20°

Parma

La valvola "magica" che ha ridato la voce a Francesco Canali

La valvola "magica" che ha ridato la voce a Francesco Canali
Ricevi gratis le news
4

Claudio Rinaldi
Andrea Del Bue
Che fine ha fatto Francesco Canali? Sono in tanti a chiederselo: tutti quelli che hanno seguito, passo dopo passo, la sua battaglia contro la Sla e le sue imprese. Ecco la risposta: è come fosse in ritiro pre-stagione, come ogni atleta che si rispetti. Solo che non dà nessuna anticipazione sui prossimi progetti che ha in testa.
Il suo coraggio e la sua serenità nell'affrontare una bruttissima malattia come la Sla hanno fatto il giro d'Italia, e non solo. Così come le sue imprese sportive: dalla maratona di West Palm Beach, in Florida, spinto da quattro amici, alla maratona di Padova, con Gianluca Manghi, dalla Cariparma Running, con il vescovo Enrico Solmi come «spingitore» d'eccezione, alla maratona di Venezia, trainato dal fuoriclasse dell'handbike Alex Zanardi. Tutte imprese legate da un filo conduttore, quello della solidarietà: nel corso delle tantissime iniziative organizzate per promuovere il progetto «Vinci la Sla - Corri con Francesco» e per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla Sla, sono stati raccolti oltre 80mila euro, donati a progetti concreti per aiutare i malati di Sla e per finanziare la ricerca.
Le condizioni di Francesco sono peggiorate, nell'ultimo anno. La verità è che proprio la sua forza, la sua serenità, fanno regolarmente dimenticare la sua battaglia contro una malattia orribile come la Sla. Orribile e dal progredire inesorabile. Mese dopo mese, è peggiorata soprattutto la respirazione: perché i muscoli preposti sono diventati sempre più «pigri». Fino al punto da rendere necessario l'intervento di tracheotomia, alcuni mesi fa. Brutta cosa, ma inevitabile. Francesco - se mai servisse precisarlo - ha affrontato questo ennesimo brutto scherzo della malattia con la serenità di sempre. Sapeva bene che la tracheotomia - che consiste nell'incisione della trachea, per applicare una cannula e  creare una via alternativa per la respirazione - lo avrebbe costretto a restare per sempre attaccato a una macchina. «Procediamo», ha detto deciso, quando i medici gli hanno spiegato che a quel punto l'intervento era urgente.
C'era un altro pensiero fisso, in quei giorni, a rovinare le sue notti e quelle di parenti e amici. La voce. Che se ne va, dopo la tracheotomia. Spiega Roberto Melej, medico del Rasori  (è responsabile del reparto gestione e terapia del paziente con insufficienza respiratoria): «Dopo l’intervento, l’aria esce dal corpo senza passare dalle corde vocali che, in questo modo, non vibrano: pertanto non è più possibile per il paziente la fonazione».
Terribile, il pensiero di non poter più dire «ciao» alle bimbe. Ma la situazione peggiorava, giorno dopo giorno, e poi ora dopo ora. I medici del Rasori, quelli della Clinica pneumologica diretta dal professor Emilio Marangio dove Francesco era ricoverato, avevano ormai perso le speranze, circa il fatto di riuscire ad evitare l'intervento.
E così Francesco si è deciso. E' andato tutto liscio (l'intervento, in sé, è una sciocchezza).
Pochi giorni dopo - finalmente, dopo tanti brutti giorni - una bella notizia. E' arrivata da Milano, da Mario Melazzini, neo assessore alla Sanità della Regione Lombardia e  primo «tifoso» del «maratoneta in carrozzina». Si chiama valvola di Muir ed è una splendida invenzione. Una valvolina in plastica dall'effetto miracoloso. Si collega al tubo che «esce» dalla trachea e fa magicamente tornare la voce. Magicamente, davvero: perché la voce è esattamente quella di prima: non metallica, non distorta. Ed è stato emozionante risentire Francesco parlare, dopo giorni di silenzio totale.
«La valvola - spiega Melej - crea una resistenza grazie alla quale l’aria passa attraverso le corde vocali ed esce dalla bocca: in questo modo, in espirazione, il malato riesce a parlare».
Si chiama Muir perché è stata inventata, quasi trent'anni fa, dal paziente distrofico David Muir.
Può essere utilizzata da tutti i medici che hanno a che fare con pazienti tracheotomizzati: quindi pneumologi, otorinolaringoiatri, rianimatori.
Esistono vari tipi di valvole, tutte molto piccole: il diametro interno è sempre di 15 millimetri, quello esterno può variare, a seconda dei modelli, dai 22 ai 23. Oltre a permettere ai pazienti tracheotomizzati di parlare, la ricerca ha evidenziato come questo piccolo strumento possa anche eliminare le secrezioni, facilitare il distacco del respiratore, rendere più rapida la decannulazione, migliorare il senso dell’olfatto e l’igiene in generale, dal momento che elimina la necessità, al fine di ottenere la vibrazione delle corde vocali, di occludere con un dito la cannula.
Nel caso dei malati di Sla, la valvola è efficace per chi era in grado di parlare prima della tracheotomia. In generale, spiega Massimo Riccardi, dirigente medico di Fisiopatologia respiratoria,  «è consigliata ai pazienti che hanno esigenza di comunicare.  Ci vogliono infatti valide motivazioni; per questo è più indicata per i giovani, piuttosto che per gli anziani. Il suo utilizzo non è immediato: serve una preparazione prima di poterla utilizzare con costanza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Pietro Franzosi

    06 Novembre @ 13.24

    ma quanto è grande Francesco Canali????

    Rispondi

  • matteo

    06 Novembre @ 13.05

    Grande Francesco. Hai una forza incredibile, che deve essere di esempio per tutti. Un abbraccio

    Rispondi

  • silvia

    06 Novembre @ 11.20

    La ricordo bene quest'estate...già. Non è stato un anno per niente facile, ricordo anche la determinazione di Francesco, nonostante la grande preoccupazione del...dopo, della famiglia e di tutti noi. Chiaramente la decisione ormai urgente di procedere spettava a te Francesco. Solo a te. E hai avuto ragione ancora una volta. Hai fatto la "magia". Coraggioso, aggiungerei con una piccola dose di "testardaggine" :-) che ad ora, ci fa continuamente pensare e dire: hai fatto bene!!! La prima volta che ti ho sentito parlare dopo tanto tempo con la valvola mi è...preso un colpo. Sono rimasta inebetita e te ne sei accorto sicuramente (sono rimasta io senza parole...) Una gioia grande, la voce solo appena più bassa...è proprio la tua! Un'emozione indescrivibile. Non solo, il tuo viso si è rasserenato dopo mesi difficili e i tuoi occhi (bellissimi come sempre) sono tornati vivaci e splendenti. Bisogna "allenarsi" per poterla usare, continua a farlo, dobbiamo farci un mare di chiacchere!!! Un abbraccio grande Silvia p.s. in foto sei venuto benissimo! wow! :-) p.s. 2 complimenti per l'articolo

    Rispondi

  • silvia

    06 Novembre @ 11.14

    Ciao Canna! Abbiamo seguito questi mesi con apprensione ma anche grande fiducia dovuta alla tua incredibile serenità .Oggi viviamo con te questa grande conquista! Buon "ritiro" e "allenamento" per i progetti di "stagione", ti aspettiamo per ritrovarci tutti insieme! Sempre grande grandissimo Magic Canna

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Code anche in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

1commento

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel