte da militari in “abiti civili” - sono state contestualmente impegnate nel controllo della regolare emissione di scontrini e ricevute fiscali da parte di una molteplicità di esercenti, appartenenti alle diverse categorie che caratterizzano il variegato panorama economico della città di Parma.

Tali tipologie di operazioni si inquadrano, infatti, in consolidate metodologie d’azione, sistematicamente attuate anche nella specifica prospettiva di utilizzare i dati “caldi” acquisiti sul campo per integrare ed attualizzare le attività di monitoraggio ed analisi del tessuto “economico-finanziario”.

Le “mappature del territorio” e le correlate “analisi di rischio” sono infatti oramai divenute usuali strumenti di cui si avvalgono i reparti del Corpo al fine di meglio “mirare” ben più approfondite attività ispettive o di indagine (anche di polizia giudiziaria) verso i soggetti nei cui confronti emergono significativi indizi di comportamenti illeciti e di “infedeltà fiscale”.

Si evidenzia che i predetti “Piani Coordinati” hanno quale obiettivo non solo quello di tutelare gli operatori economici “regolari” dalla sleale ed illecita concorrenza degli abusivi e di coloro che vendono merci fuori norma, ma anche quello di evitare che gli esercenti che rispettano gli obblighi di emissione dei documenti fiscali finiscano con il risultare indebitamente “svantaggiati” rispetto ai loro concorrenti che violano le norme tributarie.

In materia di scontrini e ricevute fiscali sono stati eseguiti 131 controlli, che hanno portato alla constatazione di 68 violazioni per mancata emissione di tali documenti fiscali.

Sia i soggetti controllati, che coloro a cui sono state constatate irregolarità di varia natura, risultano riconducibili alle molteplici categorie di esercenti che compongono il tessuto economico-commerciale del territorio parmense. Tali irregolarità vanno ad aggiungersi alle 823 violazioni in materia di scontrini e ricevute fiscali già individuate dalla Guardia di Finanza – sul territorio dell’intera Provincia – nei primi nove mesi dell’anno.

Per quanto riguarda il contrasto al lavoro nero e/o irregolare, sono stati eseguiti 25 interventi che hanno permesso di “scovare” 11 lavoratori che operavano completamente in nero. E’ stato, inoltre, individuato un soggetto economico qualificabile come “evasore totale” in quanto non in regola con la presentazione delle prescritte dichiarazioni fiscali.

In materia di “capacità contributiva” i controlli sono stati rivolti nei confronti degli utilizzatori di auto di lusso; in particolare sono stati controllati 40 soggetti per i quali sono in corso i dovuti accertamenti per vagliare la corrispondenza tra il valore dell’autovettura e la posizione reddituale degli stessi.

Nell’ambito degli interventi svolti in materia di “esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa” si è proceduto a segnalare alla locale Autorità Giudiziaria un soggetto che deteneva nel proprio esercizio due postazioni “totem” utilizzate per accettare e raccogliere scommesse in via telematica senza la prescritta autorizzazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    26 Ottobre @ 18.58

    Vincenzo ne sono più che sicuro, nel lontano 2000 stavo facendo la quarta superiore ed ero in stage, un mio compagno di classe si è assentato dallo stage per andare a scuola a farsi interrogare da un professore, professore che doveva essere a scuola a quell'ora anche perchè non tutti gli alunni erano in stage, bene a quell'ora il mio professore invece di essere a scuola era a fare il consulente presso la ditta in cui facevo lo stage. Poi, andiamo indietro di un anno le racconto una storia sperando che la gazzetta non mi censuri anche perchè non farò nomi e credo che difficilmente un lettore possa identificare la persona, forse l'interessato se non mi vengono censurati i termini si potrà identificare. Ecco il dispocrso di un assistente di laboratorio: "buongiono, io sono il vostro assistente, con me non farete nulla, io faccio l'assistente solo per avere un giorno una pensione ma ho altri lavori, non sempre sarò in laboratorio, se non ci sarò voi dovete stare zitti e in silenzio perchè poi scopriranno la mia assenza, occhio perchè se fanno il culo a me io poi farò il culo a voi. Ah un'altra cosa, io bevo molti caffè durante la giornata, però non li voglio pagare quindi se dirò ad uno di voi di pagarmi il caffè voi dovrete andarmelo a prendere". Signor vincenzo, la maggioranza di lavoratori pubblici è onesta ma non neghi che ci sono mele marce come quelle persone che ho elencato, certo che la classe non si può lasciare sola ma si può sempre affidare agli assistenti di laboratorio o viceversa

    Rispondi

  • Dedo

    26 Ottobre @ 16.07

    Qui in Germania tutto è deducibile, dall'idraulico al dentista, e senza alcun tetto (si può anche andare in credito d'imposta). In Italia il governo Monti sta per introdurre un tetto alle spese deducibili, comprese quelle mediche, di 570€ (19% di 3000€). A me pare un incentivo al pagamento in nero: a chiedere e a concedere uno sconto di almeno il 20%. Un tetto così basso mi pare una vera stupidaggine, controproducente per lo Stato stesso.

    Rispondi

  • medioman

    26 Ottobre @ 09.01

    @Maurizio: se dai un'occhiata al bollettino dei protesti, scoprirai che "alcune categorie di artigiani" continuano a vivere, almeno per qualche anno, anche con reddito negativo. Ci sono tanti "mestieri" che stanno scomparendo; secondo te, qual'è il motivo? Secondo te, come mai, invece, il mestiere di "politico" sta' andando alla grande?

    Rispondi

  • Vincenzo

    25 Ottobre @ 20.21

    Caro Maurizio e caro Brodino, secondo me voi parlate conoscendo poco il settore pubblico e nello specifico il settore della scuola. Ma voi immaginate un insegnante che lascia la classe da sola ed va a fare una consulenza? A parte la responsabilità civile e penale per quel che potrebbe succedere e con le classi che abbiamo oggi succederebbe sicuramente qualcosa di grave. Sei sicuro Maurizio piuttosto che quel Professore non abbia finito il suo orario di servizio e va a fare la consulenza emettendo regolare fattura (dopo che per svolgere la libera professione ha ottenuto una regolare autorizzazione?). Magari poi la sera fino a tardi corregge i compiti e prepara la lezione per il giorno dopo ed è costretto a fare questi sacrifici perchè è un ingegnere (se fa le consulenze in azienda) e dopo ave studiato fino a 26 anni e magari fa il precario da 10 con uno stipendio di 1300 Euro al mese, due figli piccoli ed una moglie disoccupata? Lo sai Maurizio che un precario smette di prendere lo stipendio il 30 di giugno e se c'è la cattedra viene rinominato non prima che siano passati 120 giorni? non ti faccio fare i conti sono 4 MESI SENZA STIPENDIO e la famiglia da mandare avanti lo stesso. Tutto questo ovviamente senza poter usufruire delle ferie come tutti i lavoratori perchè il dipendente statale è l'unico lavoratore che deve prendersi le ferie GG 32+4 (come tutti i lavoratori italiani) in periodi in cui l'attività scolastica è sospesa, cioè in estate quando lui è LICENZIATO. In merito alla segretaria del "Piacentino" caro Brodino sei sicuro che non avesse un distacco di qualche tipo? sei a conoscenza di chi ha versato le sue competenze? Non dare per certe notizie sentite alla TV soprattutto in campagna elettorale. Per concludere vorrei dire un'ultima cosa. Non c'è niente di peggio della delazione della denuncia anonima. Anche a me sembra una grossa vigliaccata ma devo constatare da ciò che leggo in questo forum che chi voleva mettere una categoria di lavoratori contro l'altra ci è riuscito benissimo. Siamo stati "armati" per fare una guerra tra poveri ed il casus-belli è: tra voi ci sono evasori e/o fannulloni e/o gente di colore e/o cinesi ecc. Io dipendente pubblico ho fatto mio il motto di Dean Karnazen che dice: corri quando puoi, cammina quando devi, striscia quando serve ma.....non fermarti mai. Noi lavoratori, tutti, dobbiamo mandare avanti la nostra famiglia e alcuni di noi anche le famiglie dei nostri figli che a volte non sono autonome. Sarebbe intelligente e saggio non spostare il punto di vista dal problema perchè il male non viene dai quello che non fanno i lavoratori ma da quello che fanno i politici. Loro si che in maniera intelligente (dal loro punto di vista) hanno deviato l'attenzione riuscendo a mettere lavoratori contro lavoratori. Attenti stanno tentando di mettere contro anche padri contro figli (corsi e ricorsi storici) meditate gente meditate.

    Rispondi

  • Fiorenzo

    25 Ottobre @ 20.06

    Certo che ci sono gli onesti e i disonesti! Ma è onesto starsene a casa con un raffreddore e lasciare che gli altri colleghi facciano il tuo lavoro? È onesto fare un doppio lavoro nel fine settimana per arrotondare? Ho lavorato in fabbrica e c'erano dei lavoratori che nonostante una salute da leoni immancabilmente marcavano visita una settimana al mese. E allora cosa sono questi? Esempi di integerrimità? Poi non cerco nessun alibi,io le tasse le pago,non ho bisogno di alibi per dire quello che penso,

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Trovato a terra sulla pista da motocross: è gravissimo

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

5commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

10commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

3commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Firenze

Un sedicente artista rompe un quadro in testa a Marina Abramovic

Genova

Ricostruzione ponte Morandi, Pizzarotti: "Toti commissario"

1commento

SPORT

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse