16°

29°

Parma

Parma? A rischio ma mai terremoti devastanti

Ricevi gratis le news
0

 Placche che si muovono, avvicinandosi e accavallandosi. Movimenti  impercettibili finché le rocce riescono a «trattenere» l'energia, deformandosi. Ma quando il blocco si rompe, la terra trema. E un movimento tellurico è tanto più potente quanta più energia ha accumulato prima di manifestarsi. 

«La nostra è una zona che è stata inserita nella carta sismica dell’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia - spiega Maria Sgavetti, docente del dipartimento di Scienze della terra dell'Università di Parma -. L'Appennino sta sovrascorrendo sulla pianura padana: l'evoluzione ci mostra una migrazione dell'Appennino  verso nord-est, mentre il Tirreno si sta aprendo». Si possono profilare scenari apocalittici: la scomparsa della pianura padana, compressa tra Alpi e Appennino, ma in un futuro lontanissimo. «Quello che è avvenuto ieri, come i precedenti - sottolinea Maria Sgavetti - è solo un piccolissimo episodio in un'evoluzione nell'ordine di milioni di anni». Un terremoto di  magnitudo 4,2 della scala Richter (terzo grado della Mercalli), come spesso è avvenuto in passato nella nostra provincia. E i dati storici  in parte ci rassicurano: nessun  terremoto devastante ha mai colpito  il Parmense.  Ma i terremoti non sono come il meteo: previsioni non se ne fanno. O  meglio, «si fanno valutazioni probabilistiche in base a dati statistici - spiega la docente dell'Università di Parma - tenendo conto  del contesto geo-dinamico. Ma ciò non significa prevedere la periodicità, ossia non si può stabilire che in quella determinata area si verificherà un terremoto in un determinato momento,  perché magari era stata colpita un certo numero di anni prima. Piuttosto, la pericolosità sismica di un territorio serve per la progettazione degli edifici».

Non è possibile sapere quando la terra si farà sentire, ma la  conoscenza delle zone a rischio consente  - o consentirebbe - di giocare d'anticipo, realizzando strutture pubbliche e private a prova di scossa.  Una scossa, quella registrata l'altra  sera, con epicentro nelle vicinanze di San Giorgio piacentino che, in base alla ricostruzione dell’Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia,   si è scatenata a 27,8 chilometri di profondità, il che può aver prodotto una certa attenuazione del fenomeno in superficie. E si è propagata solo la paura, fortunatamente. Nessun danno: nemmeno calcinacci dai vecchi edifici. I muri  hanno tremato, ma le strutture hanno retto. Oscillazioni che fino ad alcuni anni fa venivano registrati anche dalla strumentazione dell'Università di Parma, «presidiata»  dal  climatologo  Guglielmo Zanella. Quel sismografo meccanico  è stato disattivato, ma ora dovrebbe arrivare la nuova strumentazione. «Siamo in contatto con l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia per avere un  sismografo digitale - sottolinea Maria Sgavetti -. Avremo così la possibilità di registrare in tempo reale nel nostro dipartimento i fenomeni sismici». G. Az.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Trovato a terra sulla pista da motocross: è gravissimo

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

5commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

10commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

3commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Firenze

Un sedicente artista rompe un quadro in testa a Marina Abramovic

Genova

Ricostruzione ponte Morandi, Pizzarotti: "Toti commissario"

1commento

SPORT

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse