16°

28°

Parma

Confesercenti propone di convertire le garitte dei vigili in punti informativi

Confesercenti propone di convertire le garitte dei vigili in punti informativi
Ricevi gratis le news
12

Le garitte della polizia municipale dovrebbero essere convertite in strutture più utili, ad esempio punti informativi per i turisti, magari presidiati da studenti o stagisti. Potrebbero essere usate dagli "steward urbani" che potrebbero rilasciare semplici documenti comunali, dare informazioni utili alla gente o segnalare problemi per quanto riguarda il degrado urbano. Sono queste, in estrema sintesi, le osservazioni che il direttore della Confesercenti Luca Vedrini fa al Comune, attraverso una lettera aperta inviata ai media.

Ecco la nota di Vedrini:  

I GABBIOTTI DELLA SICUREZZA
Egregio Direttore,
ma quanti Parmigiani hanno visto un vigile urbano dentro i gabbiotti della sicurezza? Quelli con la scritta Polizia Municipale? Credo si possano contare su una mano. Forse qualche vigile è stato presente per alcune ore nei primi giorni di istituzione dei tanto sbandierati presidi per la sicurezza urbana. Ma poi? Sulla  loro utilità poi ci sarebbe tutto discutere. Cosa potrà mai servire un presidio stabile in aree centrali della città ampiamente frequentate e assolutamente da tutti riconosciute come aree di degrado e soggette a microcriminalità? Forse che le forze dell’ordine non siano e non erano in grado di presidiare le zone da controllare? O che i criminali si possano spaventare per la presenza (se mai ci fosse stata) di uno o due vigili urbani?

Ma siamo seri! Così come fa un po’ ridere vedere i militari, bardati di tutto punto con tanto di tuta mimetica, a pattugliare le nostre strade con camionetta al seguito. Sarei curioso di sapere quanti atti di criminalità micro macro sono stati sventati dalla presenze dei due potenti presidi. Non sarebbe stato meglio dare maggiori risorse alle nostre forze dell’ordine? Magari aumentare l’organico della polizia? Oppure dotarli almeno della benzina o di mezzi più adeguati? Che paiono scarseggiare! In alcune città estere, davvero pericolose, la polizia, pattuglia con mitra spianati e cani lupo antidroga, a presidiare i quartieri  con una grinta ed una organizzazione che noi ce la sogniamo. Eppure anche in quelle città il crimine non è stato sconfitto. Che spreco di denaro e quanta demagogia.

I vigili urbani poi non riescono ad andare a presidiare le varie “movida” in quanto di notte effettuano pochi turni. Perché mai dovrebbero stare fermi per ore dentro un gabbiotto di giorno? A fare che cosa? Ma ormai queste strutture le abbiamo pagate almeno rendiamole utili. Perché non pensare di recuperarli per scopi meno nobili ma almeno funzionali? In tutte le città del mondo più o meno frequentate da turisti esistono box informativi, gestiti perlopiù da cooperative giovanili, distribuiscono informazioni, cartine, danno informazione sui beni ambientali, museali, vendono i biglietti d’ingresso, danno informazione sui parcheggi, sui varchi  e da noi volendo con un po’ di fantasia potrebbero fare anche molto di più. Ad esempio segnalare fattori di degrado urbano, rilasciare semplici documenti comunali, proporre itinerari turistici, segnalare bar e ristoranti, eventi, segnalare dove si possono acquistare i nostri prodotti gastronomici, etc. Potrebbero segnalare ad infomobility per evitare le poco civili e per nulla stimolanti per il turismo multe applicate ai turisti che transitano sotto i varchi. Insomma essere utili ai turisti e ai cittadini.

Sono steward urbani, spesso studenti o stagisti che si danno da fare per far quadrare il loro bilancio personale. Perché da noi non riusciamo a farlo? Eppure anche a Parma i turisti ci sono. Non sono tantissimi ma ci sono e sono una risorsa indispensabile per la nostra economia. I box ci sono già. Gli studenti non mancano e non credo che i costi di gestione  di un servizio così, possano ulteriormente dissanguare le già poco pingui casse comunali. E forse si potrebbero anche autofinanziare. Si potrebbe stimolare un po’ di lavoro giovanile che in questo periodo non guasterebbe. I nostri bei gabbiotti, invece di farli arrugginire, potrebbero essere utili a qualcuno e stimolare un po’ di lavoro e migliorare l’accoglienza turistica della nostra città. Magari occorrerebbe riposizionarli, cambiare qualche scritta, attrezzarli un po’, et voilà si potrebbero usare. In alternativa o insieme si potrebbe anche pensare di concedere questi spazi informativi alle tante guide turistiche esistenti in città che già svolgono un utile servizio ma che così potrebbero sviluppare ulteriormente la loro attività ampliandola con servizi ai cittadini e alla comunità. Insomma, potrebbero divenire dei piccoli desk di informazione per tutti e perché no anche dei mini presidi di segnalazione di sicurezza. Potremmo così diventare una città più accogliente, più europea e perché no più civile.  

Luca Vedrini
Direttore Confesercenti di Parma

 Archivio - (4 settembre 2012) La giunta valuta in quale modo riutilizzare le garitte

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Marco

    03 Novembre @ 17.00

    potrebbero essere messe all'asta e rivendute, alla demenza umana non c'è fie, pertanto potrebbero essere riacquistate da qualche genio.

    Rispondi

  • Anonimo

    03 Novembre @ 12.02

    Ma sì dai usiamo i stagisti! Degli schiavi legalizzati a costo zero.

    Rispondi

  • loris

    03 Novembre @ 11.22

    L' idea è ottima e potebbe essere completata con altre garitte, oltre quelle gia esistenti, nei punti più sensibili della città.

    Rispondi

  • Virgy maghetta

    03 Novembre @ 10.39

    La proposta è incompleta perchè le postazioni sono 4 ma essendo studiate per la sicurezza non sono situate in posti strategici per il turista tranne quella in Piazzale della Pace che però si andrebbe a sovrapporre all'iniziativa di trasformare in punto informativo l'ex-edicola di Piazza della Steccata, le altre nelle vie D'Azeglio,Garibaldi e Trento adrebbero spostate nei veri punti in cui un turista si trova a trasitare in cerca di informazioni: una per i turisti all'uscita dalla Stazione ferroviaria, una tra via Mariotti e via Mazzini (dove c'è l'ascensore della Ghiaia) per i turisti arrivati a piedi da Piazza Garibaldi in modo che siano informati e spinti a visitare l'Oltretorrente, una in Piazza Duomo, una nello spiazzo tra la Pilotta e Viale Toschi per i turisti che escono dal posteggio Toschi.

    Rispondi

  • moreno

    03 Novembre @ 09.26

    QUESTE DEMENZIALITA' VOLUTE DALLA VECCHIA GIUNTA COMUNALE IN ACCORDO CON L EX COMANDANTE DEI VIGILI DI PARMA DEVONO IN QUALCHE MODO ESSERE RIUTILIZZATE IN QUANTO COSTATE UNO SPROPOSITO PER RISOLVERE NULLA!! IL PUNTO INFORMATIVO TRA L ALTRO GIA PROPOSTO DA QUALCHE LETTORE IN PRECEDENZA PRIMA CHE DALLA CONFESERCENTI E' UNA BUONA IDEA IN QUANTO PARMA CHE CONTINUA AD ESSERE META TURISTICA PER FORTUNA E' CARENTE DI PUNTI INFORMAZIONE.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

2commenti

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

2commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

4commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

ASTI

Il pick-up del padre lo investe: muore un bimbo di tre anni

brescia

Carabiniere dà fuoco ai peluches della figlia e la chiude nella casa in fiamme

SPORT

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

Tour Championship

Il ritorno della tigre: tutti pazzi per Tiger Woods Video

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"