21°

30°

Parma

Ecco gli Scec: 34 commercianti già convenzionati

Ecco gli Scec: 34 commercianti già convenzionati
Ricevi gratis le news
34

Chiara Cacciani
L'isola Parma per esserci c'è: fa fede la lista dei primi 34 abitanti consultabile sul sito di Arcipelago Scec.
Diciamo, però, che la meta è ancora poco conosciuta, tant'è vero che - pur avendo tutte le carte in regola - ancora nessuno dei pionieri può esibire una banconota di nuovo conio da rimettere in circolo.
A torto ribattezzato «moneta locale», lo «scec del Ducato» - così si chiamerà - è però di fatto già un affare parmigiano. Non c'è ancora stato battage pubblicitario, il debutto è stato in sordina, ma il buono sconto è potenzialmente attivo: chi si è iscritto online e ha ricevuto i primi 100 scec del pacchetto omaggio di benvenuto può già iniziare a tirarli fuori dal portafoglio in abbinamento agli euro.
Gli indirizzi dove spendere quello che di fatto è un buono sconto sono al momento limitati, ma la varietà è curiosa: si
va da pescherie del centro storico ad aziende agricole con vendita diretta nella prima fascia del Parmense, dalla pizza da asporto a Baganzola fino alle lezioni di matematica e fisica a Fidenza.
E poi ancora un'agenzia viaggi, un imbianchino, un outlet di gioielli, studi di grafica e di web design, fino ad alberghi e b&b (la lista completa su http://scecservice.org/pagineauree.php?isola=501).
Uno dei nomi più noti è sicuramente Da Martino, la gelateria di strada Montanara. «Sono un iscritto 5 Stelle di Parma, e ho ritenuto giusto essere tra i promotori - racconta Enrico Saponara -. Mi sembra una possibilità nuova per il commercio, e noi d'altra parte siamo già coinvolti nella "Montanara Card". Certo, per incentivare altri commercianti c'è bisogno della collaborazione del Comune, e spero che nei prossimi mesi il progetto sia pubblicizzato bene». Ad essere in attesa dei suoi primi Scec è Pietro Padovani, titolare del bar Cristallo, via Carducci con vista su Pilotta e piazzale della Pace.
«Perchè ho aderito? Qua cerchiamo sempre di collaborare, con l'Amministrazione e in favore dei cittadini - chiarisce -: io sono una persona creativa, non distruttiva, e visto il momento di crisi, nonostante ci fossero forse altre cose più utili da fare, anche questa potrebbe essere un'idea che funziona. Ovviamente ha senso solo se aderiamo in tanti: sto attendendo di capire come andrà avanti».
«No, nessuno ha ancora speso Scec qui da noi. E noi stessi siamo ancora in attesa di spiegazioni più dettagliate sul meccanismo - spiega Danilo Papini, del Centro Frutta di piazzale San Bartolomeo -. Ma tutto quello che può far funzionare il centro storico va bene, è da provare».
«E' una cosa nuova e potrebbe essere valida - conferma Donatella Ravasini, responsabile dell'azienda agricola Al Tartarino di San Ruffino, con vendita diretta di ortaggi -. Io ho dato la mia adesione da tempo. Ora siamo pochi ma ci aspettiamo che promuovano il progetto Scec adeguatamente entro l'autunno».
E' fiducioso Aldo Caffagnini, titolare del Savoy Hotel: «C'è tempo, dopo l'estate...». Lui di Scec ne ha una bella manciata
da mostrare: sono quelli di vecchio conio, manca il logo del Comune di Parma. «Ho fatto alcune transazioni quando anni fa sono entrato nel circuito, in occasione di un incontro a tema che si era tenuto qui. E' ovvio che bisogna raggiungere una certa soglia di adesioni affinchè funzioni - continua Caffagnini - ma condivido in pieno l'intento: credo molto all'idea di una economia locale che mantiene i soldi sul territorio e così si autoalimenta».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Lamierino zigrinato

    01 Settembre @ 11.54

    Ecco qua cosa significa il patrocinio del Comune di Parma per l’introduzione dello SCEC a Parma: - utilizzo gratuito delle sale civiche di quartiere; - l’utilizzo delle garitte dei vigili; - occupazione di suolo pubblico, con esenzione dal pagamento del canone; - rilascio di 100 permessi di accesso e transito alle aree ZTL o pedonale per i veicoli coinvolti nell’organizzazione; - concessione di un contributo economico nel limite massimo di € 10.000,00. Tutto a favore dell’associazione “ArcipelagoSCEC Emilia Romagna”. Nel caso qualcuno sostenesse che non è vero e provasse a lanciare puerili accuse, si legga prima la DG 514 del 28/08/2013.

