17°

27°

Parma

Verdi: da Roma nessuna garanzia. L'appello di Dalla Rosa

Verdi: da Roma nessuna garanzia. L'appello di Dalla Rosa
Ricevi gratis le news
19

E' reduce da un viaggio nella Capitale, Guido Dalla Rosa Prati, presidente di Sogeap, la società che gestisce l'aeroporto Verdi. Al Ministero delle Infrastrutture ha chiesto di puntare ancora su Parma e di sostenere lo scalo, anche in considerazione della presenza dell'Efsa e delle opportunità dell'Expo. Da Roma non è arrivata nessuna certezza, ma la speranza resta. Oltre al Governo Dalla Rosa fa appello al territorio: "Anzi, ai territori: da Parma a Spezia, da Mantova a Cremona, se non ci danno una mano a sostenere un'infrastruttura così importante, credo che non ci sarà un'altra chance" E intanto (leggi qui sotto) nega l'ipotesi di un fallimento in vista della Sogeap.

LE PRECISAZIONI EDI DALLA ROSA PRATI E DEL DIRETTORE RASTELLI

"A fronte di quanto pubblicato ieri su tutti i media locali, So.Ge.A.P. S.p.A. il Presidente Guido Dalla Rosa Prati ed il Direttore Franco Rastelli desiderano fornire alcune precisazioni:
“E’ assolutamente errato e allarmistico parlare di fallimento della società di gestione dell’Aeroporto di Parma.
La società, seppur registri perdite consistenti nell’ultimo quinquennio, può ancora vantare una solida situazione finanziaria garantita da una disponibilità di liquidità corrente in questo momento di 7 milioni di euro.
Durante l’incontro avvenuto il 6 novembre in Comune, alla presenza della 4^ e 6^ Commissione Consiliare Permanente è stato fornito un quadro storico dettagliato sull’andamento della gestione dal quale è emerso che, visti i costi generati proprio per il mantenimento dei servizi aeroportuali (tra cui, in primis, i voli stessi) non è ipotizzabile il raggiungimento del pareggio di bilancio senza un intervento economico continuativo da parte del territorio.
E’ stato ampliamente dimostrato da numerose analisi presentate a tutti i soci, pubblici ed istituzionali, che il territorio ottiene il ritorno maggiore da una infrastruttura aeroportuale funzionante sia dal punto di vista di fatturato, sia di prodotto dell’indotto che di risparmio generato sugli spostamenti di privati e aziende.
D’altronde è dal 2007 che il territorio non investe più direttamente nella So.Ge.A.P che in tutti quest’anni si è sostenuta esclusivamente con l’intervento del socio di maggioranza.
A scanso di equivoci abbiamo voluto portare i numeri concreti relativi ai costi da sostenere, nelle attuali situazioni di mercato da un lato per la gestione dell’aeroporto e dall’altro per il reperimento di quei voli che, garantirebbero sì l’aumento del numero dei passeggeri ma che nel contempo porterebbero solo un aggravio sulle perdite della società.
In queste condizioni il socio di maggioranza privato (Meinl Bank con il 67,95%) non ha alcun interesse al mantenimento di una società in perdita per la quale non vede un ritorno plausibile degli investimenti già effettuati (ca. 37,5 milioni di euro dal 2007) e da effettuare.
Ci teniamo a precisare che in riferimento agli ulteriori 4.5 milioni di euro su conto DeustcheBank si tratta di un deposito acceso dalla parte controllante e vincolato esclusivamente ad eventuali interventi infrastrutturali la cui elargizione avverrebbe, secondo gli accordi stipulati nel 2011, sottoforma di finanziamento (quindi da restituire a fronte di un interesse).
Convocati dal Comune abbiamo illustrato con chiarezza la situazione fin’anche all’estrema eventualità della liquidazione concordata della società se non si dovessero trovare gli impegni e sinergie adeguate. Quest’azione è da intendersi come verifica delle condizioni per assicurare la continuità e lo sviluppo dell’aeroporto nel contesto di una necessaria riorganizzazione del settore.  Ci rendiamo conto che i toni sono stati forti, specialmente in una situazione d’incertezza come quella attuale, ma si tratta di un atto di responsabilità nei confronti della città e di tutti coloro che lavorano ed operano sull’aeroporto. Ritardare ulteriormente una decisione non è possibile.
I soci di riferimento sono stati informati. Attendiamo a breve un loro passo ed una loro presa di posizione in merito al futuro dell’aeroporto”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    08 Novembre @ 19.38

    SIGNOR GERARDO , siete stati anche voi a farvi "risucchiare" dal "Catullo" di Verona..... Ma , come lei ben sa , a Ghedi c' è una base aerea militare NATO con caccia bombardieri americani dotati di bombe nucleari....... Sicuro che facesse loro piacere avere traffico civile nelle immediate vicinanze ? Anche qui, a San Giorgio Piacentino , abbiamo una base aerea militare NATO , ma mica ci si fanno avvicinare.........

    Rispondi

  • Francesco

    08 Novembre @ 19.32

    COMUNQUE , se Sparta piange, Atene non ride.......Malpensa , nata con l' ambizione di diventare un " hub " di livello mondiale , sta andando male ..........I voli intercontinentali se ne stanno andando in buona parte.........

