17°

29°

Parma

I commercianti "bocciano" la differenziata in centro Il Comune li rassicura e studia possibili novità

I commercianti "bocciano" la differenziata in centro Il Comune li rassicura e studia possibili novità
Ricevi gratis le news
68

Pierluigi Dallapina
Il porta a porta nella zona monumentale del centro storico è iniziato da pochissimi giorni, per la precisione da lunedì, ma fra i negozianti e i gestori dei pubblici esercizi c'è già chi lamenta una serie di difetti nel sistema studiato dal Comune e da Iren per la raccolta differenziata.

A inquadrare il problema ci pensa Stefano Ferrari, della paninoteca Pepèn, in borgo sant'Ambrogio. «Per le attività commerciali a livello alimentare - spiega - le criticità maggiori riguardano la raccolta del vetro e del rifiuto indifferenziato. I bidoni verdi per il vetro, considerando la quantità di rifiuto da gettare, sono troppo lontani, ma a parte questo non è possibile che nel cassonetto possa essere buttata una bottiglia alla volta. (...) ».

Per quanto riguarda il rifiuto indifferenziato, raccolto nei sacchi bianchi il lunedì, il mercoledì e il venerdì, viene chiesto di aumentare la frequenza della raccolta, «altrimenti si rischiano problemi igienici, come il proliferare dei topi, oppure ci tocca tenere l’immondizia in casa»................... (L'articolo completo con cifre e altri commenti è sulla Gazzetta di Parma in edicola)

IL COMUNE: "LE DIFFICOLTA' SARANNO SUPERATE. ALLO STUDIO ALCUNE NOVITA' ". Il Comune non nega che la partenza del sistema "porta a porta" in centro storico stia incontrando difficoltà ma sottolinea che con il tempo saranno risolte. Sono allo studio anche alcune novità, come bidoni carrellati per la raccolta del vetro, l'aumento della frequenza della raccolta del secco residuo, il ritiro domenicale e la raccolta di carta e cartone per i negozi di abbigliamento.

Ecco il comunicato del Comune:

I sistemi di raccolta dei rifiuti con modalità “porta a porta” sono accompagnati da alcune difficoltà che si presentano principalmente nelle prime settimane di attivazione del servizio e soprattutto nell’imminenza della rimozione dei cassonetti, ma che vanno via via attenuandosi nel tempo dopo una naturale fase di start up del servizio.
 
E’ del tutto naturale che, nonostante la potente azione di informazione e comunicazione messa in atto dall’Amministrazione Comunale, si presentino singole situazioni di disagio ovvero di richiesta di spiegazioni o ancora di personalizzazione del servizio, che viene poi adeguato alle esigenze dell’utenza solo nei casi strettamente necessari.
 
Proprio per rispondere a queste richieste, il Comune di Parma, a seguito degli incontri plenari e tematici di presentazione del progetto, ha allestito un punto informativo in Via Melloni, 1 (attivo dal 18/10/2012) che ha raccolto in questi giorni le richieste delle utenze domestiche e non domestiche (come bar, ristoranti, parrucchieri, uffici ecc.). Le richieste di più semplice gestione sono state già risolte, mentre quelle più complesse sono state processate e affrontate mediante una procedura specifica che vede, in ultima analisi, il rilascio di singole autorizzazioni per modificare sia le volumetrie assegnate che gli orari e i giorni di esposizione.
 
I sistemi di raccolta porta a porta integrale con rimozione dei cassonetti dalle strade nei centri storici sono già realtà collaudate e consolidate in molte altre città con centri paragonabili a quello di Parma. E’ appena il caso di ricordare che in tali città questo sistema funziona perfettamente e ormai da tempo, come Salerno, Trento, Asti, ecc. Lo stesso vale per città anche di dimensione ben maggiore di Parma, come la stessa Milano dove è stata recentemente introdotta la raccolta dell’organico.
 
Relativamente ai messaggi di avviso che vengono lasciati in caso di errato conferimento (tipologia di materiali introdotti erroneamente, data sbagliata di esposizione, ecc.) ci preme sottolineare che nella prima fase i contenitori e i sacchi verranno comunque ritirati fino all’entrata a regime del servizio e comunque fino al 6 gennaio 2013 per permettere ai cittadini di adeguarsi al nuovo sistema.
 
Tra le proposte e ipotesi di soluzioni tecniche alle segnalazioni ricevute, che sono attualmente allo studio, ci sono:
* Bidoni carrellati per raccolta vetro: le utenze non domestiche che ne fanno richiesta verranno dotate di apposito bidone carrellato da  lit. 120 con coperchio libero, con la condizione che il contenitore deve essere tenuto all’interno dell’attività ed esposto quando necessario al mattino dopo le ore 9,00 (il servizio è garantito tutti i giorni feriali). 
* Aumento della frequenza del secco residuo per evitare problemi igienico sanitari (ratti, ecc.): stiamo verificando il contenuto del sacco bianco, poiché in molti casi i sacchi diventano attrattivi per certe tipologie di animali e insetti, solo perché è stata effettuata una cattiva differenziazione dei rifiuti, in modo particolare dell’organico;
* Ritiro domenicale: si ricorda che il servizio termina alle ore 3,00 della domenica mattina, pertanto il problema segnalato non sussiste;
* Negozi abbigliamento: il problema segnalato riguarda prevalentemente carta e cartone, che presenta una frequenza di raccolta già molto elevata ovvero trisettimanale.
 
Infine si ricorda, che:
per le attività che chiudono al giovedì pomeriggio, queste possono esporre i sacchi gialli del PB (plastica e barattolame) all’orario di chiusura solo a seguito del ritiro di specifica autorizzazione presso il punto informativo di via Melloni da lunedì 26 novembre;
le utenze non domestiche con orari di chiusura precedenti agli orari di raccolta dei rifiuti possono fare richiesta al punto informativo di via Melloni, da lunedì 26 novembre, di autorizzazione ad esporre anticipatamente;
l’esposizione del contenitore di carta e cartone è a carico dell’utenza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    23 Novembre @ 19.06

    BENE "CM" , BRAVISSIMO ! FATELO ! MANDATE IN GIRO GLI SPAZZINI A RACCOGLIERE IL "RUDO" COL "TABLET" ! POI VEDIAMO COSA VE NE FATE DELLA SPAZZATURA NEI SACCHI "DIFFORMI" , NON PROVVISTI DI "TRASPONDER" COME GLI AEREI DI LINEA . Li lasciate lì per il "party delle pantegane" ? Poi mi dice quanto costerà dotare ogni sacchetto di un "codice a barre" , ed ogni spazzino di una "penna" per la sua lettura ? Poi mi dice cosa farà quando troverà a San Lazzaro un sacchetto dal "contenuto difforme" che risulterà consegnato ad un utente della Crocetta , i cui sacchetti riporteranno un "codice a barre" consegnato a Vicofertile ? Come ho già detto qui sul "forum" , io trascorro buona parte dell' anno in Alto Adige. Lì non abbiamo la raccolta "porta a porta" , ma la spazzatura va portata alle "isole ecologiche", in ciascuna delle quali ci sono quattro "silos" interrati. Uno per il residuo , uno per l' umido , uno per vetro e plastica e uno per la carta. I coperchi per carta , vetro e plastica si aprono liberamente , mentre quelli per umido e residuo si aprono solo con una "chiavetta" elettronica di cui è stata consegnata una copia a ciascun proprietario d' immobile. Ma ci sono problemi anche lì , perchè la "chiavetta" funziona solo nelle isole ecologiche del Comune che l' ha rilasciata ( e al quale viene pagato il servizio) poi il sistema non è utilizzabile da vecchi e disabili perchè le "isole" spesso sono distanti e bisogna raggiungerle in automobile , magari con le catene in mezzo alla neve. Per fortuna , è un territorio dove ci sono ancora famiglie patriarcali , e i vecchi soli sono pochissimi. Poi c' è il problema dei villeggianti. Chi affitta loro un alloggio deve ricordarsi di dare la "chiavetta" e di farsela restituire alla partenza , perchè è possibile ottenere dal Comune una seconda copia, ma la si paga caruccia. Poi ci sono i gitanti di un solo giorno , e , lì , siamo affidati alla misericordia del Signore.................

    Rispondi

  • sabcarrera

    23 Novembre @ 18.41

    La raccolta differenziata non funzionerà mai. Il cittadino è troppo pigro per differenziare e molti rifiuti sono impossibili da riciclare quindi la maggior parte andrà in discarica.

    Rispondi

  • CM

    23 Novembre @ 16.24

    Non è necessario aprire i sacchetti della spazzatura per vedere se è stata fatta una corretta separazione dei rifuti, e non occorre chiamare i RIS per capire chi non si impegna! Basta fare come si fa già in molte altre città, dove per la raccolta si possono usare solo sacchi trasparenti e quelli difformi non vengono raccolti. Ugualmente non vengono raccolti i sacchi trasparenti contenenti materiale non conforme (un esempio tra i tanti: http://tinyurl.com/bpdy65x). Esistono poi i cosiddetti “sacchetti intelligenti” con transponder (http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=109760 ) o con etichette adesive con codice a barre che, anche al momento dei controlli periodici a campione, consentono di risalire facilmente all’utenza corrispondente.

    Rispondi

  • Ivano Canalati

    23 Novembre @ 15.15

    Mi è venuta un' idea della madonna. PORTIAMO I RIFIUTI IN CINA E CI TENIAMO L'INCENERITORE VUOTO. COSÌ FACCIAMO TUTTI CONTENTI.

    Rispondi

  • ESPOSITO VITTORIO

    23 Novembre @ 13.03

    SOLO L'INCENERITORE VI MERITATE PERCHE SAPETE SOLO CRITICARE E BASTA QUALSIASI COSA SI FACCIA A PARMA NON VI VA BENE NIENTE LA DIFFERENZIATA IL BLOCCO DEL TRAFFICO DELLA DOMENICA E IL GIOVEDI IL 70% DEGLI UTENTI NON RISPETTA SIA GLI ORARI E I GIORNI DI RACCOLTA LA GESTIONE CORRETTA DEI RIFIUTI E L'UINICA SOLUZIONE ....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

57 annunci di lavoro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

AUDITORIUM PAGANINI

"Il meglio di noi": 12 TvParma presenta le novità, dal palinsesto ai nuovi studi

2commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

5commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

storia

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

Tizzano

La Regione risponde su Capriglio: "Nessun ritardo, lavori per 1,2 milioni"

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

3commenti

SERIE A

Parma, che tour de force

FIERA

Il Salone del Camper di Parma si è chiuso con 130mila visitatori

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

2commenti

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

ITALIA/MONDO

WASHINGTON

Usa: sparatoria in Wisconsin, bilancio è di quattro feriti

AVELLINO

15enne a scuola con la marijuana: arrestato in classe

1commento

SPORT

Serie A

Samp e Fiorentina, un pareggio (1-1) nel recupero

ZEBRE RUGBY

Mike Bradley: "La fiducia sta crescendo nella squadra, con Cardiff Blues è stata fantastica" Video

SOCIETA'

nuoto

Federica Pellegrini: "Credo ancora all'amore ma con meno paranoie"

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design