12°

25°

Parma

E' allarme truffe agli anziani I consigli per evitarle

Ricevi gratis le news
1

Continua l'emergenza truffe agli anziani. Anche ieri tre donne sono state derubate.

Nel primo caso, un uomo si è presentato come tecnico Enìa che doveva "controllare la raccolta differenziata". Così l'anziana gli ha aperto la porta, e dopo qualche minuto è arrivato anche un finto vigile mostrando oggetti "rubati" alla signora. A questo punto, ingannando la donna, i due hanno rubato tutto quello che potevano, e la stessa cosa hanno fatto nell'appartamento di una vicina. La donna, infatti, sentendosi protetta, li ha accompagnati da una amica.

Una terza donna truffata è stata invece fermata davanti al cancello di casa da un uomo che sosteneva di dover effettuare lavori nel condominio e che aveva bisogno di contattare il suo socio che era in ritardo. Senza nemmeno pensarci, la donna ha fatto entrare in casa l'uomo lasciandolo al telefono. Solo poco dopo si è accorta di essere stata derubata.

I CONSIGLI DELLA POLIZIA PER EVITARE LE TRUFFE:

Come riconoscere i truffatori - I truffatori possono presentarsi da soli o, più frequentemente,  in coppia. Si tratta quasi sempre di persone distinte, ben vestite, molto garbate e cortesi nei modi di parlare e di agire, che parlano spesso con un linguaggio molto forbito, con lo scopo di confondere la vittima. La maggior parte delle volte, nella realtà locale parmigiana, si presentano sempre come forze dell’ordine, anche fornendo un tesserino, dicendo che devono effettuare sopralluoghi di furti, oppure come impiegati di enti, che entrano con vari pretesti: riscossione di cartelle esattoriali e di bollette, controlli ai contatori o ad altri impianti, richieste di rimborsi, controlli della pensione sociale, controlli di banconote, raccolte di fondi, vendita di prodotti.

Come reagire - Non aprite la porta di casa a sconosciuti anche se dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità o di altri enti, anche laddove abbiano il tesserino:  in linea generale nessun ufficio o ente pubblico invia dipendenti a domicilio; in ogni caso i veri funzionari preannunciano le loro visite tramite telefonate e/o lettere e nessun dipendente di tali Enti può riscuotere o rimborsare al domicilio dei clienti importi per qualsiasi motivo. In ogni caso è buona norma accertarsi mediante una semplice telefonata all’ente di cui il soggetto si dichiara dipendente o, ancora meglio, avvertire il 113, in quanto tale telefonata metterà di certo in fuga l’eventuale malintenzionato. 

Per i parenti - Cercate di essere quanto più possibile presenti, anche se non abitate con loro, facendovi sentire spesso e ricordando loro quanto sia importante essere diffidenti verso gli estranei. Se nel palazzo abitano anziani soli, anche i vicini di casa hanno un ruolo importante se riescono a scambiare ogni tanto con loro quattro chiacchiere per farli sentire meno soli: in particolare, raccomandando loro, laddove alla loro porta bussassero sconosciuti, di chiamare i vicini stessi o il 113.

Le truffe sulla strada - Oltre alle truffe in abitazione, si registrano episodi anche di truffe sulla strada; in tal caso è importante ricordare che è del tutto sconsigliato  fermarsi per dare ascolto a chi offre facili guadagni o a chi chiede di poter controllare soldi o libretto della pensione, anche se si tratta di persona distinta e dai modi affabili. In caso di operazioni di prelievo o versamento in banca o in un ufficio postale, farsi accompagnare, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze generalizzate. Quando si utilizza il bancomat usare prudenza, stando attenti a non essere monitorati: in questa ipotesi, si consiglia di entrare nella banca o nell’ufficio postale e avvisare gli impiegati o le persone preposte alla vigilanza. Ricordarsi che nessun cassiere di banca o di ufficio postale insegue per strada, e tantomeno presso il domicilio, per rilevare un eventuale errore di conteggio nel denaro consegnato o per sostituire banconote “false o difettate”. Durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall’ufficio postale, con i soldi in tasca, non fermarsi con sconosciuti. Se si percepisce una pensione è meglio farsela accreditare sul conto corrente. Si raccomanda inoltre, agli impiegati di banche e poste, di allertarsi allorquando si presenti allo sportello un anziano per far richiesta di un’ingente somma di denaro contante, parlando un attimo con lui per cercare di capire se sia pienamente cosciente di ciò che sta facendo o sia stato raggirato.

Per qualunque problema per chiarirvi ogni dubbio, non esitate a chiamare il 113.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mary

    25 Novembre @ 17.11

    Putroppo questa è una piaga veramente allarmante, più si va avanti più queste truffe si intensificano, certo chi ha delle persone anziane a casa da sole non vive tranquillo; certamente ci sono tanti consigli da dare, però dobbiamo anche renderci conto che le persone anziane hanno vissuto in un'epoca molto diversa a questa, dove bastava una stretta di mano e si concludevano gli affari, quindi ora si trovano spiazzati e purtroppo nelle mani di persone senza alcun scrupolo.

    Rispondi

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa

FESTE

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa Foto

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

Corona paparazzato con Belen, Silvia Provvedi lo lascia!

milano

Belen al ristorante con Corona: il gossip impazza

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

Lealtrenotizie

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

carabinieri

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

polizia

Aggressione nella notte in via D'Azeglio

Dieci anni

Beve soda caustica: bambina di Bari salvata al Maggiore

1commento

via zanardelli

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

1commento

ALLUVIONE

La Procura replica all'attacco di Pizzarotti: «Parole scomposte»

6commenti

reggio emilia

Cellulare rubato passa di mano, due denunciati a Montechiarugolo, due a Felino

Inchiodati grazie al tracciamento, ma il telefono è sparito

bardi

Cade nel bosco mentre fa legna: soccorsi difficili per un 67enne ferito

mostra

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

gazzareporter

Rissa fra ragazze: volano bottiglie di birra (e infrangono un portone)

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

1commento

Traversetolo

Ancora liquami nel Termina: è allarme

5commenti

CARABINIERI

Sul ponte di Ragazzola con il rosso: pioggia di multe

1commento

Volanti

Nonnina terribile minaccia la vicina con la scopa: denunciata

COLORNO

Dopo l'incidente scappa: «inchiodato» dalle telecamere

cosa cambia

Sabato Parma-Carpi al Tardini: ecco le modifiche alla viabilità

COMPLEANNO

La storia dell'Astra, 70 anni tra calcio e baseball

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi e l'alibi del voto regionale

di Luca Tentoni

L'ESPERTO

Termovalvole: se non si usa il riscaldamento si paga solo la quota fissa

di Mario Del Chicca*

1commento

ITALIA/MONDO

ancona

Dimentica lo zaino con un chilo di marijuana sul treno: arrestato

bari

Norman Atlantic, dopo 3 anni chiuse le indagini per 32 persone

SPORT

tg parma

Franco Carraro a Parma: "Il nuovo ct? Io chiamerei Donadoni" Video

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

SOCIETA'

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

amsterdam

Ecco il primo supermarket senza plastica Video

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

ANTEPRIMA

Ford, ecco la nuova Focus. Da 20mila euro Fotogallery