    Rispondi

  • Francesco

    08 Novembre @ 19.27

    INGEGNER DALLA ROSA PRATI , ho paura che andare a chiedere al Governo di Roma sostegno e finanziamenti per l' aeroporto "Verdi" di Parma , sia come, per Cappuccetto Rosso , andarsi a mettere sotto la protezione del lupo......... Non credo che migliori la prospettiva col Comune, la Provincia e la Camera di Commercio . Soprattutto i primi due non hanno neanche la monetina per far ballare l' orso...... Bisogna pensare a qualcos' altro........forse a lei le conoscenze non mancano........veda un pò..............Altrimenti bisogna ripiegare sull' "Air Terminal" , coi pullman diretti per Malpensa , Linate e Marconi........Certo , per un appassionato di volo come lei , sarebbe una "débacle" , ma..............lei vede altre prospettive ?

    Rispondi

  • rataplan

    08 Novembre @ 18.07

    Aereoporto in coma irreversibile causa infezione virale del tipo" Grandeur Pramzan". Ridicolo pretendere che da Cr venghino a Parma, con Orio (+ di 2 milioni di passeggeri all' anno) e Linate alla stessa distanza. O agli spezzini di valicare la Cisa invece che accomodarsi a Genova o Pisa. Ed i mantovani invece che con l' autostrada andare in 40 Km a Verona, dovrebbero farne 70 e venire a PR per strada normale. Demenziale!!! Solo gente arrogante, ignorante o truffaldina può pensare il contrario.

    Rispondi

  • Nicola Martini

    08 Novembre @ 16.57

    Un flusso di 200.000 passeggeri annuii è insufficiente per avere una gestione in attivo, la quale si può raggiungere con 500.000 / 750.000 utenti all'anno. Un aeroporto sul territorio è un'opportunità ed il rischio di dover chiudere l'infrastruttura lascia l'amaro in bocca tanto più se si pensa che il Verdi è stato, almeno sino a fine anni '90, costruito e via via sviluppato con investimenti degli Enti locali. La situazione di difficoltà dello scalo parmigiano denota, comunque, l'arretratezza culturale delle classi dirigenti tenuta nel nostro Paese negli ultimi quarant'anni riguardo lo sviluppo dei sistemi di trasporto. Che si parli di linee ferroviarie (Tav o tradizionali) o di sistemi aeroportuali non si ha una visione d'insieme e si agisce man di mano che le criticità si incancreniscono. Riguardo la linea Tav, ad esempio, è imbarazzante che non sia stato sviluppato un sistema capillare (come negli altri paesi) ove l'infrastruttura sia con fermate in linea usufruibile alle cittadine al di sopra dei 60.000 abitanti oppure che non sia ancora stato creato il sistema di alta capacità merci. La mancanza di un piano organico a livello nazionale ha prodotto guasti anche nel sistema aeroportuale con la nascita di micro scali quasi alla rinfusa. Le difficoltà del Verdi, al di là di alcune vicende abbastanza sfortunate (una per tutte l'abbandono in fretta e furia della vecchia Alitalia in fallimento), trovano fondamento anche in quella mancanza di visione d'insieme sopra descritta. Ad esempio, con la costruzione di Malpensa 2000 (i più ricorderanno) era previsto un ridimensionamento, se non addirittura la chiusura di Linate (scalo ormai inglobato nel tessuto urbano). Lo sviluppo del Verdi, anche nell'ottica di intercettare parte del traffico e dell'utenza lasciati liberi da Linate, non ha avuto un ritorno adeguato anche per la volontà lombarda di mantenere il Forlanini aperto senza svolgere il ridimensionamento previsto. L'approccio istituzionale tenuto in Regione, a mio avviso miope, non ha permesso lo sviluppo di un sistema aeroportuale che ottimizzasse i flussi di passeggeri in base al posizionamento geografico. In Veneto, diversamente, scali ben più vicini geograficamente (Venezia e Treviso) sono riusciti a svilupparsi facendo sistema. Sarebbe un peccato vedere chiudere il Verdi (oltretutto uno dei pochi scali se non l'unico con società di gestione privata) in quanto le potenzialità di sviluppo esistono. Un territorio economicamente sviluppato come quello di Parma (non distante da Milano) e delle Provincie limitrofe dotato di un Ateneo che richiama studenti dal Meridione (ad es. è singolare che non vi siano voli per la Puglia) di una Fiera con rassegne nazionali ed internazionali, di un'Istituzione comunitaria dovrebbe essere maggiormente interconnesso. Una fermata Tav, per gli spostamenti a medio raggio (600-700 km) e uno scalo aeroportuale (non enorme beninteso) per quelli a lungo raggio, almeno sulla carta dovrebbero essere sostenibili. Vedremo come si svilupperà la situazione, anche se le prospettive non sembrano rosee.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

8commenti

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessual: arrestato

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

12commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

6commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

SANITA'

33 morti sospette al Noa di Massa: indagato il primario dell'ospedale

USA

Coppia insospettabile "drogava e stuprava donne": forse centinaia di casi

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

bergamo

15enne scopre dopo un anno che dall'altra parte della chat erotica c'è il papà

1commento

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design