18°

28°

Parma

Da febbraio i primi rifiuti nell'inceneritore

Da febbraio i primi rifiuti nell'inceneritore
Ricevi gratis le news
64

«Inizieremo con le prove a caldo fra circa un mese, a metà febbraio cominceremo a collaudare la prima caldaia con i rifiuti, e da metà/fine aprile potremo avere le due caldaie operative al 100%». A tracciare la tempistica dell'effettiva entrata in funzione del termovalorizzatore in via di ultimazione a Ugozzolo è stato Roberto Paterlini, direttore generale di Iren Ambiente, intervistato per la trasmissione «Ambiente Italia», andata in onda ieri su Rai 3 e dedicata al tema dello smaltimento dei rifiuti. Una tabella di marcia ormai ben definita quella delineata dal manager della multiutility, che precisa ulteriormente quanto dichiarato pochi giorni fa dal direttore generale di Iren Andrea Viero, che nella conference call con gli analisti sui conti del terzo trimestre aveva annunciato che l'impianto sarebbe entrato in funzione a inizio 2013. Walter Ganapini, già consulente speciale per i rifiuti del Comune sotto l'amministrazione di Stefano Lavagetto, ha però ricordato in trasmissione che «prima di partire, l'impianto deve essere collaudato e a Modena il collaudo è durato un anno e mezzo». Nel corso della trasmissione si sono succeduti anche gli interventi del sindaco di Parma Federico Pizzarotti, dell'assessore all'Ambiente Gabriele Folli e di Aldo Caffagnini dell'associazione Gestione corretta rifiuti. «È da chiarire - ha detto il sindaco - se l'inceneritore sia un'opera pubblica o privata, perché se è pubblica allora deve seguire quello che dicono i Comuni e non una logica aziendale. Non si può lucrare sull'ambiente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enrico

    28 Novembre @ 16.29

    Vercingetorige: Parole come non direttamente correlabili, aderenze, assiociazione, statisitcamente significativa, in una contesto come Parma hanno un valore. Le provo a dettagliare il perchè: l'inceneritore non è un termovalorizzatore perche autorizzato in D10 e non in R1, cioè IREN non ha il bilancio di massa frà l'emesso in atmosfera e il recupero delle emissione dalle caldaie spente (cioè non ha nessun contratto con chi dovrebbe spegnere le caldaie), l'impianto è in una zona a ridosso di una zona desamente popolata (190.000 persone vedi le parole sopra), l'impianto è inutile come detto da Del Rio per la realtà E. Romagna, impianto è in una zona dove la dispersione degli inquinatnti è nulla catino della pianura padana (a differenza della tanto decantata Olanda, hanno i mulini a vento per un motivo). Sommando tutto questo le parole del Moniter dal mio personale punto di vista, hanno un significato molto rilevante (per me uno o mille non cambia e con 190.000 persone a ridosso non lo so). Ma le mie considerazioni sono personali ed esulano dal GCR (dove io non ho nessun ruolo e non li seguo direttamente). Però mi spingo a dire anche pubblicamente che si è persa un'occasione (vedi amministrazione Ubaldi e Provincia) di pensare ad un futuro diverso con un impianto di ricicalggio. Cordialmente Enrico

    Rispondi

  • Francesco

    27 Novembre @ 19.33

    ENRICO , LO DICE LEI STESSO : "PER QUANTO RIGUARDA I TUMORI IN SOSTANZA SI AFFERMA CHE ESISTONO DELLE ANOMALIE MA NON SONO DIRETTAMENTE CORRELABILI AGLI INCENERITORI " . E DICE POCO ? A Parma ci sono esaltati che vanno in giro terrorizzando la gente con lo spettro del "cancroinceneritore" ! Pullulano anche qui, su questo "forum" . Ci hanno vinto le Elezioni Comunali ! Le "nascite pretermine " sono state osservate in alcuni "siti" e non in altri , quindi deve entrare in gioco qualcos' altro, oltre all' inceneritore. L' associazione con gli aborti, invece, è "debole" , in altre parole non significativa. Comunque , guardi , il Vangelo è quello Canonico , per chi ci crede. Non è Vangelo né quel che dico io né quel che dice lei , però, in tema di onestà intellettuale, bisogna ascoltare e valutare tutte le fonti attendibili . Ciò fatto dobbiamo semplicemente concludere che, finora , non sono stati dimostrati apprezzabili aumenti di morbilità e mortalità sicuramente riportabili agli inceneritori. Fermo restando che parliamo specificamente di "inceneritori" , non di "inquinamento atmosferico" in senso lato, nel qual caso il discorso cambia.... Quest' onestà intellettuale , secondo lei , i "grillini" e il GCR di Parma la stanno mostrando e l' anno mostrata fino ad oggi ? Secondo me , no. La saluto cordialmente anch' io.

    Rispondi

  • Enrico

    27 Novembre @ 17.26

    Vercingetorige Scusi il ritardo. Leggendo il quaderno Moniter 06>12 “Gli effetti degli inceneritori sulla salute” Studi epidemiologici sulla popolazione in Emilia Romagna, disponibile a tutti sul sito dell’A.R.P.A. Emilia Romagna. Si può leggere:a pag 50 in merito agli esiti sulla gravidanza, estratto:” Lo studio ha invece rilevato una associazione coerente e statisticamente significativa tra livelli di esposizione ad emissioni da inceneritore e nascite pretermine”. A pag 70 in merito agli aborti si può leggere, estratto: “Lo studio ha rilevato una debole associazione tra la frequenza relativa di abortività spontanea e l’esposizione agli inquinanti emessi da sette inceneritori presenti in Emilia-Romagna. Il risultato integra l’osservazione di un’associazione delle stesse emissioni con la frequenza di nascite pretermine. Per quanto riguarda i tumori si può leggere a pag. 195 essendo troppo lungo in sostanza si afferma che esistono delle anomalie ma non sono direttamente correlabili agli inceneritori. A me basta questo poi se li vuole interpretare in modo diverso faccia pure non ne discuto. Si ricordi uno o mille non cambia. Chiudo salutandola.

    Rispondi

  • Francesco

    27 Novembre @ 11.38

    JUMBLER , l' autrice del lavoro che lei cita , la dottoressa Gentilini , è un' esponente dell' Associazione Medici per l' Ambiente , che parte a priori, lancia in resta , contro i due inceneritori della Provincia di Forlì . La dottoressa Gentilini è chiaramente prevenuta contro gli inceneritori , e , a mio avviso, non prende in considerazione tutte le altre numerosissime fonti di diossine. Le cita solo di sfuggita, perchè, evidentemente , il suo obiettivo è un altro. Peraltro, la stessa dottoressa Gentilini , dice che , la patogenesi di quel "rabdomiosarcoma embrionario infantile " , è solo una sua ipotesi da verificare, e non afferma una precisa relazione di causa - effetto con un inceneritore. Le riporto le conclusioni della dottoressa Gentilini . La prego di leggerle con attenzione , prima di prendere ipotesi teoriche per fatti accertati : Il problema dei tumori nell’infanzia ed in particolare modo l’incremento che si registra per questa patologia infantile nel nostro Paese, in cui addirittura nei primi 12 mesi di vita è pari al 3,2% all’anno , deve spingere la comunità scientifica e l’intera società ad interrogarsi sui motivi di questo triste primato e a porre in essere ogni sforzo per indagarne le cause e rimuoverle. Il rabdomiosarcoma embrionario (specie a localizzazione genito-urinaria) POTREBBE essere un indicatore di esposizione a specifici inquinanti (quali le diossine) ed essere quindi il corrispettivo nell'infanzia di quanto sono i sarcomi nell'adulto. Esso POTREBBE dunque rappresentare un “evento sentinella” nell’infanzia, al pari di quello rappresentato dai sarcomi nell'adulto, ormai concordemente ritenuti evento "sentinella" dell'esposizione a inquinanti quali le diossine, specie se emesse dai "vecchi" impianti di incenerimento (come da tantissime altre fonti N.d.R.). LO SVOLGIMENTO DI INDAGINI CON STUDI CASO CONTROLLO CIRCA QUESTO PARTICOLARE ISTOTIPO POTREBBE DARE UN CONTRIBUTO ALLA CONOSCENZA DEL PROBLEMA. COME LEI VEDE LA DOTTORESSA GENTILINI FA UN' INTERESSANTE IPOTESI DI STUDIO , MA E' BEN LONTANA DAL FARE AFFERMAZIONI APODITTICHE . La ringrazio , comunque , per avermi segnalato questo lavoro , perchè guardo sempre con attenzione alle fonti di conoscenza scientifica.

