17°

27°

Parma

Ghiaia, ambulanti contro la direttiva dei Beni culturali

Ghiaia, ambulanti contro la direttiva dei Beni culturali
Ricevi gratis le news
0

 Pierluigi Dallapina

 La «Direttiva sul decoro» adottata dal ministero per i Beni culturali scatena la reazione degli ambulanti del mercato, i quali non hanno alcuna intenzione di venire dipinti come quelli che con bancarelle e mercanzia degradano i monumenti e i palazzi pubblici, le piazze e le vie dei centri storici italiani.
«E' un assurdità, e per capirlo basterebbe andare a Monaco di Baviera dove davanti al duomo ci sono gli ambulanti in strutture fisse dalla forma esagonale», fa notare Fabrizio Buia, che con la sua frutta e verdura esposta sulla bancarella anima piazzale San Bartolomeo. Chissà se la sua posizione, a ridosso del muro della chiesa, rientra in quei casi da correggere in base alla direttiva del ministro Lorenzo Ornaghi. «Confido nel buon senso – dice abbozzando un sorriso – ma quel che è certo è che si vuole scatenare una guerra fra poveri. Se dovremo spostarci ci sposteremo, ma il mercato crea sicurezza, commercio e relazioni sociali».
La pensa allo stesso modo Roberto Quintavalla, ambulante e presidente dell’Anva di Parma. «Il nostro tipo di lavoro va a rivitalizzare le città – sostiene mentre serve i clienti in piazza Ghiaia - e per capirlo basta venire in Ghiaia nei giorni fuori mercato. L’immagine che si avrà sarà quella di una piazza di sicuro meno affollata. Il mercato porta un beneficio diretto anche ai commercianti in sede fissa». Commentando le notizie in arrivo da Roma, Quintavalla insinua un sospetto: «Non vorrei che qualcuno volesse favorire i centri commerciali e la grande distribuzione. Se così fosse, abbia il coraggio di dirlo apertamente».
Leggendo il sito del ministero per i Beni culturali si trova una nota che spiega il senso della direttiva - «rafforzare le misure di tutela nelle aree pubbliche di particolare valore archeologico, storico, artistico, architettonico e paesaggistico, in prossimità dei monumenti interessati da flussi turistici particolarmente rilevanti» - e che contiene una descrizione delle aree di intervento: «Tale direttiva includerà anche le pubbliche piazze, vie, strade e altri spazi aperti urbani di interesse artistico o storico, appartenenti a soggetti pubblici e realizzate da oltre settanta anni». 
Pronta la replica di un commerciante di piazzale San Bartolomeo. «Purtroppo in Italia non esistono deserti, altrimenti il ministro potrebbe decidere di spostarci lì», scherza Gabriele, che vende abbigliamento per bambini. «Essere spostato solo per una questione estetica – commenta – è veramente demoralizzante».
La nota ministeriale conferma infatti che la direttiva intende contrastare l’esercizio nelle aree sopra descritte «di attività commerciali e artigianali in forma ambulante o su posteggio, nonché di qualsiasi altra attività non compatibile con le esigenze di tutela del patrimonio culturale, con particolare riferimento alla necessità di assicurare il decoro dei complessi monumentali». 
Al momento nessun ordine è ancora stato diramato da Roma alle varie Soprintendenze chiamate a segnalare agli enti locali le situazioni di degrado da «bonificare». «Noi arrediamo il centro e non lo deturpiamo. Il ministro ha preso un abbaglio», assicura Davide, ambulante della Ghiaia, mentre osserva il via vai di persone che animano la piazza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"