17°

29°

Parma

Bambini: promozione del diritto al gioco con “Re-play - Renforcer le droit de jouer”

Ricevi gratis le news
0

 Giornata di festa per i bambini e le loro famiglie all’Istituto penitenziario di Parma grazie al  Progetto “Re-play - Renforcer le droit de jouer”, finanziato nell’ambito del programma comunitario “Fundamental right and citizenship – 2009/2010 action grants”che persegue l’obiettivo di rafforzare i diritti dei bambini e in particolare la promozione del diritto al gioco, alle attività ricreative e allo sport, come previsto dall’articolo 31 della Convenzione delle Nazioni. Tanti i bambini coinvolgi nelle attività promosse a loro favore nella giornata di tutela dei diritti dei bambini. All’iniziativa erano presenti il sindaco Federico Pizzarotti, l’assessore allo sport Giovanni Marani la responsabile del progetto Re-play per il Comune Moira Balbi il reggente degli Istiutti Penitenziari dottoressa Anna Albano, il direttore aggiunto Lucia Monastero, il comandante del reparto di polizia penitenziaria commissario Andrea Tosoni.
Martedì 20 novembre è stata una giornata particolare in quanto il progetto europeo Re-play, di cui il Comune di Parma è soggetto capofila, è approdato nel carcere di via Burla. L’Iniziativa si è svolta unitamente alla presenza della Nazionale di calcio italiana a Parma, dopo l’amichevole Italia – Francia disputata al Tardini, nell’ambito di un’ampia azione di sensibilizzazione e di promozione al gioco portata avanti a favore dei bambini legati anche al progetto Vivo Azzurro che segue la Nazionale di calcio italiana. Il progetto “Re-play” è rivolto ai bambini ed adolescenti e si pone come obiettivi specifici quelli di migliorare la conoscenza riguardo il significato di "gioco" e diritto al gioco, aumentare le possibilità di gioco. “Un gioco per gioco” ecco il concetto centrale, il nucleo del progetto re-play diritto al gioco. L’articolo 31 della convenzione delle nazioni unite sui diritti del bambino sostiene il riconoscimento al bambino del diritto al riposo e al tempo libero, di dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della loro età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica con pari mezzi ed opportunità.
“Dunque un gioco per gioco avvicina il bambino al suo cuore – ha spiegato Moira Balbi. Ci si può inventare, ci si può conoscere e rilassare. Si può giocare soli o con gli amici, in casa o fuori, con strumenti appropriati o con la sola fantasia. Ed è giusto che ci si possa anche concedere alla noia, ma i ragazzi hanno bisogno di giocare perché si avvicinano sempre più a se stessi, al loro cuore, alla vita che gli appartiene. Giocare Giocando, senza gara, senza ansia, senza aspettative, è un diritto riconosciuto e a noi resta solo di dar loro la possibilità di farlo. Essere liberi di giocare e dunque di crescere”. L’intervento in Istituto Penitenziario è stato scelto appositamente il 20 novembre non caso dla momento che è proprio in questa giornata che si celebra la Giornata internazionale dei Diritti dei Bambini, che ricorda la stesura della Convenzione Internazionale sui diritti dell'Infanzia, il più organico quadro di riferimento per tutte le iniziative a difesa dei diritti dei bambini, approvato nel 1989 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite e riconosciuto in 190 paesi nel mondo. L'adozione della convenzione internazionale è stata una pietra miliare per i diritti dei bambini. “I bambini – ha spiegato l’assessore allo sport Giovanni Marani – sono i più deboli, i più indifesi, per questo hanno bisogno delle nostre cure, delle nostre attenzione più di qualsiasi altro. E quello di oggi è un piccolo contributo che diamo in questo senso, nella logica promossa dal progetto Re-play”. Il progetto si concentra su una visione dei bambini non come oggetti passivi che devono essere assistiti, ma piuttosto come persone che partecipano attivamente alle decisioni da prendere. Tuttavia, come con qualsiasi altro accordo internazionale, è solo con gli interventi sul campo che è possibile verificare se la convenzione sia davvero rispettata e vedere se i bambini sono protetti, rispettati e a loro agio in un ambiente senza alcun tipo di violenza fisica o psicologica ma anche nelle condizioni ottimali per poter giocare, riposarsi e crescere in armonia.
E proprio in carcere i diritti dei più piccoli, che si vedono trascinati in situazioni tragiche, strappati ad un quotidiano sereno di cui avrebbero bisogno, devono essere sottolineati dagli adulti e reclamati per loro che non hanno voce. Per maggiori informazioni: www.re-play.eu

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Da Dua Lipa al figlio Matteo: un album ricco di duetti per Andrea Bocelli

MUSICA

Da Dua Lipa al figlio Matteo: un album ricco di duetti per Andrea Bocelli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

4commenti

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

LIRICA

Macbeth inaugura il Festival Verdi 2018 al Teatro Regio

La "prima" è in programma giovedì 27 settembre

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTE

Ciclista investito in via Langhirano

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

Felino

Incendio di Poggio Sant'Ilario: Mohon condannato a dieci anni

MOBILITA'

In bici sulla pista ciclabile numero 4, tra buche e lampioni

9commenti

SIVIZZANO

Addio all'imprenditore Romano Schiappa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

PGN

La festa di Casaltone, Benassi e i Megaborg al Mu, e il nuovo «Operaswing»

ITALIA/MONDO

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

CULTURA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPORT

Calciomercato

Inter, vicino il rinnovo di Icardi

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

SOCIETA'

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

McDonald’s

Il Big Mac compie 50 anni: nacque dall'idea di un italoamericano

MOTORI

motori

Il tempo libero secondo Mercedes

IL TEST

Fiat 500X si rifà il trucco. Ecco come va