    Rispondi

  • Francesco

    27 Novembre @ 10.57

    SIGNOR ENRICO, LEI NON E' IN GRADO DI CITARE NESSUN "CASO SPECIFICO" PERCHE' NON CE NE SONO. La mia "onestà intellettuale " mi fa PRENDERE IN CONSIDERAZIONE TUTTO , MENTRE , CHI L' ONESTA' INTELLETTUALE NON CE L' HA , PRENDE IN CONSIDERAZIONE SOLO CIO' CHE GLI FA COMODO. "Moniter" l' ha letto tutto o solo le due righe che le piacevano ? LEI COMMETTE UN ENORME ERRORE QUANDO DICE CHE "I DATI NON SI INTERPRETANO" ! Si interpretano , SI DEVONO INTERPRETARE, eccome ! Provi a scrivere un articolo scientifico , poi lo mandi ad una Rivista seria , magari internazionale. Il Comitato Scientifico farà un' analisi critica del suo lavoro e dei suoi dati , e, se non convincono, le manderà il lavoro al mittente a stretto giro di posta. Quando si esamina un lavoro non bisogna saltare ciecamente sui risultati. Bisogna prima studiare con cura la metodica con cui è stato condotto e soppesare il modo in cui i dati sono stati interpretati . Se vuol disturbarsi a farlo , vedrà che "Moniter" è uno studio "osservazionale retrospettivo" , che, per la maggioranza degli inceneritori dell' Emilia -Romagna , non ha rivelato alcuna anomalia, tant' è che la Regione ha ritenuto che non ci fossero motivi d' allarme che giustificassero la disattivazione degli inceneritori stessi. Naturalmente spero che lei non sia fra quelli per i quali chiunque la pensi diversamente è un corrotto , perchè , allora, è inutile star qui a discutere... Ci sono stati , in tutta la Regione , un paio di discostamenti dalla media statistica , del tutto circoscritti E PRIVI DI RISCONTRI IN PROSSIMITA' DEGLI ANTRI IMPIANTI , il che fa ritenere opinabile un diretto rapporto di causa - effetto con l' inceneritore. Peraltro lei , così attento lettore di "Moniter" , ha visto a quale arco temporale si riferisce , ed ha considerato la grossa differenza tecnologica tra quegli impianti e quello di Ugozzolo ? Allora , CHE I FUMI DI UN INCENERITORE NON SIANO UN TOCCASANA PER LA SALUTE E' FUOR DI DUBBIO , MA IL CONTRIBUTO CHE ESSI DANNO AL COMPLESSIVO INQUINAMENTO AMBIENTALE , E' MINIMO, PER NON DIRE QUASI IRRILEVANTE. Glie lo dimostra anche il fatto che l' aria di Parma è tra le più inquinate della Regione, ma non c' è nessun inceneritore in funzione da più di vent' anni.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

Juventus

Sputo (gomitata e testata) a Di Francesco: 4 giornate a Douglas Costa

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design