    Rispondi

  • mimmo

    11 Agosto @ 18.21

    Buongiorno a tutti, sono uno degli accettatori in Italia dello SCEC. Che il sito sia incasinato concordo, infatti è un dono e a caval donato non si guarda in bocca, se qualcuno dei tanti criticoni è capace a far meglio o ha idee da donare per migliorarlo ben venga. Il discorso è molto ampio quindi l'approfondimento non può essere fatto in due righe, confrontatevi con chi ne fa parte ma a viso aperto, facile criticare dietro una tastiera. Per quanto riguarda il M5S, è l'unico che cerca di avvicinarsi al progetto ma se viene strumentalizzato per i loro interessi presumo che ci saranno delle ripercussioni, lo SCEC è di tutto il popolo Italiano mentre l'euro per chi non se ne accorto appartiene a dei privati, neanche agli stati che lo adottano, informatevi prima di parlare. La storia è piena di matti, ma con il passare del tempo ci siamo resi conto che ciò che per l'epoca non era possibile oggi lo è! Di solito chi critica sta a guardare mentre gli altri fanno. Per quanto riguarda l'uso, si sostituisce una parte della spesa in euro con lo SCEC, per questioni legali è un buono sconto anche se vuole essere una moneta a tutti gli effetti. I 100 SCEC come quantitativo non è altro che la perdita del potere d'acquisto delle famiglie nel momento in cui è entrato in funzione l'EURO, l'obiettivo è al distribuzione mensile di 100 SCEC. Lo SCEC vuole essere un mezzo di sostegno non una sostituzione della moneta in corso, la maggior parte delle persone non sanno che non si possono stampare "banconote" per sopperire alla mancanza di liquidità, questo creerebbe inflazione, mentre se si utilizzano le "cartonote" si inserisce liquidità nei circuiti senza creare inflazione aiutando le famiglie e piccole imprese a uscire dal momento di crisi. Il progetto ha delle basi nobili, evitiamo di strumentalizzare ogni cosa solo perchè non si è capito qualcosa. Un consiglio per tutti, togliete le fette di salame dagli occhi e fatevi un bel panino, pensate oltre agli schemi che vi hanno insegnato, solo così potrete vedere cosa si nasconde dietro le "ABITUDINI" di tutti i giorni. Buone Vacanze a tutti! :)

    Rispondi

  • medioman

    08 Agosto @ 18.47

    Luca, ci sei o ci fai? Se non sei interessato, chettefrega? Se invece sei interessato, puoi aderire anche tu al circuito, e ricevere scec in omaggio o in pagamento. Se non hai il bancomat, come fai a pagare con il bancomat?

    Rispondi

  • Luca

    08 Agosto @ 14.50

    ma io non ho capito: se io pago sempre contato, non riceverò mai resto e quindi finisco gli scec in 2 giorni, dopo come faccio?

    Rispondi

  • medioman

    08 Agosto @ 13.08

    Io gli Scec non li ho ancora visti, ma ho visto "moneta alternativa" in altre situazioni. Dove sta scritto, che viene dato il resto in Scec? Anche il bancomat, l'assegno, la cambiale sono "moneta alternativa", ma nessuno mi obbliga a prenderli come resto. Viceversa, sono già tante le catene che danno "buoni acquisto" come "resto" per certe promozioni; non voglio fare pubblicità, ma se qualcuno recentemente ha acquistato un televisore.....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Trintignant, "per me la carriera è finita"

cinema

Trintignant, "per me la carriera è finita"

Balletto

social

L'evoluzione della danza di Michael Jackson...in 4 minuti Video

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

8commenti

Lealtrenotizie

E' morta Anna Maria Bianchi, il volto di Tv Parma e la voce della radio Foto

LUTTO

E' morta Anna Maria Bianchi, il volto di Tv Parma e la voce della radio Foto

guardia di finanza

Falsi crediti Iva per 14 milioni di euro. Denunciati 59 responsabili

E' caccia ai due imprenditori "menti" del sistema: sono irreperibili. Sequestrati quattro fabbricati nel Parmense

SENTENZA

Public money, ecco tutte le condanne

Busseto

Raffica di furti, rubata anche una macchinetta spartineve

Cinema

Ciak, a Parma si gira: la mappa dei set

1commento

weekend

Sgranfignone, anatra, disfide tra cuochi: il sabato è a tutto gusto L'agenda

Parma calcio

Rigoni, esperto in salvezza

L'appello

«Basta con i botti alle feste d'estate: per gli animali sono pericolosi. Usate quelli silenziosi»

Scuola

I bravissimi della maturità: diplomati con 100 e 100 e lode

IL CASO

Sgarbi: «Leonardo per l'ultima cena si ispirò all'affresco di Monticelli d'Ongina»

incidente

Schianto tra due auto a Ramiola: feriti due giovani Foto

Lutto

Tarsogno dà l'addio a Lidia Calestini, la regina delle rezdore

parma calcio

Chiude la prima parte del ritiro crociato: il video-bilancio di Sandro Piovani

calcio

Sorteggio di Coppa Italia: inizio nostalgia (e rivalità) per il Parma il 12 agosto

12Tg Parma

Felino, lite condominiale finisce a pugni Video

Dda

In progetto furto delle salme di Pavarotti e Ferrari: condannata banda sardo-parmigiana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

5commenti

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

maranello

Ferrari, Louis Camilleri è il successore di Marchionne?

Brescia

Ragazzina dispersa da quasi due giorni nel Bresciano

SPORT

calcio e tribunale

Avellino non ammesso al campionato. Escluse altre due società di serie B e tre di serie C

ciclismo

Tour, 13ª tappa: tripletta Sagan in volata a Valence

SOCIETA'

il disco

I Pooh alla ricerca del Graal

gazzareporter

“Cala” la luna in Val Baganza

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita