20°

Parma

Dall'Olio in campo per Renzi: "Può cambiare la politica"

Dall'Olio in campo per Renzi: "Può cambiare la politica"
Ricevi gratis le news
14

 Il capogruppo del Pd Nicola Dall'Olio scende in campo in vista delle primarie e si schiera con Matteo Renzi. «A maggio scorso - dichiara - alla domanda su chi avrei scelto alle primarie tra Renzi e Bersani avevo risposto Civati. Dovendo scegliere tra i primi due, continuavo, avrei comunque sostenuto chi rappresentava il ricambio e il rinnovamento. La mia posizione da allora non è cambiata. Non essendoci state le condizioni per la candidatura di Civati, il mio sostegno alle primarie del centrosinistra andrà a Matteo Renzi». Il sindaco di Firenze, dunque, nella sfida con il segretario del Pd, può contare sull'appoggio di chi aveva conteso alle primarie di Parma - facendo il pieno di preferenze - la candidatura a sindaco a Vincenzo Bernazzoli. «Pur apprezzando Bersani, che ha reso possibili queste primarie mettendosi in gioco e dimostrando di avere capito molto prima e molto più di altri che il Pd deve profondamente rinnovarsi - continua Dall'Olio - credo che Renzi sia la persona che può davvero cambiare le cose. Renzi interpreta con grande abilità comunicativa la voglia e l’urgenza che sente il paese di un profondo ricambio della politica, non solo nelle persone, ma anche nei modi, nelle forme e nel linguaggio. Più ancora di ciò che dice nei suoi affollati incontri, conta ciò che rappresenta e il modo in cui si pone. Dimostra coraggio, determinazione, energia, voglia di guardare avanti». Secondo Dall'Olio, «Renzi incarna un’Italia che vuole rimettersi al passo con i tempi e scommettere sul proprio futuro. Se vince Renzi, tutta la politica della cosiddetta seconda repubblica diventerà d’improvviso vecchia e inadeguata. E anche il fenomeno Grillo, che trae la sua forza dalla richiesta troppo a lungo disattesa di nuovo e di cambiamento, verrebbe fortemente ridimensionato». Dall'Olio mantiene però «autonomia di giudizio». Del programma di Renzi, il capogruppo del PD condivide «la riforma dello Stato, per garantirne maggiore efficienza e governabilità; la necessità di una decisa semplificazione delle leggi e degli adempimenti per il cittadino; la razionalizzazione della spesa pubblica e la lotta alla evasione per trovare risorse da investire nella scuola, nella ricerca, nella cultura; il rafforzamento delle istituzioni comunitarie e delle politiche europee partendo dal basso; il costante richiamo ai valori del merito, della competenza, delle pari opportunità». Apprezza anche l’operatività delle proposte, il metodo di partire dalle esperienze migliori già sperimentate nelle amministrazioni locali e in altri paesi europei». Ma Dall'Olio mette l'accento anche su «cose che mi convincono meno ed altre che paiono per ora mancare. La giusta spinta alle liberalizzazioni viene estesa anche a settori come l’acqua, la raccolta rifiuti e in generale i servizi pubblici locali che dovrebbero rimanere sotto il controllo, appunto, delle comunità locali e quindi del pubblico. Non si parla di come aumentare i prelievi sulle rendite, in particolare quelle finanziarie, per ridurre il carico fiscale sul lavoro. Si prevede una cessione di patrimonio pubblico che assomiglia troppo alle passate cartolarizzazioni. Manca infine un chiaro e forte riferimento alla sostenibilità, alla necessità di una riconversione ecologica dell’economia e del sistema produttivo, da molti indicata, anche a livello europeo, come unica strada per uscire dalla crisi creando occupazione e benessere duraturo». «Sono convinto - conclude Dall'Olio - che ci sarà tempo per arricchire e articolare il programma, che rimane una proposta aperta ai contributi di tutti. Il mio impegno sarà quello di contribuirvi promuovendo le idee e i principi per cui mi sono sempre speso. Adesso però la priorità è aprire una stagione nuova. E Matteo Renzi è la persona che può farlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    05 Novembre @ 10.24

    Stimo Renzi ma Dall'Olio è ridicolo. perché,se vincerà Bersani alle primarie, Renzi non diventerà Bersaniano il giorno dopo. Dall'Olio invece è diventato Bernazzoliano il giorno dopo aver perso le primarie (vedi inceneritore e altro), illuso di diventare vicesindaco o assessore

    Rispondi

  • Guido

    04 Novembre @ 20.35

    Già,le cose per le quali si è sempre battuto:il silenzio davanti a licenziamenti ingiusti per biechi calcoli di partito.

    Rispondi

  • david

    04 Novembre @ 19.46

    credo che queste primarie abbiano un valore storico, indipendentemente dal pensiero politico che ognuno di noi ha. se vince renzi sarà la svolta per un cambiamento radicale del modo di fare politica da parte dei partiti, io lo voterò anche perchè ad oggi è l'unica alternativa che propone un serio cambiamento ed è anche l'unico che può raccogliere voti da parte dei moderati di area non PD. se vinca bersani il PD rimarrà con i suoi vecchi elettori e saremo obbligati a riproporre monti o comunque un governo tecnico in nessuno riuscirà ad avere una maggioranza

    Rispondi

  • andrea

    04 Novembre @ 19.36

    Incredibile come quelli che si definiscono di sinistra vogliano farsi del male a tutti i costi. Hanno un cavallo di razza e vogliono far correre dei brocchi, per mantenere lo status quo. Non esiste ora un elettorato più conservatore di una parte del PD e di SEL. Con Bersani vivacchieranno e contribuiranno al Monti bis mentre criticano Renzi perché prende voti da elettori del centro destra. Ma se davvero vogliono vincere, dove dovrebbero prendere i voti, da Rifondazione Comunista che non esiste più? Li prenderebbe anche da molti tentati da Grillo. Invece no, lui no. Che voglia scardinare commistioni tra politica e affari? Quando poi lo criticano perché ha parlato ad esponenti della finanza a Milano, mi cadono davvero le braccia. Accordi disdicevoli si fanno in pochi e in segrete stanze, non alla luce dei fari delle telecamere che riprendono i convenuti. Semplicemente patetico. Ricordo infine che fu Bersani a volere Bernazzoli candidato sindaco, una scelta davvero illuminata. Ma di fronte alle granitiche e purtroppo ancora trinariciute certezze di una parte della sinistra qualsiasi commento risulterà vano, come quello che sto scrivendo ora.

    Rispondi

  • pier luigi

    04 Novembre @ 19.25

    vedo che qualcuno definisce Renzi 'il vecchio che avanza'! e qualche altro che lo stronca perchè 'piace a Berlusconi'! quante cavolate! ma spiegatemi com'è la storia degli 'assessori' regionali emilianoromagnoli che sono il ricettacolo di trombati e tromboni?!?!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Disagi anche in autostrada

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno