13°

20°

Parma

Quelle magiche fiabe d'una volta che facevano sognare i bambini

Quelle magiche fiabe d'una volta che facevano sognare i bambini
Ricevi gratis le news
0

Lorenzo Sartorio
Chiamiamole fole di stalla, fiabe da camino.  Chiamiamole come ci pare. Ma le storie che raccontavano le nostre nonne a nidiate di bambini,  solitamente dopo cena, erano momenti magici, irripetibili che, oltre rafforzare l'unione e la coesione della famiglia, trasmettevano valori e sentimenti.
E facevano sognare.  Ciò che ora, specie i nostri bambini, non fanno più. «Leggende parmigiane», deliziosa e dolcissima raccolta di antiche fiabe della nostra terra (dalla Bassa alla collina alla montagna), raccolte da Enrico Dall’olio, faranno compagnia alla gente per il prossimo Natale.  Si tratta della riedizione dell’omonimo volume,  edito con la partecipazione della Fondazione Cariparma nel 1995  dalla Step, che ha curato anche questa nuova edizione in tre eleganti tomi in vendita con la Gazzetta di Parma nelle edicole al prezzo di euro 8,80 più il prezzo del quotidiano. Il primo volume sarà in edicola sabato. Seguiranno gli altri due, rispettivamente, il 1° e l’8 dicembre. 
 Enrico Dall’Olio può essere considerato il padre dell’etnografia parmigiana e parmense. Infatti,  il sacerdote-scrittore, ha dato alle stampe numerosissimi  libri nei  quali sono custodite e  commentate le nostre più antiche tradizioni popolari che don Enrico raccolse anni fa in tre tomi «Tradizioni Parmigiane» edito dalla Step,  che per gli studiosi di etnografia, rappresentano la summa delle nostre memorie popolari. Ed ora questa raccolta  elegantemente illustrata  da Dimitri Corradini i cui disegni a colori rendono ancora più magiche le antiche fiabe. «Le leggende - osserva l’autore nella presentazione dell’opera -  sono creature della fantasia popolare o, se volete, delicati ricami  della storia di ogni paese affidate, molte di esse, alla memoria dei più anziani». «Sono curiose passeggiate - prosegue Dall’Olio - in un mondo popolato di diavoli e angeli, di guerrieri, re e regine, di fate e di folletti, di streghe e di incantesimi che riconducono spesso a credenze remote, ad eventi storici, a fenomeni naturali, a fatti straordinari  arricchiti ulteriormente dalla fantasia popolare».
 Un tempo, quando il freddo faceva battere i denti e si doveva aguzzare l’ingegno per scaldarsi, quando ci si vedeva costretti a risparmiare anche qualche pezzo di legna, dopo cena, per la tradizionale veglia serale, i nostri nonni si spostavano nella stalla (in campagna), nell’essiccatoio (in montagna), nelle cucinone in città. E, lì, alla baluginante luce di una lanterna a «òli frùsst», i nostri nonni potevano trascorrere un’oretta al tepore naturale fornito dall’alitare delle bestie, dalle braci che essiccavano le castagne oppure da quella stufona di ghisa, dalle fattezze di una robusta «rezdora», attorno alla quale si straparlava di tutto e di niente. In quel mondo davvero piccolo, a volte piccolissimo (pochi metri tra la paglia e i muggiti delle mucche) si attendeva l’ora di andare a letto ingannando il tempo con divertimenti umili come l’anima della gente. I vecchi, in un angolo della stalla, accanto ad una finestrucola per dare un’occhiata alle bizzarrie del tempo, sotto l’immagine di «Sant’Antònni dal gozén» (velato da un paio di gigantesche ragnatele), riparavano sedie rotte, confezionavano scope di saggina, impagliavano i fiaschi, oppure riassettavano la «còrga» (la gabbia che in primavera avrebbe custodito chioccia e pulcini). Le donne, invece, con sulle spalle uno scialle «spära brén’na» («ripara- brina»), riparavano calzini e pantaloni aggiungendo toppe alle toppe oppure pulivano la verdura per il minestrone del giorno dopo. C’erano però serate speciali durante le quali la «lumma» doveva essere alimentata più di una volta poiché la veglia si protraeva più del solito. Erano i «folai», i girovaghi, i pastori e gli spazzacamini i personaggi in grado di ravvivare le veglie invernali. Se i pastori e gli spazzacamini raccontavano storie delle loro terre d’origine (Lunigiana, Garfagnana e Piemonte), il «folaio» era un vero e proprio attore in grado di attirare su di sé l’attenzione dei presenti, specie dei bambini e delle donne, che non perdevano una sola parola del racconto che il narratore interrompeva solo per sorseggiare qualche bicchiere di quello buono che veniva stappato in suo onore.
 «Leggende Parmigiane» evoca proprio questi momenti magici del passato in un mondo, il nostro, dove, di «fole»,  se ne raccontano troppe. Ma non sono certo divertenti e dolci come quelle che narravano i «folai» e le nostre nonne.  

Le ultime pubblicazioni in edicola con la Gazzetta 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le Follie, via Paradigna: la serata Hot Friday - Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

Le Follie, via Paradigna: la serata Hot Friday Ecco chi c'era: foto

Vigili del fuoco australiani, un altro anno sexy. Per beneficenza Foto

calendario

Vigili del fuoco australiani, un altro anno sexy. Per beneficenza Foto

Al via Diletta Gol, primo show originale di Dazn

Diletta Leotta

TELEVISIONE

Al via Diletta Gol, primo show originale di Dazn

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Trattoria Mussi, semplicemente la buona cucina di montagna

CHICHIBIO

Trattoria Mussi, semplicemente la buona cucina di montagna

Lealtrenotizie

Smog: blocco del traffico dopo 3 giorni di "sforamento". Incentivi per le rottamazioni

Regione Emilia-Romagna

Smog: blocco del traffico dopo 3 giorni di "sforamento". Incentivi per le rottamazioni

Ecco le novità nella "manovra antismog" della Regione. Il blocco definitivo dei diesel Euro 4 è previsto dal 1° ottobre 2020

3commenti

polizia

Quattro rapine e altrettanti scippi ad anziane, arrestati in tre Video

CARABINIERI

Vola con l'auto nel Baganza: denunciato 24enne, guida sotto l'effetto di droga

A Borgotaro un giovane è stato fermato mentre guidava ubriaco

IL CASO

Iren ridà la luce alla Corale Verdi: c'era stato un errore

7commenti

parma e provincia

Incidenti stradali, aumentano i decessi: +122%. Tra le vittime, triplicati i pedoni

3commenti

ALLARME DROGA

Aumentati del 20% i parmigiani che chiedono di essere curati

Lutto

San Leonardo piange Nazaria Vecchi, medico di base del quartiere

3commenti

classifica

Le città italiane più smart: Milano sempre in testa, Parma è ottava

COLDIRETTI

L'invasione delle cimici asiatiche: danni fino al 40% per la frutta in Emilia-Romagna

La Coldiretti regionale: "Il caldo anomalo favorisce moltiplicazione di insetti"

Gazzareporter

In canotto nel laghetto del Parco Ducale

EUROPA

L'Efsa: il rinvio della riforma (con aumento del budget) danneggia l'Italia

Audizione in Senato del senior policy adviser dell’Efsa, Alberto Spagnolli

turismo

Capitale della Cultura 2020: in arrivo 3 milioni dalla Regione

1commento

il caso

"Dati falsificati o inventati": Harvard chiede il ritiro di 31 studi del parmigiano Anversa

1commento

POLITICA

Femminicidio, il Senato istituisce una commissione d'inchiesta. Campari: “Serve prevenzione”

CALESTANO

Addio alla madre della Mariella di Fragno

TRIBUNALE

Picchia il figlio sotto casa, ma un passante lo denuncia: condannato a 3 mesi

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Aspettavamo meno tasse, è arrivato un condono

di Aldo Tagliaferro

WORLD CAT

Ecco la Top10 dei gatti più votati. Mandate le vostre foto

ITALIA/MONDO

ROMA

Vendola colpito da un infarto: non è in pericolo di vita

ROMA

La famiglia non paga la mensa, bimba nell'elenco dei morosi

2commenti

SPORT

CALCIO PARMA

Un Inglese da Nazionale

sport

Conosciamo Alessandro Magnani, un parmigiano ai Mondiali juniores di judo Video

1commento

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

MILANO

Sfida fra 18 chef nel World Pasta Day di Barilla

MOTORI

RESTYLING

Nissan rinnova qashqai. ecco il 1.3 benzina

NOVITA'

Nuova Kia Ceed: 5 porte e wagon lanciano la sfida