19°

29°

Parma

“Tanto per l’aria che tira”: 575 votanti. E molti chiedono di fare di più contro l'inquinamento

Ricevi gratis le news
8

Comunicato stampa

Sono stati 575 i cittadini che hanno dato il loro contributo in occasione del sondaggio indetto dall’Amministrazione Comunale nell’ambito del progetto, “Tanto per l’aria che tira”: una serie di misure volte a migliorare la qualità dell’aria a Parma a fronte delle ordinanze assunte dal Comune nei mesi scorsi ed in prospettiva di un possibile miglioramento. Il sito del Comune è diventato come una grande piazza multimediale dove i cittadini hanno espresso le loro opinioni su sette quesiti. Circa l’87% si ritiene ben informato sui provvedimenti presi dal Comune in merito alle limitazioni del traffico per ovviare al problema dell’inquinamento, per l’81% bisogna fare di più ed emerge la necessità di educare a stili di vita diversi e potenziare i servizi di trasporto pubblico.
 
Il dato che certamente colpisce di più è che il 42%, ovvero la maggioranza relativa, vorrebbe l’ampliamento della limitazione al traffico estesa a tutte le domeniche, da gennaio a marzo 2013. Per rendere attendibili i risultati, l’Amministrazione ha previsto l’autenticazione da parte dei partecipanti al sondaggio.
Vediamo nello specifico come hanno risposto ai diversi interrogativi. E’ allarme inquinamento a Parma, Cosa ne pensi? Il 49% ritiene che sia u problema per la città; il 47% che sia un problema per la salute, per il 3% a Parma l’inquinamento non c’è. In merito al fatto di essere al corrente o meno delle misure adottate dal Comune contro l’inquinamento, l’87% ha risposto affermativamente, solo 13% negativamente. Che cosa si aspettano i parmigiani dall’Amministrazione?
Alla domanda se a Parma si è fatto abbastanza per l’inquinamento l’81% ha risposto che bisogna fare di più, l’8% non so. Articolate le risposte al quesito relativo alle modalità con cui combattere meglio l’inquinamento a Parma: per il 15% è necessario cambiare mentalità; per il 24% bisogna educare ad un diverso stile di vita; per il 2% bisognerebbe attivare un sistema di targhe alterne; per il 5% sarebbe necessario istituire una tassa per l’accesso in città dei veicoli inquinanti; il 9% suggerisce di chiudere definitivamente l’accesso al centro storico; per il 29% è necessario potenziare bus e servizi pubblici e piste ciclabili; per il 10% sarebbe auspicabile introdurre un incentivo per l’utilizzo delle auto elettriche; per il 3% bisognerebbe aumentare le limitazioni di accesso al giovedì e alla domenica; per il 2% va bene così, l’1% dice di non sapere.
Molto interessanti le risposte circa le opinioni dei cittadini in merito al fatto che il Comune ha intensificato le limitazioni al traffico del giovedì e delle prime domeniche del mese ai veicoli euro 3 ed euro 4, fino al 31 marzo 2013. E’ d’accordo con le misure adottate l’11% dei cittadini; il 31% è d’accordo ma bisognerebbe fare di più; il 33% è d’accordo ma auspica un potenziamento dei mezzi pubblici; il 12% non è d’accordo in quanto in questo modo si blocca la città; il 14% non è d’accordo e basta.
Alla domanda relativa all’estensione a tutte le domeniche del blocco del traffico nei mesi di gennaio e marzo inclusi i veicoli euro 3 ed euro 4, l’1% ha detto sì alle prime due domeniche del mese, il 13% ha detto sì a due domeniche alterne al mese; il 3% ha detto sì fino a 3 domeniche al mese; il 42% a tutte le domeniche; per il 34% va bene solo la prima domenica del mese; al 6% non interessa. Sulla necessità di essere informati circa le iniziative intraprese dal Comune per combattere l’inquinamento, il 51% ha risposto affermativamente, il 45% ha detto sì purchè siano a misura di cittadino, il 4% no. I risultati del sondaggio rappresenteranno un valido strumento per programmare gli interventi futuri. L’assessore all’ambiente Gabriele Folli sta intanto prendendo in esame i rilievi che sono stati fatti in questo periodo in merito al riscaldamento degli edifici pubblici e privati e, a questo scopo, è stato avviato un confronto con associazioni di categoria di installatori e manutentori degli impianti, per recepire suggerimenti volti a migliorare l’ordinanza sulla limitazione della temperatura a 19° e sulla fascia oraria giornaliera di accensione.
L’ordinanza adottata agli inizi di novembre circa la limitazione del traffico e del riscaldamento è volta alla tutela della salute pubblica: a Parma i limiti legati alla percentuale di polveri sottili ed agenti inquinanti nell’aria sono stati sforati ad oggi 97 volte. Da qui la necessità di ricercare misure volte ad arginare il problema.
Il progetto di comunicazione “Tanto per l’aria che tira” ha inteso sensibilizzare la cittadinanza circa le opportunità e le alternative all’uso dell’auto privata segnalando cinque buone idee “per uscire allo scoperto”: privilegiare i mezzi pubblici, cercare di usare l’auto il meno possibile, la necessità di informarsi su auto e mezzi ecologici, il rispetto delle zone pedonali e a traffico limitato e la necessità di non aumentare inutilmente la temperatura nelle abitazioni.
Inoltre, in occasione delle giornate ecologiche, sono stati promossi incentivi per il trasporto pubblico. Nel periodo in cui si è svolto il sondaggio dal 4 al 25 novembre, si sono registrati i seguenti dati per i servizi sotto elencati:
 
1 N. 15 abbonamenti Tep annuali
2 N. 28 noleggi bici per 28 ore gratuite
3 N. 2 abbonamenti per il servizio di bike sharing
4 N. 2 abbonamenti privati per il Servizio Car Sharing
5 N. 2 abbonamenti aziendali per il Servizio Car Sharing
6 N. 1075 richieste di informazioni.
 
Dei 575 partecipanti al sondaggio, 26 sondaggi sono stati compilati a cura del call center (centralino) del Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    28 Novembre @ 11.08

    il sondaggio è a crocette e tra le risposte consentite NON SI PUO DIRE CHE I BLOCCHI SONO INUTILI (che è, ovviamente, ciò che pensa la maggior parte della popolazione). si può solo dire o che sono utili e che li voglio così come sono, o che sono utili e ne voglio di più, se sei contrario puoi soltanto scegliere l'opzione "è un disagio non avere la macchina". Secondo voi è democrazia chiedere alla gente cosa ne pensa di una cosa, obbligandola a scegliere tra una lista così limitata di risposte? o è un modo per fare dire al popolo quello che si vuole?

    Rispondi

  • Luca

    28 Novembre @ 11.04

    quanti grillini ci sono a parma? 500-600 ci saranno? bene, allora i casi sono 2: o tutti i sondaggi sono stati compilati dai grillini, o ci sono dei grillini che dopo aver urlato sotto i portici che il comune doveva chiedere ai cittadini prima di fare le cose, adesso che gli viene chiesto questi qua sono loro per primi che non partecipano ai sondaggi del comune. o sbaglio?

    Rispondi

  • asdfg

    28 Novembre @ 10.56

    o parma si è rimpicciolita molto e non me ne sono accorto o questo sondaggio è una buffonata... già le domande erano poste in modo da farti esprimere in sostanza a favore dei blocchi, e poi scusate ma 575 persone su una popolazione cittadine di 190.000 abitanti? secondo loro è un risultato attendibile?

    Rispondi

  • Dani

    28 Novembre @ 09.45

    575 votanti NON RAPPRESENTATIVI.Vale a dire che si tratta di persone che hanno scoperto questo sondaggio on line e sono andati a votare. PERO' un sondaggio serio non si fa così. Si costruisce un paniere RAPPRESENTATIVO DELLA POPOLAZIONE a cui far votare il sondaggio. Altrimenti NON HA NESSUNA VALENZA STATISTICA. Avrebbe avuto validità se avesse votato la maggior parte della popolazione ma così visto lo scarso numero di votanti è veramente INUTILE! Quindi i risultati sono un pour parler puro e semplice.

    Rispondi

  • Stefano

    27 Novembre @ 23.20

    Veramente non fanno testo le persone che non esprimono una propria opinione. Speriamo che per future iniziative si allarghi la possibilità di partecipare e che le persone abbiano più voglia di far sentire le loro idee.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

1commento

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

5commenti

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

MILANO

Pedofilia: 6 anni e 4 mesi a don Galli

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

SPORT

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

Serie C

Sospese fino a data da destinarsi le gare dell'Entella

SOCIETA'

STATI UNITI

Aragoste sedate con la marijuana prima di finire in pentola

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse