19°

29°

Parma

L'Odcec di Parma, insieme al Coordinamento regionale dei commercialisti, si mobilita a favore dei terremotati emiliani

Ricevi gratis le news
0

L’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Parma ha aderito all’iniziativa del suo Coordinamento regionale volta a sensibilizzare l’opinione pubblica e a richiedere l’intervento dei parlamentari dei nostri territori sui contenuti del decreto legge n. 174 del 10 ottobre 2012 che colpiscono duramente gli abitanti delle zone colpite dal sisma di maggio.

Il Coordinamento interviene attraverso la diffusione di un messaggio congiunto che pone l’accento sulle sorti di tutti coloro che hanno subito il terremoto: il punto fondamentale del decreto infatti stabilisce che entro il 16 dicembre 2012 quanto sospeso durante il periodo di moratoria fiscale e contributiva dovrà essere corrisposto in un’unica soluzione.

Riportiamo di seguito il testo completo dell’intervento:

COMUNICATO CONGIUNTO
ORDINI DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DELL’EMILIA ROMAGNA

Gli Ordini professionali dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili dell’Emilia Romagna esprimono la massima preoccupazione per il trattamento riservato ai cittadini, alle imprese ed ai professionisti emiliani colpiti dal Sisma dello scorso maggio.
Con il decreto legge 10.10.2012 n. 174, dopo un susseguirsi di provvedimenti quanto meno contrastanti (prima l’ampia sospensione dal pagamento di imposte, di contributi e di ritenute, poi le tardive precisazioni interpretative e restrittive affidate ad un laconico ed inconsueto comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate dello scorso Agosto riferite alle ritenute fiscali dei lavoratori dipendenti), il Governo ha ora disposto che:

1) quanto sospeso durante il periodo di moratoria fiscale e contributiva (dal 20 maggio al 30 novembre), deve essere corrisposto in unica soluzione entro il 16 dicembre 2012;
2) non sono dovuti interessi e sanzioni qualora fossero stati adottati comportamenti difformi (e ci mancherebbe altro !!!);
3) TUTTE le ritenute fiscali non trattenute sulle retribuzioni, devono essere versate dal datore di lavoro in unica soluzione entro il 16 dicembre 2012; il datore di lavoro potrà poi recuperare quanto anticipatamente versato trattenendo, da ogni busta paga, quote non eccedenti 1/5 dello stipendio mensile (in questo modo viene però chiesto al datore di lavoro di essere esattore per lo Stato e banca per il proprio dipendente !!);
4) limitatamente ai danni subiti, le imprese che con autocertificazione attestino di aver subito danni tali da condizionare una ripresa piena dell’attività (documentabile però con perizie !!!), hanno la possibilità di richiedere un finanziamento ad una banca convenzionata con garanzie a carico dello Stato.

Il principio di fondo è molto evidente, oltre il danno anche la beffa. L’importante non è solo pagare, ma pagare il tutto SUBITO !.
Non importa se molte imprese, professionisti, enti, associazioni, lavoratori, cittadini, hanno cercato di superare gli ostacoli originati da una CALAMITA’ che mette in pericolo ciò che di più caro tutti noi abbiamo (le nostre famiglie, i nostri affetti, le nostre case, il nostro lavoro); non importa se con difficoltà i nostri concittadini hanno cercato di recuperare la “normalità” ed il “quotidiano”; non importa se la crisi economica attanaglia le iniziative economiche; non importa se il sistema bancario concede finanziamenti con il contagocce. L’importante è solo una cosa: PAGARE !
E’ inutile proporre confronti con altre situazioni analoghe che anche recentemente hanno avuto trattamenti ben più benevoli (L’Aquila, il Belice, Genova, Le cinque Terre, ecc.). Vorremmo però che non venga messa definitivamente in ginocchio un’area territoriale così pesantemente colpita.

Sarebbe sufficiente un piccolo sforzo per andare incontro ad un territorio che ha dato tanto all’Italia.
1. Da qui, alcune semplici proposte: la proroga del versamento delle imposte e dei contributi per tutti fino al 31/12/2013,
2. Il rimborso delle imposte e contributi in almeno 60 rate mensili e per un importo massimo del 50% di quanto dovuto.
3. Istituire una no tax area o in subordine una zona franca urbana per favorire le aziende, imprese e professionisti in ginocchio.
4. Considerare non soggetti ad IVA tutti gli interventi di ristrutturazione.
5. Rimborsi per la ricostruzione al 100% del danno subito e accertato, in sub ordine concessione di garanzia statale sulla differenza fra il 100% e il contributo erogato, in modo da permettere a tutte le imprese e i privati di poter ricostruire.
6. Dichiarare esentasse i contributi ricevuti stabilendo definitivamente che saranno erogati in denaro, a fondo perduto, e non sotto forma di credito d’imposta esclusivamente da compensare come previsto dall’art. 3-bis del DL 95/2012.
7. Considerare meritevoli di contributi anche coloro che hanno subito danni indiretti dovuti alla riduzione del volume d’affari.

Talvolta è solo questione di buon senso e buona volontà.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Manovra

Di Maio: "Il reddito di cittadinanza solo agli italiani". E Salvini applaude

1commento

cagliari

In attesa del medico impegnato in una consulenza: "Tutta colpa di un negro"

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Video

SOCIETA'

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse