17°

29°

Parma

I tagli per gli infermieri? Non solo lacrime, ma anche opportunità

I tagli per gli infermieri? Non solo lacrime, ma anche opportunità
Ricevi gratis le news
1

 Monica Tiezzi

Chi si aspettava, dall'incontro sulla spending review e sul decreto Balduzzi sui nuovi standard per l'assistenza ospedaliera  organizzato  nella sede della Croce Rossa dal Collegio infermieri di Parma, il solito grido d'allarme sui tempi grami cui la sanità va incontro, è rimasto (piacevolmente) sorpreso. Perchè nella bufera di tagli che sta per abbattersi anche sul sistema sanitario locale, gli infermieri rivendicano di  voler fare la loro parte, ribadiscono una professionalità   cresciuta,  e arrivano persino a sostenere  (lo dice Emilio Cammi, responsabile infermieristico  dell'Ausl) che «il ridimensionamento dei posti letto può diventare per gli infermieri un'opportunità».
Il motivo di questo approccio  sono alcuni passaggi del decreto Balduzzi che valorizzano il ruolo dell'infermiere soprattutto negli ospedali di comunità, strutture intermedie fra la tradizionale degenza ospedaliera e le cure territoriali e domiciliari, che «dovranno essere dotate di 15-20 posti letto gestiti da personale infermieristico, con un'assistenza medica garantita dai medici di medicina generale e pediatri di libera scelta», recita il decreto. Ossia   un modello cui la categoria lavora da tempo e che è già  in sperimentazione, ad esempio, in  parte  della Lungodegenza dell'ospedale Maggiore.
Per far questo, continua  Cammi,  occorre lavorare in team multiprofessionali e multidisciplinari, imposti, prima ancora che dalla spending review, «dall'invecchiamento della popolazione,  dalla prevalenza di malattie croniche,  e da una medicina ‘di attesa’ che deve trasformarsi in  medicina ‘di iniziativa’».
 Un aspetto, quello della collaborazione fra categorie professionali,  su cui insiste anche il senatore Udc Mauro Libè. «Credo ad esempio che anche gli infermieri dovrebbero avere voce sull'acquisto, da parte delle strutture sanitarie,  di alcuni strumenti medicali. Occorre rendere più ampia la platea di chi decide», dice Libè.
  A che punto siamo in  questo processo? Paola Siri, presidente del Collegio  infermieri  di Parma, dopo aver snocciolato cifre preoccupanti sulla categoria («L'Italia ha 7 infermieri ogni mille abitanti, la media Ocse è di 9,6. E  chi si è laureato   un anno fa  è  ancora disoccupato») cita un caso emblematico della  non sempre facile   collaborazione fra medici e infermieri: «Il progetto Perimed di assistenza infermieristica   nella  fase preoperatoria. E' partito in diversi ospedali della Regione, fra i quali Parma,  e la prima fase ha dato buoni risultati. Ma mentre altrove è proseguito, da noi le critiche degli ordini professionali l'hanno bloccato». 
Tiziana Ferrari, infermiere coordinatore, insiste su un cambiamento dei processi organizzativi ed assistenziali  e rilancia il  ruolo dell'infermiere «case manager»,  figura  di   riferimento fra i professionisti e con il paziente e i suoi famigliari,  che dovrebbe superare l'handicap di un'assistenza frammentata.
 Il rischio della spending review è che si accentui  il fenomeno che già ora vede molte famiglie sopperire da sole a una mancata assistenza sanitaria pubblica, dice  Giuseppe La Torre,   consigliere del Collegio infermieri di Parma. «Uno studio della Bocconi  spiega  che aumenta la forbice fra le badanti, 774 mila, e i dipendenti del Servizio sanitario nazionale, 645 mila - dice La Torre - . In realtà siamo in spending review da tempo, e  la riforma  Tremonti, con un taglio di oltre sette milioni alla sanità fra il 2012 e il 2014, mi preoccupa più della recente revisione di spesa che inciderà per un milione e 600 mila euro nel prossimo biennio. Tagli lineari che colpiscono  allo stesso modo realtà virtuose e non. A Parma gli infermieri hanno cercato di dare il massimo. Dove sono le gratifiche? Le retribuzioni degli infermieri al Sud sono più alte che da noi. Ancora: perchè il Molise ha  due  neurochirurgie per 250 mila abitanti quando le direttive internazionali dicono che ne serve una ogni milione e mezzo di abitanti? E che dire delle 20 cardiochirurgie in  Lombardia?».
La fiducia posta dal governo sul decreto Balduzzi, spiega Franca Biondelli (Pd), membro della Commissione sanità del Senato ed ex infermiera, ha impedito di fare modifiche: «Viene ad esempio stabilito che la riduzione dei posti letto, 3,7 ogni mille abitanti, dovrà avvenire entro il 31 dicembre 2012, ossia quando dovranno entrare in vigore anche i nuovi Lea, i livelli essenziali di assistenza, fermi da tempo e da aggiornare. Come è possibile?». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giuseppe

    18 Novembre @ 12.13

    Per dovere di informazione, la signora Biondelli NON è un'infermiera bensì un'ausiliaria; e, per la cronaca, non mette piede in corsia dall’aprile 2002, quando ha smesso di lavorare nel reparto chirurgia dell’ospedale di Borgomanero e si è messa a fare prima la sindacalista e poi la senatrice. Quindi cosa ne vuol sapere di cosa accade nelle realtà ospedaliere? Ah no, scusate, è una politica: chi sa fa, chi non sa... governa!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

1commento

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso è (ora) politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

4commenti

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

PGN

La festa di Casaltone, Benassi e i Megaborg al Mu, e il nuovo «Operaswing»

ITALIA/MONDO

MILANO

Pedofilia: 6 anni e 4 mesi a don Galli

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

SPORT

EUROPA LEAGUE

Luis Alberto-Immobile: la Lazio piega l'Apollon

Serie C

Sospese fino a data da destinarsi le gare dell'Entella

SOCIETA'

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

PARMA

Ponte Romano, sopralluogo in vista dell'inaugurazione Foto

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse